Pillola Yasminelle: chi la conosce?

Ilaria cerca informazioni sulla pillola Yasminelle.

Il suo ginecologo gliela ha prescritta per tenere a bada un fibroma intramurale. Ilaria prima prendeva la pillola Zoely e vorrebbe capire cosa aspettarsi con questo cambio.

Buongiorno Eleonora, buongiorno ragazze.
Scrivo perché vorrei un vostro consiglio. La mia storia,in breve,è questa: ho un fibroma intramurale che stavo tenendo sotto controllo con la pillola Zoely, però mi causa spotting frequentissimo. Siccome ultimamente il fibroma è diminuito un po’ il mio ginecologo mi suggerisce di non fare l’intervento ma di cambiare pillola, perché lo spotting causatomi da Zoely mi sta portando all’anemia. Lui mi ha prescritto Yasminelle. Volevo sapere se qualcuna di voi la conosce ed eventualmente come si è trovata.
Un caro saluto a tutte,
Ilaria

Qualcuna che prende Yasminelle può aiutare Ilaria?

 

Ilaria indecisa riguardo l’embolizzazione del fibroma

Ilaria ha 44 anni, abita a Bologna e anche lei combatte quello che chiama “il problema”.

Ilaria ha scoperto di avere un fibroma 9 anni fa, quando il suo ciclo di solito regolare ha iniziato ad essere emorragico. La sua ginecologa le ha diagnosticato un utero deformato dalla fibromatosi con un fibroma maggiore nella zona posteriore e le ha consigliato di non sottoporsi ad alcun intervento chirurgico perchè dopo poco tempo, a suo avviso, si sarebbe trovata nella situazione iniziale. Essendo Ilaria all’epoca single, sarebbe stto secondo la ginecologa meglio aspettare che lei desiderasse avere una gravidanza e intervenire chirurgicamente solo in quel momento.

Così Ilaria ha tenuto a bada il suo fibroma con la pillola Yasminelle, tollerandola bene e riscontrando solo una decina di volte in 9 anni qualche piccola emorragia.

Dopo un anno di trascuratezza nei controlli (Ilaria un anno fa ha avuto una polmonite ed altri problemi personali) ha scoperto che  il “mostro” – come lo chiama lei – si è svegliato ed è cresciuto ancora. Ad oggi infatti il suo addome presenta una protuberanza degna di una gravidanza avanzata. La soluzione dei medici è ovviamente (e quanto mi fa male scrivere “ovviamente” l’isterectomia .. “e non ci pensiamo più“.

Un professore dal quale si è recata Ilaria le ha proposto la terapia con Esmya, che lei ha iniziato un paio di mesi fa, con la speranza di riscontrareuna riduzione significativa delle dimensioni del fibroma, o comunque una qualunque regressione utile per un intervento più tranquillo.

Poi ha letto del prof. Lupattelli e stà valutando la possibilità di farsi visitare. Ilaria è molto incerta, non solo sulla via migliore da intraprendere ma anche sull’aspetto economico della sua decisione. Per la salute si fa ogni tipo di sacrificio, però Ilaria non può negare che comunque anche il lato economico pesi. Lei stà acquistando una casa e il so stipendio non è poi così alto.

Intanto vorrebbe completare i 3 mesi di terapia con Esmya e verificare l’attuale situzione. Maddy ha risposto a tutte le domande di Ilaria riguardo l’embolizzazione. In attesa di sapere com’è andata con Esmya e di ricevere aggiornamenti da Ilaria le mandiamo un grosso in bocca al lupo!