Ultrasuoni focalizzati all’Ospedale San Salvatore all’Aquila: chi ha info in merito?

Michela ci aveva già scritto tempo fa raccontandoci del suo desiderio di diventare mamma e dei suoi piccoli fibromi. Quando abbiamo pubblicato la storia di Michela lei aveva appena iniziato la terapia con Esmya ed era in procinto di sottoporsi a polipectomia.

Oggi Michela scrive:

.. a fine agosto ho fatto l’intervento di polipectomia nella pausa tra il 1° e il 2° ciclo di trattamento con esmya (pausa piuttosto lunga, oltre 3 mesi…).
A inizio settembre ho ricominciato il trattamento con esmya e ho notato molti meno fastidi rispetto al 1° trattamento. Oggi ho fatto la visita di controllo dalla ginecologa e il fibroma, che con il 1° ciclo di cura era passato da 5 a 3.5cm, ora misura circa 3.3 cm e per ora la dottoressa mi sembrava propensa a farmi fare un 3° ciclo l’anno prossimo 😦
Le analisi istologiche hanno rilevato una tendenza polipoide quindi, sempre l’anno prossimo, bisogna valutare se è il caso di fare una cura di progesterone per tenere i polipi “a bada” (cosa che, da quanto ho capito, non è possibile fare in contemporanea con esmya).
Il pensiero di andare ancora avanti con queste cure non mi entusiasma, quindi poco fa ho provato a cercare info sul trattamento ad ultrasuoni che credevo fosse disponibile solo a Milano/Roma (per me difficili da raggiungere) e invece ho visto che da alcuni anni è disponibile anche a L’Aquila… molto più comodo per me!!! C’è tra i vostri contatti qualcuna che ha fatto il trattamento proprio al San Salvatore? Mi sembra però di aver capito che per il mio fibroma (intramurale) non sarebbe una terapia adatta…”.

Michela cerca quindi informazioni riguardo il trattamento con ultrasuoni focalizzati all’Ospedale di San Salvatore all’Aquila . C’è qualcuno che conosce questo centro e che può dare informazioni in merito a Michela?