Annalisa e la cicatrice dell’intervento di miomectomia laparotomica

Annalisa mi ha scritto subito dopo aver subito un intervento di miomectomia laparotomica e io mi sono un po’ ritrovata nelel sue parole perchè, come credo sia successo a molte (purtroppo), vedere la cicatrice dopo l’intervento è un piccolo (grande) shock.

Io ad esempio non ero minimamente preparata quando ho subito il primo intervento. Non ero preparata a ciò che avrei subito, al dolore, alla conovalescenza, ecc, ma non ero nemmeno preparata a quell’enorme taglio sul basso ventre, visto che il mio ginecologo di allora aveva parlato di un piccolo taglietto, quasi invisibile ..

Ogni tanto penso ancora che avrei dovuto avere il coraggio di dire quello che pensavo .. ma era come se in qualche modo dovessi essergli grata perchè lui mi aveva tolto il fibroma e dato la possibilità, che tanto desideravo, di tentare una gravidanza. Il mio dolore, quella cicatrice enorme, e tutto il resto erano solo dettagli e sembrava un po’ da bambina capricciosa lamentarsi .. E invece avevo ragione!! Solo che ci vuole tanto tempo per capire certe cose, per metabolizzarle, e poi per “farci pace” ..

Ma torniamo ad Annalisa, che è in piena convalescenza e ha bisogno del nostro supporto e dei nostri consigli.

 

Ciao Eleonora,

Ho scoperto solo ora il tuo blog. Se l’avessi conosciuto prima, le mie decisioni sarebbero state certamente diverse.

Sono stata operata (miomectomia laparotomica) lunedì 16 aprile. Il mio fibroma, di circa 8 centimetri, non mi dava nessun fastidio. Essendo però cresciuto di molto in un solo anno, il mio ginecologo mi ha consigliato la rimozione. L’ho fatto a cuor leggero e tutto è andato bene.

È passata una settimana, tra due giorni toglieranno i punti. Mi ritrovo con un rigonfiamento nella parte bassa dell’addome, proprio sopra alla cicatrice (tra l’ombelico e la cicatrice). Ho iniziato a leggere online e molte donne scrivono che dopo l’intervento la loro pancia non è più tornata com’era prima. Mi rendo conto che questo non è un grosso problema. Ma volevo confrontarmi con te e con le atre donne nel blog, per capire quali sono le tempistiche di ripresa e se devo rassegnarmi alla mia pancia gonfia e dura per sempre.

Quali sono nella realtà gli step per recuperare al meglio dopo l’intervento?

 

Io le ho scritto che dopo il mio primo intervento la mia pancia è stata gonfia a lungo ma poi è tornata come prima. La cicatrice era brutta (è stata migliorata poi dal dr Camanni, che mi ha operata la seconda volta) e anche adesso non è che sia poi così “piacevole” (o almeno per me). Ha due piccole gobbette, sopra e sotto, che negli anni si sono attenuate ma che comunque ci sono. Però è in basso, come credo sia anche la cicatrice di Annalisa, e non si vede nemmeno in costume..

Le ho conisgliato di massaggiarsi con olio più spesso che può perchè è l’unica cosa che fattibile ora. Voi avete altri consigli?