Patrizia embolizzata a Palermo dal dott Valenza

Pubblico con piacere la mail di Patrizia, che si è sottoposta ad embolizzazione per un fibroma di 13cm. Patrizia mi ha scritto già un mese fa ma avevo fatto confusione tra la sua esperienza e qualla di una suo omonima perciò ho tardato con la pubblicazione.

Ecco qua il suo bel lieto fine!

Carissima Ele, non ti ho scritto prima perché volevo raccontarti tutta la mia storia e desideravo si concludesse bene. Devo dire che ci sono i presupposti ed è per questo che ora ti scrivo e ti racconto tutta la mia storia.

Dopo il parto ogni anno ho sempre fatto i miei controlli per arrivare a 4 anni fa, la ginecologa mi disse che avevo dei polipetti all’utero e che dovevo togliere e così ho fatto, ma la stessa non si accorse che avevo anche un piccolo mioma di pochi millimetri. Questo mi è stato riscontrato durante uno screening al consultorio per la prevenzione del tumore al collo dell’utero.  Da qui è iniziato il mio calvario, in pochi mesi da pochi millimetri mi sono ritrovata un mioma di 4 cm e mestruazioni emorragiche. Cominciai a fare terapie, prima con pillole anticoncezionali poi antiemorragiche fino a quando la ginecologa mi ha proposto l’intervento. A questo punto ho cambiato ginecologo ed ho provato l’Esmya.

Finita la terapia ero nuovamente in lista per l’intervento. Ecco che improvvisamente inizio a cercare su internet soluzioni diverse,prima provai a contattare Roma per gli ultrasuoni poi cominciai a leggere su internet dell’embolizzazione e di un certo dottor Lupattelli. Infine ho trovato il tuo blog e da li ho contattato Luppatelli e ci siamo incontrati a Catania. Devo dite che non sono rimasta molto contenta fino a quando ho trovato di meglio a Palermo vicino casa.  

Il Prof Perino primario dell’ospedale Cervello e il radiologo interventista che mi ha operata Dott. Valenza. Di quest’ultimo ho un’altissima opinione, non solo ha perfettamente devascolarizzato il mio mioma ormai di 13cm ma in lui ho trovato un professionista e una persona umana. Sono stata operata il 27 maggio è gia un mese ho avuto la mia 1 mestruazione e aspetto la 2, ho fatto la mia prima risonanza e ora farò gli altri esami.
Grazie di aver creato questo blog mi ha aiutato molto e mi auguro che la mia esperienza servi a molte persone soprattutto siciliane che non sanno dove andare.
Grazie sempre Patrizia.

Grazie Patrizia per ver condiviso la tua storia con noi!

Loredana e l’embolizzazione a Palermo

Pubblichiamo l’email di Loredana alle prese con un fibroma:

Ciao sono Loredana con fibroma di 10 cm in atto.
Sono reduce da una visita traumatica, dove mi si era data per spacciata, sentenza inappellabile: isterectomia! Perché no? recita il ginecologo, tanto a 51 anni non e’ che deve procreare! A che le serve ormai l’apparato genitale? ??
Sono sconcertata e abbattuta.
Fortunatamente nella disperazione mi informo, cerco nel web e scopro che esiste una tecnica assolutamente mininvasiva e conservativa, l’embolizzazione e che a Palermo la praticano all’Ospedale Cervello.
Approfondiscono la ricerca e mi imbatto in questo fantastico blog. Subito vengo contattata e mi ritrovo tra care amiche mi incoraggiano a proseguire per la strada dell’embolizzazione a non arrendermi alla terribile prospettiva della mutilazione.
Mi scrive Eleonora, Maddy e Antonella con la quale ho il piacere di parlare telefonicamente. Tutte care ragazze fonte di preziosi consigli e di inesauribile supporto. Nel frattempo faccio la visita con il Prof. Perino ginecologo dell’ospedale Cervello che con molta serenità e umanità mi tranquillizza, e alla mia richiesta di essere sottoposta all’embolizzazione, mi dice che farà valutare la mia situazione al radiologo interventista e nel mentre mi mette in lista per gli esami di rito.
Attualmente care amiche sono in attesa e spero tanto che l”attesa sia proficua e breve.

Loredana, ti facciamo un grosso in bocca al lupo e che tutto proceda per il meglio.