Angelica non sa se cercare una gravidanza con un fibroma o no

Angelica ha 33 anni e abita a Lodi. Ha un fibroma di 10cm e non sa quale strada scegliere per affrontarlo. La sua idea è quella di cercare un’altra gravidanza (ha già una bambina) e non vorrebbe in alcun modo precludersi questa possibilità.

Buongiorno, vorrei condividere la mia esperienza e avere un parere, se possibile.
Ho fatto una laparotomia per un fibroma di 12 cm di diametro, ricresciuto in circa 5 anni.
Mi sono accorta quando ero già in gravidanza di avere un nuovo fibroma intramurale di 8×7 cm..è andato tutto bene, gravidanza senza nessuna complicazione e taglio cesareo alla 39 esima settimana. Due anni e mezzo fa è nata Emily e il mio fibroma è ancora qui (10 cm di diametro).
Non vorrei togliermi la possibilità di avere un’ altra gravidanza. Parlando con un ginecologo e con un esperto di embolizzazione, con pareri contrastanti, ci sono varie possibilità:
– abbandonare l’ idea di una gravidanza
– monitorare il.fibroma e rischiare un’altra gravidanza
– fare una laparotomia e rischiare di avere una gravidanza a distanza di tempo, ma con utero tagliato già tre volte
– fare l’embolizzazione ( secondo il.ginecologo non è una via sicura se si ha in mente una gravidanza).

Non so proprio cosa fare..

Chi embolizza dice che si può fare senza rischio per la fertilità, il mio ginecologo dice che tagliare è rischioso, forse più del fibroma stesso e dovrei aspettare minimo un anno, che fibromi così grandi non vengono asportati da protocollo in laparoscopia.
Vi ringrazio in anticipo per qualche consiglio!
Angelica

Secondo me se il desiderio di Angelica è quello di avere un altro bambino non dovrebbe abbandonare l’idea, anche perchè potrebbe rimpiangerlo per tutta la tua vita. Le ho raccontato che io mi trovavo esattamente nella sua situazione: due laparotomie per due fibromi e un taglio cesareo, e il forte desiderio di avere un altro bambino. Il che poteva non essere semplicissimo data la situazione del mio utero. Però come sapete a dicembre 2018, con il quarto taglio sulla mia pancia e nel mio utero, è nato il mio Matteo, e non c’è giorno in cui io non mi chieda come avremmo potuto rinunciare a lui!

Un fibroma di 10cm è piuttosto grosso .. l’idea di una gravidanza mi sembrerebbe rischiosa, ma io non sono un medico e il parere migliore può darlo solo il suo ginecologo, o meglio ancora il chirurgo che l’ha operata l’ultima volta.
L’embolizzazione però potrebbe essere rischiosa..
La strada più scomoda, e più faticosa anche, è purtroppo quella di un nuovo intervento chirurgico .. ma perchè non una laparoscopia? E poi anche se dovesse per forza essere laparotomia, io sono la dimostrazione vivente che è possibile!!!

 

 

Dopo gli aborti causati dai fibromi, la laparotomia di Marianna

Eccolo il lieto fine di Marianna, che ha dovuto soffrire molto prima di arrivare all’intervento chirurgico. I suoi fibromi le hanno infatti causato, purtroppo, ben due aborti. Marianna non ha avuto molta scelta e si è infine sottoposta ad una laparotomia dutante la quale le hanno tolto ben 7 fibromi!

Ciao Eleonora ti scrivo per dirti che mi sono operata il 5 maggio laparotomia di ben 7 fibromi il più grande dei quali di 6 cm.

Il post operatorio è stato complicato solo le primissime ore post intervento, ma posso dire di esser stata bene da subito. Ho perso poco sangue non ho avuto bisogno di trasfusioni e il giorno dopo ero già in piedi da sola senza aiuto di nessuno. Sono stata dimessa in 4 giornata ma perché sono voluta restare io un giorno in più a causa di un mal di testa atroce che non mi ha fatto dormire due notti e in più avevo dolori alla spalla e gabbia toracica per via del tavolo operatorio. Ho sofferto più per quello devo ammetterlo.

La ferita a me ha fatto male pochissimo mi alzo benissimo già da subito e in casa faccio tutto moderatamente. Niente a che vedere con il cesareo che mi ha portato via la mia piccola a 22 settimane 8 mesi fa. Ora devo fare il controllo fra un mese, mi ha operato lo stesso dottore che ha operato Mirella, grazie a lei che mi ha indirizzata e incoraggiata, spero fra qualche mese di pensare ad una nuova gravidanza con la paura sempre con me perché chi ha vissuto un trauma del genere lo porta sulla pelle negli occhi nel cuore e in ogni organo.

Ora come ora è subentrata un po’ di paura che tutto possa succedere a me, soffro di ansia e anche a volte mi capita di avere attacchi di panico. Chissà quando questo finirà spero al più presto possibile perché ho solo 32 anni. Ad oggi io ho compiuto il primo passo, la mia parte il mio atto di amore l’ho fatto.

Care ragazze vorrei dirvi non abbiate paura affidatevi a mani esperte e pregate sempre un bacio.

Un augurio gigantesco, con tutto il cuore, alla nostra Marianna, perchè lei possa coronare presto il sogno di diventare mamma. Coraggio Marianna! Il peggio è passato e ora per te ci saranno solo tante cose belle. Ti abbracciamo forte e aspettiamo piene di speranza tue news!