Sveglia a notte fonda, vi racconto una bella storia …

Visto che i superpoteri di Gufetta sono tornati (e questa la capirà, temo, solo chi ha dei bambini), mentre aspetto che la lavatrice finisca di girare e il quadretto e i gessetti che stò preparando per il battesimo di Vittoria di domenica prossima si asciughino, e in attesa di decidere se mettermi a stirare, preparare dei biscotti o aspettare l’alba a letto piuttosto che sul divano, vi racconto una bella cosa che mi è successa ieri, mentre tornavo dalla piscina con Giorgia.

In ascensore ho incontrato Enza (ma ancora non sapevo si chiamasse Enza), che è una bella ragazza bionda che abita nel mio palazzo, due piani sotto casa mia. Forse in cortile parcheggia anche la macchina poco distante dalla nostra (me l’ha detto il Bighi, io in realtà dopo anni ancora non saprei dire quale posto appartiene a chi).

Non ci incontriamo molto spesso, comunque di solito ci salutiamo e basta, o al massimo diciamo qualche parola di circostanza, di quelle “da ascensore”…

Invece l’altro giorno lei mi ha guardata e mi ha detto: “Sei tu quella che ha scritto il libro?” e insomma scopro che lei ha letto il mio libro circa un anno fa, che è stata operata in laparotomia all’ospedale Mauriziano di Torino e che ci siamo anche sentite via email e dovevamo incontrarci una volta in centro, ma poi la cosa era saltata perché lei non era stata bene.
Non ci potevo credere!!

Enza mi ha ringraziata e mi ha detto che il mio libro le ha tenuto tanta compagnia nei momenti difficili, anche perché (come mi scrivete in molte) chi non ci passa in prima persona molto spesso non capisce bene la situazione, o comunque tende a sottovalutarla. Sono sempre tanto felice di sapere che il mio libro vi è stato utile, o ancor meglio “vi ha tenuto compagnia” in un momento di sofferenza.

Ovviamente io ed Enza ci vedremo quanto prima per un caffè, o al sesto piano o all’ottavo, e chissà che non si possa diventare amiche anche nel quotidiano oltre che sul blog!
Davvero una bellissima sorpresa incontrare una di voi nell’ascensore del mio palazzo!

E così poi ho aperto la porta di casa con gli occhi lucidi e ho raccontato al Bighi il tutto super commossa .. spero di rivedere Enza presto e di poter incontrare un giorno, chissà, tutte ma proprio tutte voi!

Con il disgusto e con la tristezza nel cuore

Vi scrivo in un momento di grande demoralizzazione, cercando di pensare che ce ne sono stati altri e li ho superati, e che lo farò anche questa volta. Per voi e per me.

Quando ho aperto questo blog, 5 anni fa, non avevo la minima idea di quello che sarebbe diventato. Ho iniziato a raccontare la mia storia per “stare meglio”, per fare chiarezza fuori e dentro di me, per affrontare il mio problema di salute. Non sapevo che poi sareste arrivate voi, così tante (leggete i miei articoli in 30.000 ogni mese!) così vicine così felici di leggermi e così meravigliose.

Per anni ho cercato di indagare sulle migliore terapie e tecniche di intervento sui fibromi. Per anni ho raccolto testimonianze dei medici migliori, dei più affidabili, dei più disponibili, di quelli con maggiore esperienza.

Mi sono fidata di tutti e di tutte. Di voi che mi scrivevate, in primis, e dei medici che si mostravano gentili e disponibili, che rispondevano alle mie domande, che vi accoglievano volentieri quando vi consigliavo di rivolgervi a loro.

Ho lottato disperatamente contro chi ha cercato di farmi rinunciare al mio utero e contro chi ha provato a toglierlo a voi che leggete, e che spesso mi mandate email colme di disperazione. Ma non ho mai pensato che chi invece vi porgeva la mano, offrendovi soluzioni alternative, o chi si mostrava tanto gentile e sollecito con me, potesse avere dei secondi fini.

Man mano che vado avanti con il mio lavoro, invece, scopro un mondo riprovevole, che mi fa davvero schifo, al quale non appartengo e non voglio appartenere. E non so come difendere me stessa, ma voi soprattutto, da tutto questo. Mi sento inerme.

Penso di consigliarvi un bravo professionista, che possa e voglia davvero aiutarvi, e scopro di aver fatto il “giochetto” di qualcun’altro, scopro di aver letteralmente “consegnato” la vostra salute al portafogli, o alla sete di carriera, di qualcun’altro. E non so come preservarvi da questo.

E poi scopro che qualcuno fa come me, ma in maniera consapevole! Qualcuno consiglia, suggerisce, propone, per il proprio tornaconto! Io in questo momento sono veramente disgustata, e anche basita..

E poi mi sento dire (per fortuna da poche malpensanti istigate da altri) che senz’altro dietro Maledetto Fibroma si nascondono interessi economici e anche politici (??) e che è impossibile che io scriva, risponda e aiuti gratuitamente, senza guadagnarci nulla. Ma come impossibile?? Solo l’unica cretina a credere in tutto questo? A credere nel bene, nella solidarietà, nell’aiuto reciproco, nella forza della condivisione??

Ma è davvero così pazzesco che io lo faccia davvero con il cuore?

Maldetto Fibroma ha “salvato” molte di voi, e ha salvato me per prima, perchè se non avessi scritto, e non avessi incontrato voi, non avrei mai superato il mio dolore. Io farò di tutto perchè non venga “inquinato” da interessi altrui, guadagni, “giochetti” e schifezze varie.

Ma ho bisogno di sapere che voi ci credete quanto me.

Dai super poteri notturni a nuove idee per il blog

Nel caso ve lo steste chiedendo, sappiate che i miei super poteri notturni sono cessati!

Ho parlato sia con la dottoressa Cassina che con il dr Camanni ed entrambi mi hanno confermato che la mia insonnia potesse essere un effetto dell’Eutirox, perchè il fisico ha bisogno di un po’ di tempo per abituarsi al nuovo funzionamento della tiroide.

Giovedì alla fine mi sono svegliata alle 10 di mattina (dopo essermi addormentata alle 7) ed ero così scombussolata che mi sono dimenticata di prendere il farmaco, perciò sia di pomeriggio che poi la notte ho dormito sonni profonandi. E anche questa notte devo dire di aver dormito proprio bene (seppur ieri mattina io abbia preso l’Eutirox), perciò magari il mio fisico a questo punto si è abituato, oppure ho accumulato così tanta stanchezza che ad un certo punto dovevo proprio crollare!

A dirvi il vero mio marito è pure spiaciuto che io abbia ricominciato a dormire perchè era felice di trovare la mattina la tavola imbandita con dolci e cibarie varie, la casa ordinatissima e abiti stirati! Ieri sera mia aveva anche suggerito di passare al garage, così non avrei avuto nemmeno il problema di non fare troppo rumore in casa!! E vabbè!

Comunque nel frattempo sono stata anche a fare l’ecografia alla tiroide e il referto ha fortunatamente rivelato dimensioni normali ma tessuti molto vascolarizzati. Pare però che questo in gravidanza sia normale. Al momento quindi direi che è tutto sotto controllo .. e se dovessero tornarmi i super poteri lunari vedrò di sfruttarli al meglio visto che comnuque alla fine le cose da fare sono sempre molte!

Volevo anticiparvi che stò lavorando ad una nuova sezione del blog. Probabilmente sarà una nuove voce di menu che inserirò nell’indice in alto. L’idea è quella di creare una sorta di raccolta, o selezione, di medici consigliati. Questo perchè spesso mi scrivete dicendomi dove abitate e chiedendomi a chi potete rivolgervi e io mi ritrovo a cercare nei vari articoli del blog chi mi aveva detto cosa relativamente a tal medico nella tal città.

L’idea è quindi quella di una sezione che raccolga gli specialisti consigliati in ogni città, magari con i link a testimonianze dirette e, ovviamente, la possiiblità di aggiungere la vostra esperienza, o esprimere un parere, nei commenti sotto. Che ne dite? E, soprattutto, come potremmo chiamarla questa sezione? Medici consigliati? Specialisti di riferimento? Semplicemente ‘a chi rivolgersi’?

Aspetto i vostri consigli (e anche eventuali segnalazioni sui medici da inserire) e intanto ci ragiono un po’ su. Buon fine settimana ragazze!

Ipotiroidismo in gravidanza: è l’Eutirox che mi provoca insonnia?

E’ iniziato tutto con un “normale” controllo dei valori della tiroide che, per scrupolo, mi ha prescritto la dottoressa Elisa Cassina. A inizi agosto il referto indica valore del TSH 3,33. Leggo che i valori di riferimento sono 0,270 – 4,200 perciò la cosa non mi pare affatto preoccupante, ma poi la dottoressa Cassina, e anche il dottor Camanni in realtà, mi spiegano che in gravidanza è bene che il valore del TSH sia molto più basso di quello che è il limite massimo e che se crescesse sarebbe rischioso.

La ginecologa vorrebbe prescrivermi l’Eutirox, il farmaco a base di levotiroxina sodica indicato nella terapia sostitutiva dell’ipotiroidismo ma io non sono convinta perchè preferisco sempre evitare farmaci, di qualsiasi genere, e così decidiamo insieme di ripetere le analisi e di decidere dopo il da farsi.

Proprio come previsto dalla dott.ssa Cassina, però, il referto del 13 settembre riporta un valore del TSH a 3,96 (e tra l’altro in questo secondo esito cambiano anche i valori di riferimento, che diventano 0,45 – 3,5). A questo punto sono “oggettivamente” fuori e, oltre a prscrivermi l’Eutirox, la ginecologa mi consiglia una visita specialistica presso un endocrinologo.

Ho iniziato a prendere l’Eutirox (e anche il ferro, ma questo è un altro discorso) giovedì scorso. Sia giovedì sera che venerdì sera ho faticato a prendere sonno. Sentivo gambe e piedi caldi, e mi sentivo accaldata in generale, tanto che ho pensato che fosse un sintomo della colestasi gravidica, che ha reso molto faticosi gli ultimi tre mesi della gravidanza di Giorgia. Sia giovedì che venerdì ho “risolto” con delle docce gelate, e più o meno sono riuscita a dormire. Sabato e domenica sono stata bene (forse anche perchè sono andata a letto veramente veramente esausta).

Ieri notte però mi sono svegliata alle 2, dopo essermi addormentata credo abbastanza facilmente, e non c’è stato più verso do dormire. Mi sentivo agitata ed energica e non riuscivo a stare sdraiata. Ho vagato un po’ casa, passeggiato sul balcone, e alla fine mi sono messa a fare biscotti per Giorgia e una bella crostata con la marmellata di fragole di Cristina per il Bighi. Poi ho pulito tutta la cucina, riempito la lavastoviglie, letto un po’, e finalmente verso le 7.00 mi sono addormentata. Mi sono svegliata mezz’ora dopo per chiamare Giorgia e il Bighi e poi ho sonnecchiato fino alle 10.

Ho pensato che l’insonnia fosse stata causata dalla cena pesantina che ho fatto da mia suocera, visto che ho mangiato molte polpette mentre di solito non mangio nè carne nè fritti. Oggi non ho nemmeno pranzato, perchè non avevo molto appetito e comunque per non appesantirmi di nuovo, e ho cercato di dormire nel pomeriggio ma senza successo.

Ho pensato quindi che stasera sarei proprio crollata dal sonno, e invece sono quasi le due di notte e sono sveglissima! Sono andata a letto alle 22.30 ma ho passato un’ora nel letto a rigirarmi. Mi sentivo molto irrequieta perciò alla fine mi sono alzata. Ho stirato una valangata di lenzuola (comprese quelle con gli angoli!) che accumulavo da un sacco e un bel po’ di camicie del Bighi. Poi ho preparato delle patate per domani, ho svuotato la lavastoviglie, ho riordinato il salotto, apparecchiato la tavola per la colazione e preparato la caffettiera. E ora sono qui che scrivo, ma il sonno non arriva. Mi sento al contrario stranamente energica!

Ieri ho incontrato l’endocrinologa all’Ospedale Valdese che mi ha diagnosticato la Tiroidite di Hashimoto e mi ha spiegato che questa è una malattia cronica. Pare, praticamente, che io fossi soggetta a ipotiroidismo già prima della gravidanza, ma in forma lieve, e che non me ne fossi mai accorta perchè non ho mai accusato disturbi gravi e comunque non c’è mai stata occassione di effettuare controlli specifici. E pare anche che questa è una cosa che mi trascinerò sempre. Cronica appunto. E che sia possibile che io debba continuare la terapia anche dopo la gravidanza, infatti la dottoressa mi ha scritto l’esenzione per la terapia a base di Eutirox per ben cinque anni.

Diciamo che tutto questo mi ha colto piuttosto di sopresa perchè non avevo mai pensato di poter aver dei problemi alla tiroide e non avevo mai preso in considerazione nemmeno lontanamente la cosa. Tra l’altro chi soffre di ipotiroidismo ha la tendenza ad ingrassare, soprattutto in gravidanza, ma non mi pare di aver preso troppi kili al momento (7 circa) considerato tutto quello che mangio!

A parte ciò però quello che mi preoccupa ora è questa fastidiosissima insonnia, che si accompagna anche ad un senso di agitazione. Vorrei tanto poter dormire sonni tranquilli visto che a breve 7-8 ore di sonno consecutive saranno pura utopia. E poi comunque non mi diverto molto durante queste lunghe e solitarie nottate! Ho il forte sospetto che la terapia con l’Eutirox e la mia insonnia siano collegate ma su Facebook questa sera alcune di voi mi hanno scritto che non è possibile, o almeno che per loro non è stato così.

Domani chiamerò la dottoressa Cassina e le esporrò i miei dubbi, nella speranza che possa propormi un rimedio o un famrco sostitutivo. Dopo domani dovrò anche fare l’ecografia alla tiroide, per raccogliere informazioni anche sulle dimensioni che ha raggiunto (be’, sempre con la speranza di scoprire che non è cresciuta affatto!).

Insomma sono piuttosto perplessa e veramente dubbiosa sul da farsi. E vorrei dormireeeeeee!!!

 

Sesto mese di gravidanza: un po’ di stanchezza e una valangata di esami da fare!

Anche per quest’anno le vacanze sono decisamente volte al termine. Giorgia ha iniziato la scuola lunedì scorso (mamma mia che emozione!) e il mio piratino scalcia ogni giorno un po’ di più. Diciamo che dormire stà diventando difficoltoso nel senso che fatico a trovare una posizione comoda e mi sveglio mille volte a notte, ma tutto sommato stò bene.

Avrei voluto raccontarvi un po’ di più, o comunque più spesso, della mia gravidanza ma non riesco a trovare il tempo perchè nel frattempo stò cercando di lavorare ad un secondo libro (di tutt’altro argomento) e anche di scrivere degli appunti sul Diario della Gravidanza e infine, come forse qualcuna di voi sa, io e mio marito abbiamo anche un blog di viaggi e perciò anche lì un po’ bisognerebbe scrivere!

In questi giorno sono molto stanca e da un po’ sento delle piccole contrazioni sotto, che non è chiaro se siano “normali” contrazioni dell’utero o siano dovute magari a qualche batterio in vagina. La dott.ssa Cassina mi ha consigliato già tempo fa di prendere il Buscopan ma per ora a dirvi il vero non ho ancora preso nulla perchè è tutto sopportabilissimo.

Pare inoltre che i valori della mia tiroide siano un po’ al limite. Cioè, in realtà non proprio al limite visto che sono a 3,33 mentre il massimo dei range è 4,2. Secondo quanto però mi ha spiegato la dott.ssa Cassina fino a poco tempo fa il limite in gravidanza era segnato a 2,5, poi l’hanno alzato a 4,2 per non rischiare di prescriverei la terapia a troppe donne magari inutilmente, e quindi 3,3 resta sempore nel range ma fuori dai vecchi limiti, perciò sarebbe cosigliabile la terapia a base di Eutirox. Visto che gli esami per la tiroide li ho fatti più di un mese fa alla fine abbiamo deciso di ripeterli, tanto devo fare anche la curva glicemica, l’urucultura e il tampone vaginale.

L’urucultura e il tampone vaginale in realtà non sarebbero previsti a questo punto della gravidanza ma ci sono appunto queste piccole contrazioni di cui scrivevo poco sopra e non è chiaro se siano contrazioni dell’utero o solo della vagina a causa magari di qualche batterio, perciò facciamo che controllare il tutto!

Siccome mi sento un po’ stanchina dovrò anche prendere un integratore a base di Magnesio. A quanto pare la stanchezza potrebbe proprio essere causata da un mal funzionamento della tiroide, oppure anche essere normale perchè, insomma, sono al sesto mese ma continuo a fare di tutto come se nemmeno fossi incinta..

La buona notizia però è che peso solo qualche etto in più (non so esattamente quanti perchè mi sono pesata velocemente e vestita in Consultorio) rispetto ad un mese fa perciò praticamente sono in formissima!

Stamattina abbiamo anche sentito il battito del cuore del nostro piratino (un nome definitivo non c’è ancora) e la ginecologa ha constatato che si muove davvero un sacco! Sarà perchè è il secondo, perchè è un maschietto o perchè, come dice il Bighi, avrà preso da me, ma questo cucciolo non stai mai fermo e lo sento continuamente spostarsi da un lato all’altro della pancia, fare capriole e spingere in fuori con un piedino, una manina, o quel che di volta in volta è (per ora posso solo ipotizzare!).

E intanto sono arrivata al sesto mese, anzi quasi alla fine del senso mese, e non mi pare vero! Mi sembravano così lunghi 9 mesi di gravidanza da affrontare e invece stà davvero volando, tra viaggetti e impegni vari. A questo punto rallentare un po’ il tutto non mi spiacerebbe!!