Miomectomia in cliniche convenzionate a Torino

Come promesso ecco gli aggiornamenti dal dr Camanni riguardo la possibilità di sottoporsi ad intervento chirurgico per la rimozione dei fibromi in clinica privata a prezzi convenzionati.

Ecco la possibilità:

  • Clinica Sedes Sapientiae (Torino, Via Giorgio Bidone, 31). Qui sarà possibile sottoporsi a miomectomia per via minilaparotomica al costo di €5.000 circa.
  • Clinica Santa Caterina da Siena (Torino, Via Villa della Regina 19). Qui la miomectomia resettoscopica si dovrebbe poter fare a €2.500 euro.

I tempi di attesa sono di circa 15 giorni.

Per accedere a queste strutture bisogna fissare una visita con il dr Camanni e quindi prenotare l’intervento. Vi ricordo il numero dello studio privato del dottore: tel. 011.6698882

Al momento le sale operatorie della maggior parte degli ospedali italiani, in Piemonte e Lombardia soprattutto, sono drasticamente limitate per mancanza di anestesisti che vengono dedicati ai reparti covid che stanno aumentando esponenzialmente, ahimè.

Per tutte quelle che hanno urgenza e che non possono aspettare ancora la soluzione trovata dal dr Camanni può davvero essere una valida alternativa.

Non esitate a contattarmi per domande o informazioni aggiuntive!

Cliniche a prezzi convenzionati per la cura del fibroma

Ragazzeeeeee! Come state?

So che alcune di voi non se la passano granchè bene .. Purtroppo in molte regioni italiane (la mia in primis) gli ospedali sono stati convertiti alla quasi esclusiva accoglienza di pazienti affetti da Covid ed è impossibile sottoporsi ad interventi o esami per la diagnosi o cura dei fibromi.

Le sale operatorie sono off limits, e gli anestesisti e la più parte del personale sanitario impegnati con le persone contagiate.

Alcune di voi mi hanno scritto per raccontarmi di interventi saltati o annullati all’ultimo, anche dopo gli esami del pre ricovero, e qualcuna di voi mi ha anche chiesto informazioni sull’Ospedale Martini di Torino e sul dr Camanni.

Purtroppo anche il Martini è completamente dedicato alla cura del Covid. Arrivano però buone news dal dr Camanni, che è piuttosto amareggiato dal non poter offrire un adeguata assistenza a chi soffre a causa dei fibromi. Alcune di voi infatti avrebbero urgente necessità di essere operate .. per non parlare poi di chi ha un sarcoma all’utero, che dovrebbe essere curata nell’immediato.

Il dottor Camanni perciò si stà organizzando per operare le sue pazienti in due Cliniche private, la Sedes Sapientiae e la Clinica Santa Caterina da Siena, con prezzi convenzionati. L’idea è quella di poter offrire a chi ne necessita l’intervento e la degenza ad un prezzo molto molto più basso rispetto a quello che verrebbe richiesto solitamente nel settore privato.

Non solo. In una di queste due cliniche sarà forse possibile ottenere una rateizzazione del pagamento direttamente con un consulente interno alla struttura.

Il dottore e la sua equipe sono disponibili ad effettuare gli interventi chirurgici necessari guadagnando molto meno del dovuto allo scopo di aiutare chi soffre in questa situazione di emergenza, che non si sa quanto durerà ancora.

Vi terrò aggiornate appena avrò news, in modo che possiate capire con precisione di che cifre parliamo e come si fa per mettersi in lista.

Intanto, raccontateci come va nella vostra regione, se gli ospedali continuano a funzionare come prima per ogni tipo di intervento o se vi trovate in difficoltà.

Teniamo duro, mi raccomando!

Finalmente sul blog l’elenco dei ginecologi di riferimento!

Finalmente sono riuscita a lavorare alla sezione “Elenco Ginecologi” che da tanto desideravo pubblicare sul blog. Siete sempre in tante (quasi tutte a dire il vero, quando mi scrivete) a chiedermi il riferimento di un buon medico esperto nel tal tecnica piuttosto che nell’altra e ogni volta devo ricercare nella memoria (peraltro con scarsi risultati!) o nelle varie testimonianze pubblicate sul blog.

La cosa però gestita in questo modo è piuttosto dispersiva, perciò già da tempo mi ero ripromessa di pubblicare una sezione dedicata a questo e di renderla quanto più completa possibile. Avevo già studiato come organizzarla e finalmente in questi giorni ho potuto lavorarci.

E così da oggi trovate online la nuova voce di menu “Elenco Ginecologi” (nel menu in alto)!!

La lista di medici indicati è solo un inizio di quel che sarà ed è in continuo divenire. Sono partita dai medici dei quali disponevo già contatti e sufficienti testimonianze ma man mano aggiungerò tutti quelli che mi avete segnalato.

Vi chiedo quindi di scrivermi, via email o nei commenti sotto questo articolo, per indicarmi altri nominativi da inserire nella lista. Se in elenco trovate dei medici che conoscete vi chiedo inoltre, fin da ora, di pubblicare sotto la scheda del medico un vostro parere o esperienza, positivo o negativo che sia. Questo sarà fondamentale per tutte quelle che stanno cercando un bravo professionista cui rivolgersi.

Mi aiutate a completare la sezione? Aspetto tutti i vostri suggerimenti e i vostri pareri!

Grazie di cuore e .. state con me!

Fibromi uterini: un aiuto dalle sostanze naturali

Buongiorno amiche, oggi ho una bella novità da raccontarvi!

Ho appena scoperto che, a quanto pare, esistono delle molecole naturali che possono aiutare nella gestione di quei fibromi uterini che non devono essere operati (per esempio quelli asintomatici e di piccole dimensioni).

Cercando informazioni su terapie alternative per il trattamento dei fibromi ho trovato un articolo della dottoressa Giusi Porcaro che racconta che diversi studi scientifici recenti hanno dimostrato come alcune sostanze naturali come le Epigallocatechine gallato contenute nel tè verde e la Vitamina D possono aiutare nella lotta ai fibromi uterini e a mantenere sano l’utero.

Epigallocatechine Gallato

Le Epigallocatechine gallato (EGCG) sono la principale catechina contenuta nel tè verde, un prodotto naturale, che ha dimostrato di avere numerosi effetti benefici a livello biologico: effetti antinfiammatori, anti proliferativi e antiossidanti.

L’efficacia delle Epigallocatechine gallato sui fibromi è stata osservata in uno studio clinico condotto da Eman Roshdy e altri studiosi, pubblicato sull’International Journal of Women’s Health. I risultati hanno dimostrato che questa sostanza è in grado di inibire la proliferazione dei leiomiomi, agendo sulla riduzione del volume e del peso del fibroma stesso. Ricordiamoci che i fibromi altro non sono che tumori benigni che si sviluppano dalle iperproliferazione delle cellule della muscolatura liscia dell’utero.

L’articolo che cito è accessibile pubblicamente e potete trovalo qui:
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23950663/

Questi risultati rappresentano un’alternativa davvero attraente per la gestione di lungo periodo dei fibromi, e potrebbero aiutare anche a contrastare lo sviluppo di sintomi più gravi risolvibili di solito solo attraverso un intervento chirurgico.

La Vitamina D

La Vitamina D esercita importanti azioni nell’organismo umano e svolge una potente azione immunomodulatoria e antiproliferativa.

Rispetto ai fibromi uterini, una delle scoperte più interessanti è che la carenza di Vitamina D è stata recentemente associata a una maggiore prevalenza di fibromi uterini. Michał Ciebiera e altri autori hanno riportato che i livelli nel sangue di Vitamina D sono inversamente correlati alla gravità dei fibromi. Inoltre, La Vitamina D sarebbe in grado di inibire l’angiogenesi (sviluppo di nuovi vasi sanguigni) e di stimolare l’apoptosi cellulare (morte delle cellule).

Lo studio è stato pubblicato sull’International Journal of Molecular Science e potete trovarlo qui:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5751189/pdf/ijms-18-02586.pdf

In sintesi, sia gli studi che la letteratura scientifica dimostrano come ci siano sostanze naturali, quali l’Epigallocatechina gallato e la Vitamina D, che possono rappresentare un valido aiuto nel mantenere sano, e senza fibromi, il nostro utero.

Come si assumono queste sostanze? Ovviamente, in primis, è fondamentale adottare una corretta ed equilibrata alimentazione (che faticaccia in questi giorni strani in cui non so voi ma io non faccio altro che sfornare dolci, focacce, paste al forno e compagnia bella!). E poi è possibile valutare l’introduzione di alcuni integratori.

Ho scoperto che in commercio esiste un complemento alimentare che si chiama Delphys che è proprio a base di queste sostanze. Chiedete al vostro medico cosa ne pensa, io intanto cerco di reperire maggiori dettagli in merito e di capire se qualcuna di voi l’ha già utilizzato e ha voglia di raccontarci!
Anzi se avete qualche informazione aggiuntiva scrivetela nei commenti!

Esmya sospesa dall’EMA, in attesa di una nuova revisione

Buongiorno amiche, come state?

Voglio condividere con voi un’importante comunicazione dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) che ha iniziato una procedura di revisione di Esmya a seguito della segnalazione di un caso di danno epatico che avrebbe comportato il trapianto di fegato in una donna che assumeva il farmaco. L’EMA quindi raccomanda la sospensione di Esmya durante il periodo di revisione.

Trovate la stessa comunicazione anche sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): https://www.aifa.gov.it/-/comunicazione-ema-su-ulipristal-acetato.

Mi rivolgo perciò a tutte voi che in questo momento state facendo la terapia con Esmya: niente panico! State tranquille, le autorità sanitarie sono già al lavoro per fare tutte le verifiche del caso e speriamo di avere aggiornamenti presto.

Intanto, in attesa che vengano completate le verifiche, e in via precauzionale, è stato disposto che non dovranno essere avviati nuovi trattamenti e che le donne attualmente in terapia con Esmya interrompano la cura. State tranquille, si tratta di misure precauzionali temporanee e non è escluso che presto Emsya sia di nuovo prescrivibile.

Se state assumendo Esmya vi consiglio prima di tutto di consultare il vostro ginecologo.

Io per quanto possibile continuerò a tenervi informate sulla vicenda. E ricordatevi sempre che non siete sole!