Matteo nascerà il 6 dicembre!

Gli ultimi giorni, ahimè, non sono stati molto entusiasmanti. La tosse persistente mi ha causato un’infiammazione dei nervi sul lato destro del corpo.

All’inizio sembrava solo un dolore intercostale, in un punto preciso, che sentitvo solo quando tossivo. Poi il dolore si è espanso su tutto il fianco destro, raggiungendo anche la spalla, e ha iniziato ad essere sempre più persistente. Dapprima ad ogni colpo di tosse, poi ad ogni momento, e infine praticamente sempre, come se mille spade mi trafiggessero il fianco.

Martedì ero con le lacrime agli occhi per il dolore (e per la stanchezza, perchè anche con la Tachipirina 1000 con quelle fitte era impossibile dormire) e siamo andati in Pronto Soccorso. Mi hanno subito fatto una flebo di Tachipirina, e non vedevo l’ora di avere un po’ di tregua dal tutto .. ma purtroppo dopo nemmeno 5 minuti ho dovuto interropomperla perchè mi si è abbassatta troppo la pressione.

La flebo comunque un pochino ha attenuato il dolore e sono stata un po’ meglio. Dopo esami del sangue ed elettrocardiogramma mi hanno mandata in ginecologia per fare visita e tracciato. Ho incontrato una dottoressa molto gentile che è stata molto delicata nella visita, che io non volevo assolutamente fare. L’ecografia ha rivelato un liquido amniotico scarso (la settimana scorsa invece, quando mi ha visitata al Maria Vittoria la dottoressa Chieppa per le analisi pre cesareo, era tutto ok) perciò dovrò tornare a farmi vedere lunedì prossimo.

La dottoressa Cassina mi ha comunque poi detto che la tosse “asciuga” un po’ tutti i liquidi del corpo, compreso il liquido amniotico, e che bevendo tanto posso reintegrare il tutto.

Alla fine mi hanno rimandata a casa ancora dolorante, consigliandomi di stare a riposo. La ginecologa mi ha consigliato la Tachipirina 1000 fino a 3 volte al giorno per controllare il dolore, mentre il medico del Pronto Soccorso mi ha detto che potevo prendere al massimo due Tachipirine 500 al giorno (anzi meglio solo una) e che visto che stavo per avere un bambino dovevo anche capire che un po’ bisogna imparare a sopportare il dolore … Non vi dico tutto quello che è passato nella mia testa in quel momento .. io “devo imparare a sopportare il dolore???”.  Alla fine ho solo risposto che quella non era la prima “disavventura” della mia vita e che so bene cosa significa sopportare il dolore … vabbè … Ho pensato che magari si trova ad interagire anche con persone che si lamentano molto magari per dolori lievi, o che era un modo (poco delicato) di incoraggiarmi .. e comunque non avevo proprio le forze di ribattere.

A completare la pessima mattinata è arrivata poi la telefonata del Dr Camanni, che speravo di avere presente in sala operatoria il giorno del parto. Invece purtroppo non potrà esserci.

Diciamo che tra dolori e altro mi sono un tantino demoralizzata. Tra l’altro io odio stare a riposo!

Ho passato quasi 9 mesi di gravidanza pensado che questo parto sarebbe stato diverso da quello di Giorgia, che non sarei andata al Maria Vittoria, e che mi sarei organizzata per avere in sala operatoria una situazione un tantino più piacevole .. invece sarò nuovamente in balia di chi sarà di turno il giorno del parto e potrò solo sperare.

Ahhhh!! Non vi ho ancora detto!!! Matteo nascerà il 6 dicembre. Tra pochissimo! Solo il pensiero di averlo tra le braccia mi rincuora, perchè comunque vada poi alla fine io avrò lui, il mio specialissimo cucciolo.

Pensatemi ragazze .. e ogni consiglio è ben accetto!

 

 

Ultimo mese di gravidanza!

Ragazze manca meno di un mese alla nascita del mio cucciolo! In realtà mancano 5 settimane alla scadenza ma il cesareo dovrà essere programmato per una settimana o addirittura due prima rispetto alla data prevista.

La prossima settimana, il 15, andrò in ospedale (Ospedale Maria Vittoria di Torino) per sottopormi ai vari esami del pre operatorio e probabilmente quel giorno verrà scelta anche la data del parto. La dottoressa Cassina mi ha spiegato che verrà presa in esame tutta la documentazione delle mie precedenti miomectomie e in base a questa verrà stabilito quanto prima sarebbe meglio procedere.

Diciamo che a me piacerebbe lasciare al calduccio nel mio pancione il mio piccolo quanto più a lungo possibile perchè quando è nata Giorgia (due settimane prima) mi era sembrata una violenza tirarla fuori quando magari lei ancora non era pronta … era piccolissima, tutta raggrinzita, e secondo me avrebbe proprio avuto bisogno di stare ancora un pochino nella pancia. Ricordo che voleva sempre stare in braccio, aveva bisogno di sentire il nostro calore, e per le prime due settimane io e il Bighi l’avevamo tenuta a dormire nel lettone, in mezzo a noi, e che passavamo il tempo a guardarla (faceva una quantità incredibile di smorfiette!) e ad annusarla.

Non vedo l’ora di ripetere questa magica esperienza con Matteo!! Essì .. direi che il nome sarà questo! In realtà il Bighi e Giorgia continuano a preferire Marco ma io stò scrivendo Matteo ovunque, dal fiocco nascita alle decorazioni varie che stò preparando. Chissà come finirà questa cosa, anche perchè a questo punto avremmo proprio dovuto aver deciso!

Io stò bene, a parte una tosse molto forte che non mi lascia dormire di notte e mi da fastidio tutto il giorno. Il mio medico di base mi aveva prescritto l’Augmentin, che è un antibiotico, ma la dott.ssa Cassina mi ha consigliato di provare prima a fare dell’aereosol con il Clenil. Quando però ho letto il bugiardino di quest’ultimo ho deciso di non fare manco questo perchè, seppur non fosse sconsigliato in gravidanza, non era nemmeno garantito che non ci fossero effetti sul bimbo perchè non c’è abbastanza documentazione in merito, perciò non me la sono sentita di rischiare. Poi bo’ magari il rischio è davvero inesistente ma sono più tranquilla così, e mi curo con intrugli di miele e curcuma, tisane e suffamigi .. non è certo un po’ di tosse adesso a spaventarmi!

Spero solo di stare meglio la prossima settimana perchè non vorrei che la tosse fosse un problema per l’anestesia cuo dovrò sottopormi.

Vi dirò, in generale sono piuttosto tranquilla (il che è stranissimo!!!). L’umore è sempre un po’ ballerino perchè in certi momenti mi sento la più felice del mondo mentre in altri qualsiasi cosa mi preoccupa o turba, ma credo sia normale.

Sono un pochino in pensiero solo per Giorgia, che mi sembra stia iniziando a patire un po’ il tutto. Anzi, qualcuna ha qualche consiglio? Lei non si è mai mostrata gelosa dell’arrivo del fratellino, ma anzi sempre molto entuasiasta, ma ultimamente ogin tanto mi sembra molto nervosa o aggressiva (solo con me) senza motivo. Forse ho un po’ sottovalutato la cosa .. insomma è pur sempre una bambina e un po’ di gelosia credo sia normale.

Per il resto tutto procede velocissimamente, tra preparativi in casa, lavoro (stò ancora un po’ lavorando, si..), impegni di Giorgia e nostri e gitarelle varie (quelle non ce le facciamo mai mancare, anche se a volte temo di esagerare un tantino!).

Devo ribadire, come già avevo scritto, che questa gravidanza è stata diversissima da quella per Giorgia, fatta da mille complicazioni. Penso di essere stata ben seguita e ben consigliata, sia dalla dott.ssa Cassina che dal dr Camanni. Della colestasi gravidica, data per certa, non v’è stata traccia, e da quando mi sono abituata all’Eutirox è andato tutto benissimo. La dott.ssa Cassina mi ha consigliato di continuare a prendere Magnesio, Ferro e acido folico e penso che anche questo bel mix di integratori abbia contribuito al mio benessere (per Giorgia non so nemmeno se ho preso l’acido folico fino alla fine oppure no).

Come sempre, affidarsi ai medici giusto risulta fondamentale, anzi può anche cambiare totalmente la prospettiva.

Per i prossimi giorni mi sono ripromessa di permettermi un po’ di riposo in più .. tipo qualche sonnellino pomeridiano.. ce la farò? Penso anche che continuerò a concedermi qualche peccato di gola, visto che al momento ho preso “solo” 8kg e ultimamente mi pare che mi siano tornate le voglie dei primi mesi di gravidanza. Insomma, il programma per i prossimi giorni è godermi il mio pancione perchè, di colpo, mi pare che i tempi inizino davvero a stringere!

 

Ipotiroidismo in gravidanza: è l’Eutirox che mi provoca insonnia?

E’ iniziato tutto con un “normale” controllo dei valori della tiroide che, per scrupolo, mi ha prescritto la dottoressa Elisa Cassina. A inizi agosto il referto indica valore del TSH 3,33. Leggo che i valori di riferimento sono 0,270 – 4,200 perciò la cosa non mi pare affatto preoccupante, ma poi la dottoressa Cassina, e anche il dottor Camanni in realtà, mi spiegano che in gravidanza è bene che il valore del TSH sia molto più basso di quello che è il limite massimo e che se crescesse sarebbe rischioso.

La ginecologa vorrebbe prescrivermi l’Eutirox, il farmaco a base di levotiroxina sodica indicato nella terapia sostitutiva dell’ipotiroidismo ma io non sono convinta perchè preferisco sempre evitare farmaci, di qualsiasi genere, e così decidiamo insieme di ripetere le analisi e di decidere dopo il da farsi.

Proprio come previsto dalla dott.ssa Cassina, però, il referto del 13 settembre riporta un valore del TSH a 3,96 (e tra l’altro in questo secondo esito cambiano anche i valori di riferimento, che diventano 0,45 – 3,5). A questo punto sono “oggettivamente” fuori e, oltre a prscrivermi l’Eutirox, la ginecologa mi consiglia una visita specialistica presso un endocrinologo.

Ho iniziato a prendere l’Eutirox (e anche il ferro, ma questo è un altro discorso) giovedì scorso. Sia giovedì sera che venerdì sera ho faticato a prendere sonno. Sentivo gambe e piedi caldi, e mi sentivo accaldata in generale, tanto che ho pensato che fosse un sintomo della colestasi gravidica, che ha reso molto faticosi gli ultimi tre mesi della gravidanza di Giorgia. Sia giovedì che venerdì ho “risolto” con delle docce gelate, e più o meno sono riuscita a dormire. Sabato e domenica sono stata bene (forse anche perchè sono andata a letto veramente veramente esausta).

Ieri notte però mi sono svegliata alle 2, dopo essermi addormentata credo abbastanza facilmente, e non c’è stato più verso do dormire. Mi sentivo agitata ed energica e non riuscivo a stare sdraiata. Ho vagato un po’ casa, passeggiato sul balcone, e alla fine mi sono messa a fare biscotti per Giorgia e una bella crostata con la marmellata di fragole di Cristina per il Bighi. Poi ho pulito tutta la cucina, riempito la lavastoviglie, letto un po’, e finalmente verso le 7.00 mi sono addormentata. Mi sono svegliata mezz’ora dopo per chiamare Giorgia e il Bighi e poi ho sonnecchiato fino alle 10.

Ho pensato che l’insonnia fosse stata causata dalla cena pesantina che ho fatto da mia suocera, visto che ho mangiato molte polpette mentre di solito non mangio nè carne nè fritti. Oggi non ho nemmeno pranzato, perchè non avevo molto appetito e comunque per non appesantirmi di nuovo, e ho cercato di dormire nel pomeriggio ma senza successo.

Ho pensato quindi che stasera sarei proprio crollata dal sonno, e invece sono quasi le due di notte e sono sveglissima! Sono andata a letto alle 22.30 ma ho passato un’ora nel letto a rigirarmi. Mi sentivo molto irrequieta perciò alla fine mi sono alzata. Ho stirato una valangata di lenzuola (comprese quelle con gli angoli!) che accumulavo da un sacco e un bel po’ di camicie del Bighi. Poi ho preparato delle patate per domani, ho svuotato la lavastoviglie, ho riordinato il salotto, apparecchiato la tavola per la colazione e preparato la caffettiera. E ora sono qui che scrivo, ma il sonno non arriva. Mi sento al contrario stranamente energica!

Ieri ho incontrato l’endocrinologa all’Ospedale Valdese che mi ha diagnosticato la Tiroidite di Hashimoto e mi ha spiegato che questa è una malattia cronica. Pare, praticamente, che io fossi soggetta a ipotiroidismo già prima della gravidanza, ma in forma lieve, e che non me ne fossi mai accorta perchè non ho mai accusato disturbi gravi e comunque non c’è mai stata occassione di effettuare controlli specifici. E pare anche che questa è una cosa che mi trascinerò sempre. Cronica appunto. E che sia possibile che io debba continuare la terapia anche dopo la gravidanza, infatti la dottoressa mi ha scritto l’esenzione per la terapia a base di Eutirox per ben cinque anni.

Diciamo che tutto questo mi ha colto piuttosto di sopresa perchè non avevo mai pensato di poter aver dei problemi alla tiroide e non avevo mai preso in considerazione nemmeno lontanamente la cosa. Tra l’altro chi soffre di ipotiroidismo ha la tendenza ad ingrassare, soprattutto in gravidanza, ma non mi pare di aver preso troppi kili al momento (7 circa) considerato tutto quello che mangio!

A parte ciò però quello che mi preoccupa ora è questa fastidiosissima insonnia, che si accompagna anche ad un senso di agitazione. Vorrei tanto poter dormire sonni tranquilli visto che a breve 7-8 ore di sonno consecutive saranno pura utopia. E poi comunque non mi diverto molto durante queste lunghe e solitarie nottate! Ho il forte sospetto che la terapia con l’Eutirox e la mia insonnia siano collegate ma su Facebook questa sera alcune di voi mi hanno scritto che non è possibile, o almeno che per loro non è stato così.

Domani chiamerò la dottoressa Cassina e le esporrò i miei dubbi, nella speranza che possa propormi un rimedio o un famrco sostitutivo. Dopo domani dovrò anche fare l’ecografia alla tiroide, per raccogliere informazioni anche sulle dimensioni che ha raggiunto (be’, sempre con la speranza di scoprire che non è cresciuta affatto!).

Insomma sono piuttosto perplessa e veramente dubbiosa sul da farsi. E vorrei dormireeeeeee!!!

 

Qualche aggiornamento sulla mia gravidanza: sono al sesto mese!

Eccomi amiche! E’ da stamattina che volevo un po’ aggiornarvi sulla mia gravidanza, ma ho dovuto “star dietro” a mio marito che è stato preso da un attacco di casalinghite acuta e vaga per casa riempiendo scatoloni di cose (mie) da burrar via perchè tanto secondo lui non le uso.

Sarà perchè ultimamente lo stò un po’ stressando perchè voglio fare un po’ di modifiche alla cameretta di Giorgia, in attesa del piccolo, o per una serie tv sul vivere minimal che ha guardato in un paio di notte insonni, ma oggi era folle e incontrollabile e ho dovuto sorvegliarlo a vista. Per fortuna ora è uscito e io posso scrivere tranquilla!

Abbiamo trascorso gli ultimi giorni in montagna e tornare a Torino, dove il clima è ancora afoso e soffocante, è stato uno shock. Al mattino sono assolutamente ko (probabilmente ho la pressione un po’ bassa) e devo sedermi continuamente, e subito dopo pranzo ideam.

Nonostante io non mi stia attenendo ad una dieta ipocalorica, ma anzi abbondi forse, come al mio solito, di dolci e carboidrati, al momento non ci sono cenni della colestasi gravidica, che tanto temo e che aveva notevolmente complicato la gravidanza di Giorgia, costringendomi ad un cesareo anticipato (oltre che a numerosi esami e tracciati).

La settimana scorsa, anzi quella prima ancora in verità, per una serie di ragioni sono stata costretta a tre diverse analisi del sangue, praticamente un giorno si ed uno no. Prima sono andata all’asl per gli esami di routine. Poi quando ho incontrato la ginecologa, il giorno dopo in occasione dell’ecografia morfologica,lei mi ha consigliato di sottopormi alle analisi per la diagnosi della spina bifida, che non è identificabile con il test del DNA fetale, per scrupolo. In realtà quando sono andata al Sant’Anna per effettuare l’esame mi hanno spiegato che era tardi, nel senso che in genere viene effettuato prima della morfologica, e che se l’ecografia appena fatta non aveva evidenziato anomalie nella colonna vertebrale del mio bambino era davvero un po’ inutile sottopormi all’esame del sangue. Però ormai ero lì e avevo apsettato un sacco perciò l’ho fatto. Il giorno dopo sono tornata dalla dottoressa Cassina e ci siamo accorte che negli esiti degli ultimi esami mancava il test per la rosolia. Eppure sono sicura che nella scheda dell’agenda della gravidanza fosse indicato … forse si sono dimenticati di farmelo, o comunque di consegnarmi gli esiti .. e così il giorno successivo sono tonata all’asl e rifare gli esami.

Settimana pesantina insomma .. e poi ditemi come faccio io a stare a dieta se dopo ogni esame ho “dovuto” fare colazione al bar con la brioche?? 🙂

A parte queste piccole disavventure sono davvero contenta di come stà procedendo la mia gravidanza. Con Giorgia a quest’ora (sono già al sesto mese!) mi era già capitato di tutto, mentre adesso stò benone. Le vacanze al mare sono state meravigliose, in montagna ho camminato tanto e sono stata al fresco e i primi di settembre partiremo per un’altra bella settimana di mare, e sento davvero di potermela godere alla grande.

Chissà magari riuscirò anche a lavorare fino all’ultimo, e pure a comprare tutti i regali di Natale per tempo!

Il piccolo scalcia tantissimo e spesso vediamo proprio la pancia muoversi, rialzarsi, ondeggiare .. è proprio diverso da Giorgia che era molto più tranquilla e aveva invece spessissimo il singhiozzo. Sarà bellissimo crescere questo cucciolo!

 

Ecografia morfologica all’Ospedale Valdese

Ragazze l’altro ieri sono stata a fare l’ecografia morfologica ed ho visto il mio piccolo calciatore, che non voleva farsi misurare la testolina!

Avevo prenotato l’ecografia morfolofica all’Ospedale Valdese di Torino (hanno fatto tutto dal consultorio) che è una struttura che ancora non conoscevo. Devo dire che ho trovato un bell’ambiente, piacevole e curato, e che sono stata accolta con simpatia e gentilezza sia alla reception che, soprattutto, dalla dottoressa Cassina che ha effettuato l’ecografia e dal persona che era nello studio con lei.

Non posso che riconfermare il mio ottimo giudizio della dottoressa Elisa Cassina, che ha svolto l’esame in maniera scrupolosa e delicata, rendendolo davvero piacevole. Come me c’erano il Bighi e anche Giorgia, che ha sentito il cuore del fratellino e seguito il tutto con molta attenzione. Ha addirittura risposto lei quando la ginecologa mi ha chiesto a che settimana di gravidanza ero!

Sinceramente sono davvero commossa dall’atteggiamento che ha nei confronti del fratellino in arrivo e da tutte le attenzioni che ha per me. Non c’è sera che non venga a darmi un grosso bacia sulla pancia, magari dopo avermi appoggiato per un po’ l’orecchio addosso per indovinare cosa fa il piccolo. E’ davvero tenerissima! Se la sua gravidanza era stata più emozionante sotto alcuni aspetti proprio perchè era la prima ed era tutto nuovo, condividere ora questo momento con lei, oltre che con il Bighi, è davvero meraviglioso!

Vi mostro il video girato per gioco mentre eravamo in sala d’attesa, perchè mi pare bello condividere con voi un momento che è stato per noi tanto intenso e tanto emozionante.

Il piccolo si muove un sacco, già da quando eravamo in vacanza, quindi direi quasi da un mesetto. Questo mi è parso strano perchè non mi sembrava di aver sentito Giorgia già al quinto mese. Mi hanno detto che i secondi figli si sentono di più perchè l’utero oppone meno resistenza, e che quindi è normale. Sarei curiosa di andare a vedere quanto misurava Giorgia all’ecografia morfologica ma ho portato in cantina tutti i documenti della prima gravidanza.  In ogni caso credo che questo cucciolotto sia molto più grosso, anche perchè è un maschietto..

Oggi ho anche ritirato gli esiti delle ultime analisi del sangue. Devo confessarvi che ero un po’ in pensiero perchè in Grecia mi sono un po’ .. come dire .. fatta “prendere la mano” e ho mangiato varie insalate di pomodori. Ho sempre spiegato la situazione e chiesto che le verdure venissero lavate con particolare attenzione però una volta a casa sono stata assolita dai sensi di colpa e ho cominciato a preoccuparmi. Per foruna niente toxoplasmosi!

Domani andrò al Sant’Anna per un altro prelievo perchè la dottoressa Cassina mi ha consigliato di effettuare l’esame per la spina bifida, che da quanto ho capito non viene diagnosticata dal test del DNA fetale. In realtà la morfologica ha rivelato una colonna vertebrale dritta e priva di anomalie, però per scrupolo ho deciso di fare comunque le analisi.

Dopo domani infine scoprirò quanti kili ho preso (la mia bilancia di casa non funziona) .. nella speranza di non deludere la dott.ssa Cassina che si è tanto raccomandata di seguire una dieta leggera. La questione è che è quasi certo che la colestasi gravidica, che ha reso pittusto complicati gli ultimi mesi della gravidanza di Giorgia, sopraggiunga anche per questa gravidanza, e con un po’ di “dieta” posso posticipare più possibile questo momento.

Sinceramente io in vacnaza ho mangiato anche vari fritture di calamari (oltre alle insalate!), un po’ di gelati e qualche pita, e qui mi sono già concessa qualche aperitivo fuori, dolcetti vari e piatti non proprio da considerarsi “lggeri” .. Speriamo di non aver preso troppi kili!  Incrociamo le dita .. vi faccio sapere!!