Loriana alla ricerca di una cura omeopatica per i fibromi

Loriana ha 47 anni e da poco ha scoperto di avere un mioma di 4,4x 4,00 cm. La visita ginecologica e la storia della sua famiglia non fanno sperare in una menopausa imminente, perciò Loriana deve seriamente valutare il da farsi.

Negli ultimi anni ha trascurato la sua salute e sottovalutato diversi sintomi perchè si è dovuta occupare dei problemi medici di alcuni parenti ed oggi si trova in una situazione poco piacevole: sopporta un mal di schiena incessante che dura ormai da due mesi, deve curare dei problemi intestinali al momento fortunatamente risolti con il Colinox, un farmaco naturale e soffre per un’anemia piuttosto forte che la porta ad avere hgb 9,9, ferro 16 e ferritina 2.

Ho infatti appena iniziato  a prendere il Ferrofast che per fortuna al momento tollera bene (negli anni ha preso diverse volte il Ferrograd ma praticamente non l’ha mai assimilato) . Integra la carenza di ferro con la dieta e con le bustine di ferrotone prese con la spremuta o con il succo d’arancia.

Loriana ha sempre avuto il ciclo molto abbondante ma negli ultimi anni ha vissuto episodi di vere e proprie emorragie. così le è calata calata la vista in modo importante ed è molto molto stanca.

La sua ginecologa le ha consigliato una cura con Esmya, presentandole il farmaco che ora è mutuabile con il piano terapeutico. Sul mio blog Loriana ha però letto che purtroppo Esmya non è una panacea rispetto a quello che si legge dalla presentazione e dalle sperimentazioni che sono state fatte. Lei è un’ estimatrice dell’ omeopatia (ha anche curato suo figlio fin da piccolo con questa tecnica) e mi ha segnalato un protocollo pilota di Bioterapie ed Omeopatia ideato dal dr. Gianfranco Trapani che sicuramente mi piacerebbe indagare (metto anche questo approfondimento in lista).

Loriana ha proposto la terapia presentata dal dr. Trapani anche alla sua ginecologa che però ha espresso dubbi sull’efficacia di un trattamento di questo tipo. A suo avviso infatti Loriana necessita di un “trattamento d’urto” ed Esmya pare essere una buona soluzione.

Loriana chiede quindi se qualcuna delle lettrici del blog ha mai provato una cura omeopatica per i fibromi e quali risultati ha ottenuto. Non è molto convinta della terapia su Esmya perchè la spaventa incidere sull’equilibrio ormonale, senza poi magari ottenere granchè.

Chi ci parla di una buona cura omeopatica?