Rimanere incinta dopo l’embolizzazione: è possibile o no?

Quella della possibilità di una gravidanza dopo l’embolizzazione è una questione sulla quale avevo già indagato in passato e che da tempo mi riprometto di approfondire.

Nonostante sia stata in cima alla mia infinita lista di post da scrivere, argomenti da affrontare, medici da contattare e testimonianze da pubblicare, non ho ancora trovato il tempo di dedicarmici in maniera adeguata. Tempo fa su Facebook abbiamo accennato alla cosa e qualcuna di voi mi aveva chiesto allora, e ricordato pochi giorni fa (grazie Valentina!), di cercare di scoprire se qualcuna delle ragazze del blog, o anche magari una lettrice occasionale, può raccontarci di aver intrapreso e portato a termine con successo una gravidanza dopo l’embolizzazione dei suoi fibromi.

In passato avevo affrontato il tema chiedendo al dr Lupattelli se era possibile avere una gravidanza dopo l’embolizzazione del fibroma uterino e pubblicando il video con la sua risposta. Gli avevo anche chiesto, in un’altra intervista, se l’embolizzazione compromette l’utero, e quindi può rendere difficoltosa la gravidanza.

Secondo quanto mi aveva spiegato l’embolizzazione dovrebbe portare una migliora vascolarizzazione delle ovaie, e quindi facilitare la gravidanza. Nella pratica però non ho mai effettivamente sentito la storia di nessuna donna rimasta incinta dopo l’embolizzazione .. Eppure mi avete scritto in tante, ma proprio in tante tante, perciò sono molto dubbiosa in proposito.

Lancio quindi un appello a tutte voi che leggete. Se vi siete sottoposte ad embolizzazione e poi siete rimaste incinte, vi prego, raccontatecelo! Aspettiamo con trepidazione i commenti di chiunque abbia qualche informazone in merito.

Gravidanza dopo miomectomia: Cinzia cerca testimonianze

Cinzia ha da poco scoperto di avere tre grossi fibromi ed è molto preoccupata perchè non ha ancora figli ma vorrebbe averne.
Mi ha scritto per dirmi di aver spulciato il blog in lungo e in largo, senza trovare testimonianze di donne che parlano di gravidanza portata a termine dopo un intervento chirurgico o dopo l’embolizzazione.
Io le ho spiegato che in generale le mie “fibroma fighters” seguono il blog finchè vivono in prima persona la lotta contro i fibromi. Poi una volta risolta la cosa, com’è giusto che sia, sono pronte a iniziare a loro nuova vita lasciandosi tutto alle spalle, perciò la maggior parte delle volte io poi non ho più notizie riguardo a gravidanze o nascite.
Le ho raccontato però che io ho avuto la mia Giorgia subito dopo il primo intervento di miomectomia, che in molte siete state operate e poi avete avuto dei figli (e dopo ancora magari vi è tornato il fibroma) e che Linda ci ha raccontato della nascita del suo Manuel dopo un intevento in laparotomia.
So per certo dunque, che dopo laparotomia, laparoscopia e isteroscopia è naturalmente possibile affrontare una gravidanza. Anzi spesso l’utero “ripulito” (come amano dire i medici) è nella migliore condizione possibile per la gravidanza.
Per quel che riguarda invece embolizzazione e gravidanza, avevo già chiesto in passato un parere al dr. Lupattelli e avrò a breve una sopresina in merito, perchè il dr. Lupatelli ci spiegherà in prima persona, e nel dettaglio, se e come l’embolizzazione può compromettere la gravidanza.
Cinzia mi ha chiesto però di porrela sua domanda sulla gravidanza post miomectomia a voi. Vorrebbe sapere quante sono riuscite a diventare mamma dopo un intervento chirurgico o dopo l’embolizzazione.
Il  ginecologo che le ha diagnosticato i i fibromi e le ha consigliati di rimuoverli non le ha garantito l’integrità del suo utero, per questo lei cerca testimonianze da chi ce l’ha fatta.
Ragazze, chi ci racconta il suo bel lieto fine?