10 Buoni Propositi per il 2020

Vi immagino tutte prese nei preparativi per la vostra serata .. Spero tutte in gran forma, o almeno non troppo doloranti! Con il Bighi e Giorgia stiamo giocando a pensare qualche buon proposito per il 2020, così ho pensato di scriverne qualcuno per tutte voi.

Certo, i “buoni propositi” sono personalissimi, e ognuno dovrebbe sceglierli per sè, però mi permetto comunque di condividere una piccola lista, pensata per me (soprattutto alcuni punti) e per voi. Fatemi sapere cosa ne pensate, e cosa aggiungereste!

  1. Avere cura di sè stesse. Perché se non ci pensiamo noi per prime, nessuno ci penserà!
  2. Credere nel proprio istinto. Questo sarà fondamentale per qualsiasi decisione si debba prendere.
  3. Chiedere aiuto quando occorre. Non dobbiamo sempre, per forza, essere delle eroine!
  4. Riposare, ogni tanto, prima di arrivare alla frutta. Questo lo scrivo soprattutto per me, e per chi fa come me.
  5. Impegnarsi per realizzare almeno uno dei propri desideri. Qualche volta basta davvero mettercela tutta..
  6. Coltivare le amicizie. Che siano nuove, di lunga data, reali o anche virtuali.
  7. Essere oneste con sè stesse, e con gli altri. Sempre.
  8. Trovare il coraggio di affrontare la situazione, per quanto complessa o scomoda possa essere.
  9. Essere determinate! Porsi un obiettivo, crederci fortemente, e farlo proprio!

Che ne dite? Lista condivisibile? 🙂  Il decimo proposito ditemelo voi!!

Vi auguro amiche un anno pienissimissimo di cose belle e in tutta salute. Che il 2020 sia meraviglioso per ciascuna di voi! Buon anno e … restate con me!

 

Stanchezza e calo di peso: la tiroide può essere la causa?

Ultimamente vi ho raccontato poco di me, di quel che faccio e di come vanno le mie giornate .. Non vi ho detto ad esempio che sono due mesi che il ciclo mi viene due volte, ahimè, e che sono stanchissimissima. Il poco tempo che ho lo dedico a rispondere alle vostre email e a progettare articoli ed interviste future e mi è sembrato meno interessante parlare di me, visto che per il momento la mia personale battaglia con i fibromi è fortunatamente conclusa (e già da anni!).

Come scrivevo, questo periodo è bello intenso .. Matteo è un vulcano, dorme poco ed è vivacissimo .. davvero un altro mondo rispetto a Giorgia! Il rovescio (positivo) della medaglia è però che mangio tantissimo e continuo a dimagrire! Penso di non essere stata così magra nemmeno prima del matrimonio. E’ incredibile! Così ad un certo punto mi è venuto il sospetto (anzi, in realtà me l’hanno suggerito) che possa centrare qualcosa la tiroide.

Durante la gravidanza infatti avevo iniziato la terapia con l’Eutirox e avrei dovuto continuarla anche dopo il parto. Almeno, così mi avevano detto. Io avevo però deciso di sospendere il farmaco e gli esami del sangue effettuati non so più quanto dopo il parto mi avevano dato conferma di aver fatto la scelta giusta perchè i valori erano rientrati.

Così adesso si potrebbe anche pensare che il dimagrimento possa essere dovuto ad un eccessivo lavoro della tiroide. Qualcuna di voi ha esperienza in merito?

Altrimenti potrebbe solo essere che effettivamente non mi fermo mai, tra casa bambini lavoro e un progetto e l’altro ..

Ci sono momenti in cui vorrei solo che questi mesi passassero in fretta perché sono stanca di non dormire mai, di non avere mai una tregua durante la giornata, di non avere spazio nè tempo.. ed altri in cui vorrei che Matteo rimanesse così piccolo e tenero per sempre, vorrei non dover mai smettere di coccolarlo e riempirlo di baci, vorrei che le sue piccole e grassoccie manine non smettessero mai di cercarmi.
Ma tanto io sul tempo non ho nessun potere perciò tutto farà il suo corso, com’è già stato per Giorgia.

Io posso solo ricordarmi che sia la gioia che la fatica non saranno eterne!

Proprio per questo l’augurio che quest’anno vorrei fare a voi, e a me stessa anche, è di imparare a goderci ogni attimo, prendendo il buono da ogni giornata. Vi auguro di sapere cogliere ciò che c’è di speciale in ogni istante della vostra vita .. anche nei periodi più complicati, più faticosi, più dolorosi.

Tutto passa così in fretta che se davvero imparassimo a focalizzare la nostra attenzione solo, o almeno soprattutto, sui lati positivi di ogni situazione, faremmo un grosso regalo a noi stesse. Cosa ne pensate?

Vi lascio con questa riflessione ..

 

Intervista al dottor Stefano Uccella: chi ha delle domande su Esmya?

Siete tante a volerne sapere di più su Esmya.

In molte mi chiedete come funziona, per quanti mesi deve durate la terapia, se è normale avere delle perdite durante l’assuzione delle compresse, se è normale che il ciclo mestruale si blocchi, se è normale che il ciclo mestruale non si arresti, ecc.

Così ho pensato di chiedere direttamente ad un medico che vanta una casistica di prescrizione di Esmya molto ampia, in modo che possa fornirci informazioni più precise e basate sull’esperienza diretta.

Il dottor Stefano Uccella risponderà quindi a tutte le nostre domande su Esmya.

Il dr Uccella è nato a Varese, ha 40 anni ed è Primario della Ostetricia e Ginecologia presso l’ospedale di Biella da un anno e mezzo. Ha studiato a Varese e si è formato presso l’Università dell’Insubria sotto la Direzione del Prof. PierFrancesco Bolis e del Prof. Fabio Ghezzi. E’ stato Research Fellow e Research Collaborator dal 2008 al 2010 presso la Mayo Clinic di Rochester in Minnesota (USA).
Per un anno e mezzo tra il 2017 e 2018 ha lavorato come Dirigente Medico con incarico di Alta
Specializzazione presso la Ginecologia del Policlinico Gemelli di Roma, sotto la direzione del Professor
Giovanni Scambia.

E’ autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche di cui oltre 200 su riviste internazionali. E’ stato relatore a
oltre 100 congressi nazionali ed internazionali, durante alcuni dei quali, mi ha raccontato, ha presentato i dati relativi alle sue pazienti che hanno preso Esmya. Si tratta di dati davvero interessanti per noi e che spero di poter condividere presto qui sul blog.

Nel 2015 il dr Uccella è stato insignito dall’American Association of Gynecological Laparoscopists del riconoscimento di Surgeon of Excellence in Minimally Invasive Gynecology. I suoi principali campi di interesse sono la chirurgia complessa per patologie ginecologiche benigne e maligne.

Ora che vi ho raccontato chi è potete, come sempre, postare le domande per il dottore qui nei commenti o su Facebook. Una volta che avrò raccolto tutte le vostre osservazioni e i vostri dubbi preparerò l’intervista per lui.

 

 

Ordinanza di Archiviazione della denuncia del dottor Tommaso Lupattelli

Questa mattina ho ricevuto la lettera del Tribunale di Milano con l’esito del procedimento penale relativo alle accuse del Dr Lupattelli.

Facciamo un passo indietro, per chi non è aggiornata .. Non avevo più raccontato più nulla sul blog per evitare polemiche, e anche perchè avevo argomenti più interessanti da affrontare, ma oggi fare il punto sulla questione è doveroso, per diverse ragioni. In primis per rispondere a molte vostre domande.

Dunque, dicevo, a luglio scorso, mentre ero in vacanza, ho ricevuto una lettera del Tribunale di Milano con cui mi si convocava in udienza col dottore, o meglio con il suo avvocato, data la sua denuncia. Dalla lettera avevo scoperto che lui aveva presentato una prima denuncia che era stata archiviata dal Giudice perchè le argomentazioni esposte erano infondate e che poi lui si era opposto per vie legali a questa archiviazione e che quando questo accade il giudice è obbligato a riaprire la questione.

Ero piuttosto stupida del tutto. Intanto, che il dr Lupattelli dopo praticamente più di due anni stesse ancora a pensare a cosa avevo scritto io e avesse tempo ed energie da impiegare in questa faccenda. E poi stupita del fatto che il giudice avesse già archiviato la prima denuncia (non ne avevo ricevuto nessuna notifica) ma che lui ancora insistesse.

Dopo aver sentito sia un avvocato di Torino che l’avvocato d’ufficio assegnato a Milano ho deciso di non presentarmi all’udienza perchè sarebbe stato veramente troppo costoso per me. Entrambi gli avvocati mi avevano comunque detto che sarebbe stato meglio essere presenti, ma anche che di solito quando un giudice archivia una denuncia se poi non ci sono fatti aggiuntivi da presentare anche la seconda volta, sulla base degli stessi dati, l’esito è una nuova archiviazione.

Stamattina è arrivata la raccomandata con la notifica del Tribunale. Il Giudice, rilevata la prima archiviazione del procedimento, avvenuta per “infondatezza della notizia di reato“, rilevato che “il querelante insisteva per le proprie argomentazioni“, ritenuto “che il gravante sia infondato, premesso e accertato l’interesse pubblico a parlare del tema del fibroma e dell’operato del medico, il quale per primo utilizza lo strumento di internet e del social network per diffondere le proprie esperienze personali“, non ha ritenuto i miei articoli lesivi del prestigio e dell’onore del dottore, ma libera espressione del “diritto di critica“, e quindi ha ordinato l’archiviazione del procedimento.

Inutile dirvi quanto io sia felice di ricevere questa notizia e di quanto sia stato fastidioso sprecare tempo nel star dietro alla follia del dottore.

Come dicevo, non avevo più scritto niente sul blog per evitare polemiche e solo alcune di voi sapevano di questa questione. Ho anzi sopportato per mesi che il dr Lupattelli su tutti i suoi canali continuasse a scrivere bugie sul mio conto, parlando anche, addirittura, di “guerra” .. mentre in realtà faceva tutto da solo perchè io mi limitavo ad ignorarlo. Mi ha persino accusata di “svendita dell’anima” (???!!) e di altre robe simili, usando paroloni da telefilm (che il problema di fondo sia semplicemente aver guardato troppi film di spionaggio??! ) e chiamata “maledetta”.

Io l’ho semplicemente ignorato ma vi assicuro che non è sempre stato facile, soprattutto quando qualcuna di voi mi scriveva per chiedermi spiegazioni dopo che l’aveva incontrato e lui aveva raccontato un sacco di fesserie sul mio conto.

Perciò oggi sono veramente felice che questa storia sia definitivamente conclusa. O almeno, per vie legali credo lui non possa più fare nulla perchè non credo possa presentare per la terza volta la stessa denuncia dopo che è stata archiviata già due volte.

Sui suoi canali web in realtà potrà ancora raccontare la qualunque, ma almeno io non sarò costretta ad investire tempo e soldi per rispondere. In questo articolo trovate il testo completo dell’ordinanza. Lui potrà scrivere qualcunque cosa: l’unica verità è questa. Se doveste trovare ui canali del dottor Tommaso Lupattelli contenuti diversi, o altre invenzioni, vi chiedo anzi la cortesia di postare il link a questo post.

Gli avvocati con cui ho parlato mi hanno detto che a questo punto potrei denunciarlo io per diffamazione e stalking e avrei materiale sufficiente a vincere la causa ma sinceramente non ne ho molta voglia.

Da tutto ciò emerge poi un’altra questione molto importante. Nella lettera di archiviazione il Giudice dichiara che quanto riporto sul blog costituisce “diritto di critica“. Questo per me è fondamentale perchè significa che posso continuare, anche a norma di legge, a pubblicare informazioni utili per voi, anche quando sono, appunto, osservazioni non particolarmente lusinghiere sul conto di un medico o di una struttura.

Non solo. Ancora più importante, per me, è che tutte quelle tra voi che hanno ricevuto le sue minacce, o che ne riceveranno in futuro (anche se mi auguro di no) da lui o da qualsiasi altro medico, possono finalmente stare tranquille! Ragazze nessuno può minacciarvi o impedirvi di raccontare la verità. Ricordatevelo sempre!

Io sarò sempre qua per voi. Ancora più forte. Ancora più motivata.