Laparotomia vs mini laparotomia: non è affatto la stessa cosa!

Colgo al volo l’occasione che mi ha fornito Arianna, raccontandomi ciò che le ha spiegato la sua ginecologa a proposito di laparotomia e mini laparotomia, per fornire a tutte un chiarimento, e soprattutto per inaugurare la nostra nuova rubrica “NON E’ VERO”!

Arianna deve purtroppo sottoporsi ad intervento chirurgico per rimuovere il suo fibroma e, secondo la sua ginecologa, date le dimensioni del maledetto (11cm), procedere in laparotomia piuttosto che in mini laparotomia sarebbe uguale, nel senso che si tratterebbe dello stesso tipo di intervento.

Non-e-vero

Durante l”intervento in laparotomia il chirurgo pratica un’incisione sul basso ventre e lavora sull’utero, che viene aperto con un mini divaricatore, mentre quest’organo è dentro l’addome. Con la mini laparotomia l’utero viene estratto dall’addome, sempre attraverso un’incisione nel ventre, e il chirurgo lavora sull’utero mentre questo è all’esterno del corpo, quindi lo ripone e ricuce.

La mini laparotomia necessita quindi di un taglio più piccolo e la ripresa è più veloce e meno dolorosa. Io ho avuto la sfortuna di provare entrambi gli interventi e vi assicuro che le differenze sono abissali! Mi sono sottoposta a intervento in laparotomia per rimuovere un fibroma di 4cm e ho avuto dei dolori fortissimi, sia nel post operatorio che dopo, e ci ho messo quasi un mese per riprendere a pieno la mia normale quotidianità. Tre anni dopo (quindi ero più vecchia! E avevo anche già avuto la mia piccola con taglio cesareo) ho subito un intervento in mini laparotomia per togliere un fibroma di 10 cm e ho avuto dolori sopportabilissimi nel post operatorio e ho ricominciato a camminare e a fare quasi tutto come prima in una settimana.

Quindi non è uguale. Per niente.

Arianna forse “risolverà” contattando il dr. Camanni, il chirurgo che ha operato me, oltre che altre amiche del blog, in mini laparotomia.