Cristina operata a Torino dal dr Camanni

Stò cercando di recuperare (con estremo ritardo, ahimè) alcune delle vostre storie e di pubblicare qualche bel lieto fine. Ecco per voi la bella storia di Cristina, operata dal dr Camanni all’Ospedale Martini di Torino.

Ciao Eleonora,

ti avevo già scritto tempo fa in cerca di un po’ di coraggio e di una
soluzione.

Ora che ho trovato entrambi mi sembra giusto dare il mio piccolo contributo e raccontare la mia storia.

Da tempo volevo liberarmi del mio fibroma intramurale di circa 5 cm (che poi si è rivelato essere di  6,5 cm), ma non riuscivo a scegliere tra le varie tecniche a disposizione, nè a decidere a che medico affidarmi.

Dopo aver letto tante storie ed informazioni sul tuo sito, quest’estate mi sono finalmente decisa ad andare a visita dal “tuo” dott. Camanni, che credo abbia percepito subito la mia ansia ed è riuscito con poche parole (poche ma buone!!) a sfondare il muro delle mie paure ataviche.

Sai, io non avevo mai affrontato un intervento chirurgico, e ne avevo davvero il terrore, probabilmente anche a causa di una disgrazia avvenuta decenni fa nella mia famiglia a seguito di un intervento di routine, il cui racconto mi aveva traumatizzato.

In breve tempo ho scelto di affidarmi  al dott. Camanni pur venendo da fuori regione.

E così a fine settembre mi sono ritrovata  in ospedale a Torino, accompagnata da mio marito che però – causa covid – non poteva entrare in ospedale, per affrontare la mia miomectomia in minilaparotomia.

Il giorno precedente l’operazione (in cui ho fatto i vari esami pre-ricovero) è stato psicologicamente pesante, sia per la paura che per la solitudine.

Poi però è andato tutto bene. L’intervento è durato meno di mezz’ora in anestesia spinale. Prima di uscire dalla camera di degenza però mi avevano già fatto una preanestesia che per me ha funzionato benissimo: sono arrivata in sala operatoria davvero “rilassata”!! Dopo l’intervento mi hanno somministrato antidolorifici ed il dolore è stato assolutamente sopportabile. La sera stessa sono riuscita a sedermi, la mattina successiva mi hanno tolto il catetere, mi sono alzata,  ho fatto pipì da sola e visti i valori delle analisi molto buoni sono stata subito dimessa.

I primi giorni ovviamente camminavo molto lentamente, ed ero molto stanca, ma è andata man mano sempre meglio e posso dire di essermi ripresa in una decina di giorni.

Il dott. Camanni è stato molto umano oltre che professionale, e mi sento davvero fortunata ad averlo incontrato.

Devo ringraziare anche te per l’aiuto che hai dato a me e per quello che stai facendo per tante altre donne nella stessa situazione.

Un grande in bocca al lupo a tutte le fibroma fighters…se ce l’ha fatta una fifona come me possono farcela davvero tutte!

Cristina

Grazie Cristina per questa bella testimonianza piena di fiducia. Hai proprio ragione, tutte le “mie” fibroma fighters possono farcela!

Miomectomia in cliniche convenzionate a Torino

Come promesso ecco gli aggiornamenti dal dr Camanni riguardo la possibilità di sottoporsi ad intervento chirurgico per la rimozione dei fibromi in clinica privata a prezzi convenzionati.

Ecco la possibilità:

  • Clinica Sedes Sapientiae (Torino, Via Giorgio Bidone, 31). Qui sarà possibile sottoporsi a miomectomia per via minilaparotomica al costo di €5.000 circa.
  • Clinica Santa Caterina da Siena (Torino, Via Villa della Regina 19). Qui la miomectomia resettoscopica si dovrebbe poter fare a €2.500 euro.

I tempi di attesa sono di circa 15 giorni.

Per accedere a queste strutture bisogna fissare una visita con il dr Camanni e quindi prenotare l’intervento. Vi ricordo il numero dello studio privato del dottore: tel. 011.6698882

Al momento le sale operatorie della maggior parte degli ospedali italiani, in Piemonte e Lombardia soprattutto, sono drasticamente limitate per mancanza di anestesisti che vengono dedicati ai reparti covid che stanno aumentando esponenzialmente, ahimè.

Per tutte quelle che hanno urgenza e che non possono aspettare ancora la soluzione trovata dal dr Camanni può davvero essere una valida alternativa.

Non esitate a contattarmi per domande o informazioni aggiuntive!

Cliniche a prezzi convenzionati per la cura del fibroma

Ragazzeeeeee! Come state?

So che alcune di voi non se la passano granchè bene .. Purtroppo in molte regioni italiane (la mia in primis) gli ospedali sono stati convertiti alla quasi esclusiva accoglienza di pazienti affetti da Covid ed è impossibile sottoporsi ad interventi o esami per la diagnosi o cura dei fibromi.

Le sale operatorie sono off limits, e gli anestesisti e la più parte del personale sanitario impegnati con le persone contagiate.

Alcune di voi mi hanno scritto per raccontarmi di interventi saltati o annullati all’ultimo, anche dopo gli esami del pre ricovero, e qualcuna di voi mi ha anche chiesto informazioni sull’Ospedale Martini di Torino e sul dr Camanni.

Purtroppo anche il Martini è completamente dedicato alla cura del Covid. Arrivano però buone news dal dr Camanni, che è piuttosto amareggiato dal non poter offrire un adeguata assistenza a chi soffre a causa dei fibromi. Alcune di voi infatti avrebbero urgente necessità di essere operate .. per non parlare poi di chi ha un sarcoma all’utero, che dovrebbe essere curata nell’immediato.

Il dottor Camanni perciò si stà organizzando per operare le sue pazienti in due Cliniche private, la Sedes Sapientiae e la Clinica Santa Caterina da Siena, con prezzi convenzionati. L’idea è quella di poter offrire a chi ne necessita l’intervento e la degenza ad un prezzo molto molto più basso rispetto a quello che verrebbe richiesto solitamente nel settore privato.

Non solo. In una di queste due cliniche sarà forse possibile ottenere una rateizzazione del pagamento direttamente con un consulente interno alla struttura.

Il dottore e la sua equipe sono disponibili ad effettuare gli interventi chirurgici necessari guadagnando molto meno del dovuto allo scopo di aiutare chi soffre in questa situazione di emergenza, che non si sa quanto durerà ancora.

Vi terrò aggiornate appena avrò news, in modo che possiate capire con precisione di che cifre parliamo e come si fa per mettersi in lista.

Intanto, raccontateci come va nella vostra regione, se gli ospedali continuano a funzionare come prima per ogni tipo di intervento o se vi trovate in difficoltà.

Teniamo duro, mi raccomando!