Ultrasuoni focalizzati per la rimozione di fibromi: intervista al Dott. Napoli


Ecco, finalmente, l’approfondimento relativo alla terapia con ultrasuoni focalizzati, che pubblico grazie alla disponibilità di Daniela Mancinelli, la Patient Manager del Dott. Napoli del Policlinico Umberto I di Roma, che ha risposto in maniera esaustiva e puntuale a tutte le mie domande.

In cosa consiste la terapia con ultrasuoni focalizzati per la rimozione di un fibroma uterino?
Come funziona?

“La terapia con ultrasuoni focalizzati sfrutta l’energia delle onde acustiche (ultrasuoni) per distruggere i fibromi in modo del tutto non-invasivo, senza quindi ricorrere a tagli o incisioni. L’energia degli ultrasuoni viene infatti focalizzata in un punto specifico ove determina un aumento della temperatura fino a bruciare il tessuto patologico senza tuttavia determinare danni alle strutture limitrofe. Ciò è possibile grazie alla guida delle immagini di Risonanza Magnetica che permette la pianificazione del trattamento oltre che il controllo in tempo reale del trattamento stesso.

La terapia con ultrasuoni focalizzati ha come effetto principale quello di ridurre la sintomatologia sia legata al sanguinamento che alla sensazione di peso; in generale il tessuto del fibroma viene distrutto e il corpo lo riassorbe in un tempo variabile di soggetto in soggetto, riducendone conseguentemente le dimensioni .Questo trattamento innovativo è eseguito in regime di Day-Hospital utilizzando una sedazione cosciente e si è dimostrato sicuro ed efficace nel controllo del fibroma e dell’adenomiosi, senza effetti collaterali severi.

Un vantaggio maggiore di questa terapia, oltre alla già citata totale non-invasività, è la possibilità di preservare la fertilità nelle donne che ne fossero desiderose.”

 

La terapia con ultrasuoni focalizzati è indicata per alcune tipologie di fibromi in particolare o può essere utilizzata per il trattamento di tutti i fibromi uterini?
C’è un limite nelle dimensioni dei fibromi uterini trattabili?

“Per determinare la fattibilità del trattamento con ultrasuoni focalizzati è necessaria preliminarmente una valutazione individuale che si esegue principalmente attraverso un esame di Risonanza Magnetica della pelvi con mdc. In nessun modo possiamo porci limiti e tipologie di fibromi se prima non abbiamo visto l’esame diagnostico di risonanza.”

E’ una terapia dolorosa?

“Il trattamento prevede una leggera sedazione fatta dall’anestesista per limitare il dolore.”

Quante donne si sono già curate, con successo, con la terapia degli ultrasuoni focalizzati?

“Molte donne visto che sono ormai 4 anni che utilizziamo questa tecnica in Italia.”
 

La terapia degli utlrasuoni focalizzati viene effettuata solo all’ospedale Niguarda di Milano?

“Questa nuova tecnologia che stiamo utilizzando viene effettuata presso:
– l’Ospedale Niguarda di Milano
– il Policlinico Umberto I di Roma

A chi possono rivolgersi tutte le interessate? 

“Per quanto riguarda il Policlinico Umberto I le interessate possono scrivere direttamente alla mail : milella.veronica@gmail.com”

Date un’occhiata anche al sito del dr. Napoli, in particolare alla sezione dedicata ai fibromi:

http://www.alessandronapoli.it
http://www.alessandronapoli.it/fibroma-uterino

Grazie Daniela!


25 thoughts on “Ultrasuoni focalizzati per la rimozione di fibromi: intervista al Dott. Napoli

  1. Pingback: Maledetto Fibroma
  2. Pingback: Maledetto Fibroma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...