Antonella e l’aborto spontaneo causato dai fibromi

Antonella segue il blog da tanto tempo. Qualche tempo fa ha lasciato un commento all’articolo sulla mia isteroscopia operativa, così io e le Fibroma fighters le abbiamo chiesto se aveva voglia di raccontarci di più sulla sua esperienza con i fibromi … ed ecco la sua storia, che pubblico così come ce l’ha raccontata lei.

 

A novembre del 2014 scopro di essere rimasta incinta, premetto che il mio compagno col quale sto da 12 alla fine del 2012  scopre di avere un cancro al testicolo, che gli viene completamente asportato e segue tuttora in follow up stretto (controlli frequenti) non avendo fatto terapie tipo chemio o radio.

Felicità a 1000…Ma dopo neanche un mese, prima di aver fatto la prima eco, ho delle perdite. Vado al pronto soccorso più vicino e mi accoglie uno str..zo, il quale mi rimprovera per i fibromi e mi comunica, con assenza totale di tatto, che la gravidanza non andrà avanti e sicuramente mi faranno il raschiamento e poi intervento di rimozione dei fibromi. Mi manda a casa e invitandomi a recarmi di nuovo in ospedale (meglio se un altro) una volta che le perdite fossero divenute più copiose… E purtroppo succede dopo poche ore. Naturalmente mi reco in un altro ospedale e vengo accolta molto bene, ricoverata e lo perdo spontaneamente (i particolari li aggiungerò poi).

Mi diagnosticano una fibromatosi uterina a nodi multipli (non si capisce bene quanti), ma mi dicono che se volessi avere una gravidanza potrei provare l’intervento, non privo di rischi data la mia catastrofica situazione…Mi faccio consigliare il miglior ginecologo-chirurgo in questi interventi e mi metto nelle sue mani. Lista d’attesa di 6 mesi, intervento di miomectomia in minilaparotomia a luglio 2015 (tra l’altro coincidente con la data presunta del parto). Intervento lungo e difficile. Mi asportano 11 fibromi di cui 2 di 9 cm e gli altri tra i 3 e i 5. Perdo molto sangue e per un pelo evito la trasfusione. Dimissione dopo 6 gg. Ripresa molto lunga, taglio di 11 cm che quasi non si vede. Si nota di più la cicatrice del drenaggio, fatta dagli studenti…

Ora, dopo quasi 8 mesi di pillola per non rischiare una gravidanza che avrebbe comporatto la rottura dell’utero, scopro di avere ancora 6 fibromi (lasciati probabilmente dall’intervento) e un probabile polipo… Sono veramente stanca…Devo sentire ancora il mio ginecologo!

Non possiamo che rivolgere un grosso in bocca al lupo ad Antonella, invitandola a non demoralizzarsi e a sentire anche altri pareri, oltre a quelli del suo ginocologo. Aspettiamo inoltre di sapere dove abita, così magari qualcuna di voi potrà consigliarle un bravo medico.

Siamo con te Antonella!