Monia alle prese con Esmya e il Decapeptyl


Pubblico con piacere la mail di Monia, nella sua interezza. Monia ci scrive per condividere con noi la sua esperienza con il suo Maledetto Fibroma e con l’assunzione di Esmya, che ha rivelato effetti collaterali nel suo caso devastanti. Povera Monia!

Buongiorno a tutte le Fibroma Fighters in ascolto, vorrei dare un contributo, se possibile, raccontando la mia esperienza che sto tutt’ora vivendo contro il Maledetto. Sono Monia, ho 40 anni (41 a settembre) e da poco meno di un anno ho scoperto di avere un fibroma intrauterino di circa 4 centimetri.
Il tutto è cominciato un annetto fa, appunto, quando sono andata dalla mia nuova ginecologa per un controllo post-conizzazione (ero stata operata a causa del papilloma virus in CIN 2-3… non mi faccio mancare proprio nulla! 🙂 la quale,  facendo un’ecografia interna mi ha comunicato la presenza di un fibroma che non sapevo di avere…
Ok: ho sempre avuto mestruazioni super-abbondanti e piuttosto dolorose, ultimamente anche più del solito, ma davo la colpa all’operazione e al fatto che dovevo ancora “sistemarmi” del tutto.
In realtà la causa di tutto (anche della mia emoglobina arrivata al penoso valore di 7.1…! Livelli da trasfusione, secondo il mio medico) era LUI.
La mia ginecologa mi ha quindi proposto un ciclo di terapia di tre mesi con Esmya, da ripetere poi per altri 3 mesi prima di asportare ciò che sarebbe rimasto del fibroma: questo per ridurlo il più possibile e non avere nessun problema all’utero, dato che il fibroma si trova in una posizione particolarmente “sfigata”: se volessi avere figli (…e dovrei darmi una mossa vista l’età che avanza!), il fibroma in quella posizione (intrauterino sottomucoso), potrebbe davvero essere un problema, oltre che ai consueti disturbi durante il ciclo mestruale.

Il primo ciclo con Esmya è stato… devastante.
Premetto che sono una ragazza che solitamente sopporta abbastanza bene il dolore (se ho sopportato per anni quelle maledette mestruazioni dolorosissime, lo posso affermare con certezza!) ma Esmya mi ha davvero “preso malissimo”: tanto per cominciare ho fatto il primo mese con mestruazioni/perdite ininterrotte che mi hanno resa uno straccio ambulante, dolore alla parte bassa della schiena a causa del quale non riuscivo a stare in piedi per troppo tempo, stanchezza, dolori ai muscoli ed alle ossa come se avessi sempre la febbre, voglia di piangere dal mattino alla sera, gonfiore dovuto alla ritenzione idrica (ma questo era il meno). Sono riuscita in qualche modo a portare a termine i tre mesi di terapia, ma ho chiesto espressamente alla mia ginecologa che preferivo mille volte farmi operare piuttosto che subire altri tre mesi di tortura con Esmya.

Lei mi ha visitata ed ha constatato che il fibroma si era ridotto della metà!  Ma è ancora troppo grande per essere asportato in una sola volta…
Le alternative erano: o fare l’asportazione (non vi so dire che tipo di operazione sarebbe adatta a me, non ho approfondito con la ginecologa) in due sedute, oppure fare un altro ciclo di terapia con un altro tipo di farmaco, sperando che questo mi potesse dare meno disturbi possibile, o almeno più sopportabili di quelli che mi ha dato Esmya.
Ho optato per la seconda alternativa: il decapeptyl 3,75.
Proprio ieri ho fatto la prima delle tre iniezioni previste per il ciclo di tre mesi e, fino ad ora non ho avuto alcun disturbo se non un pò di nausea, ma non voglio cantare vittoria troppo presto…
Spero davvero che questo ciclo di tre mesi sia l’ultimo prima di affrontare l’operazione di asportazione del fibroma, perchè ne ho abbastanza di tutti questi farmaci che mi “inquinano” il corpo.
Spero che possiate capirmi, anche se so bene che molte di voi hanno subito ben di peggio rispetto a quello che ho subito io.
Nonostante tutto, ci tengo a dire che gli effetti collaterali di Esmya sono del tutto SOGGETTIVI: non voglio spaventarvi con la mia testimonianza, ognuna di noi è diversa, io sono stata un pò sfortunata perchè a me ha dato parecchi disturbi, ma è stata MOLTO efficace nel ridurre il fibroma, e mi è dispiaciuto non poter ripetere la terapia trimestrale. Spero soltato che il Decapeptyl lo sia altrettanto… vi terrò informate,
in bocca al lupo a tutte!
Monia

In bocca al lupo a te cara Monia, e grazie per aver condiviso la tua esperienza. Tienici aggiornate!


6 thoughts on “Monia alle prese con Esmya e il Decapeptyl

  1. Eccomi qui a commentare per prima la mia mail!
    A distanza di quattro settimane dalla prima iniezione di Decapepeptyl 3.75 posso affermare con sollievo che la terapia sta procedendo alla grande! Ho avuto pochissimi disturbi i primi giorni dopo la puntura, e poi praticamente più nulla… nemmeno le tanto temute vampate di calore dalle quali, tutte le persone che avevano avuto a che fare con questo farmaco, mi mettevano in guardia! 🙂
    Dopo una brutta esperienza con Esmya, l’esperianza con il Decapeptyl è al 100% positiva!
    A presto! Monia

  2. Cara Monia, prima di tutto è una bella notizia che tu ti senta in forma. Certamente saprai che il Decapetyl come farmaco agonista delle gonadotropine non può essere assunto più di un certo periodo più che altro per l’effetto che ha sul calcio delle ossa. Detto questo, avendo le giuste informazioni alla tua età capirai cosa è meglio fare. Innanzitutto rimettiti in forma. Se con il farmaco ottieni una buona riduzione del fibroma potresti come dire “prender tempo” o più facilmente pensare ad un trattamento ulteriore. Auguri!

    1. Ciao Carmen,
      grazie per l’incoraggiamento 🙂
      La ginecologa che mi ha in cura ha previsto per me tre mesi di terapia con il Decapeptyl, dopodichè faremo un’ecografia per vedere di quanto si sarà ridotto il fibroma e per capire se a questo punto si può operare per asportare ciò che ne rimane o se occorre fare altri 3 mesi di terapia.
      Anche lei mi ha informato che può provocare fragilità alle ossa se assunto per lunghi periodi, infatti spero tanto di dover fare solo 3 mesi di cura e non di più 😉
      Mi ha parlato anche del fatto che può causare disturbi come la depressione, e anche da questa vorrei prendere le distanze, visto che ho già avuto problemi di questo tipo in passato…
      Vi terrò comunque aggiornate!
      A presto
      Monia

  3. Buongiorno!
    Anche io ho un fibroma e mi hanno consigliato, tra le altre cose, di provare con Esmya prima dell’operazione, ma leggendo tutte le vostre testimonianze e considerando i problemi alla schiena che mi ha creato l’ultima pillola che ho usato (Gracial), ho deciso che Esmya non fa proprio per me!
    Grazie a tutte voi che raccontate le vostre esperienze e soprattutto grazie all’amministratrice del blog.

  4. Ho 51 nn sono ancora in menopausa e ho assunto x 2 fibromi di circa 2 cm Esmya x 3 mesi……chiaramente e’ personale il giudizio ma credetemi…….devastante……non la prendero’ mai più…nemmmeno fosse l’unico farmaco sul mercato!!!! Dolori ossei ovunque…..vampate si calore anche ai piedi ma la cosa più grossa……..umore sotto le scarpe…..vedevo nero ovunque…..x me Esmya la possono anche togliere dal mercato !!! A livello ormonale mi ha distrutto…l’ho finita da 2 mesi e comincio adesso a stare meglio…….mi venivano attacchi d’ansia a go go…..esperienza negativissima!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...