Eleonora e l’esenzione per la terapia con Esmya


Eleonora ha 30 anni e ha scoperto il suo fibroma uterino pochi mesi dopo il suo matrimonio.

La scoperta del maledetto è stata per lei un trauma anche perchè la sua ginecologa (che Eleonora ha subito lasciato senza tanti rimorsi) le ha diagnosticato questo problema ma non le ha assolutamente spiegato cosa comportasse la presenza del mioma. Le ha semplicemente detto di provare a rimanere incinta e che poi si sarebbe definito man mano il da farsi.

Qualche tempo dopo, non contenta di quest’avara spiegazione, Eleonora ha chiesto consiglio a una sua collega che le ha parlato molto bene del suo attuale ginecologo.

Dopo una prima visita questo medico le ha spiegato accuratamente cosa significa avere un fibroma e come comportarsi per prevenirne la crescita. Innanzitutto le ha sconsigliato di intraprendere al momento una gravidanza (per fortuna) e le ha dato una cura che si chiama INOFERT COMBI per 8 mesi. Si tratta di una terapia piuttosto costosa ma non impossibile da intraprendere (€21.20 la confezione di 20 compresse dentro).

In secondo luogo l’ha messa in lista d’attesa per un eventuale operazione. Infine, le ha prescritto Esmya come preparazione (o sostituzione, nella migliore delle ipotesi) all’intervento.

Eleonora si è quindi recata dal suo medico per chiedere la ricetta per il farmaco, ma lui mi ha risposto che non era mutuabile e che si trattava di una cura molto costosa. Piuttosto demoralizzata Eleonora si è recata dalla sua farmacista di fiducia,  che è una sua cara amica, per scoprire il reale costo di Esmya. Lei cercando negli archivi a computer le ha poi dato la buona notizia: Esmya è mutuabile se il ginecologo prepara un piano terapeutico che poi il medico di base riporta sulla classica ricetta la dicitura ‘NOTA 51‘.

Piena di entusiasmo Eleonora si è preoccupata Esmya e piena di entusiasmo ha iniziato la sua cura e al momento si trova al  13° giorno di terapia. I sintomi che per ora ha riscontrato consistono in capogiri frequenti e qualche vampata di caldo improvviso (tutti effetti riportati nel bugiardino ).

Ora continua la sua vita e la sua cura aspettando la prossima visita che sarà a  maggio.

Eleonora ha voluto mettere la sua esperienza a disposizione di tutte perchè ci teneva a precisare che anche quando il ginecologo dice che Esmya non è detto che sia così.

Colgo l’occasione per informarvi che ho ricevuto alcune segnalazioni riguardo il fatto che in alcune regioni d’Italia Esmya non fosse passata dalla mutua. Ciò mi è sembrato piuttosto strano ma forse l’ignoranza o la scarsa preparazione di alcuni medici potrebbero essere la spiegazione alle informazioni discordanti che ho ricevuto.

In bocca al lupo a Eleonora che ha appena intrapreso la cura con Esmya. Spero tanto che la terapia sia risolutiva e ti consenta di evitare l’intervento e di festeggiare presto l’inizio della gravidanza!


7 thoughts on “Eleonora e l’esenzione per la terapia con Esmya

  1. ho 23 anni ed anche io sto prendendo questo farmaco da ormai due mesi. il mio fibroma è rimasto per ora tale e quale, in compenso sto accusando una marea di effetti collaterali che mi hanno demoralizzata parecchio. sono già in un brutto periodo e sto odiando questa maledetta pillola perchè mi peggiora ulteriormente l’umore, ho ritenzione idrica, sono gonfia come un pallone, isterica, non vado in bagno…. e pare non ne valga le pena. non è che qualcuno che ha già fatto la cura sa dirmi se è tutto normale e se davvero mi aiuterà?

    1. Ciao Enrica,
      qua trovi un po’ di esperienze e pareri riguardo ad Esmya
      https://fibromauterino.wordpress.com/2014/10/28/esmya-funziona-o-no-facciamo-il-punto/
      Come leggerai, per alcune ha funzionato e per altre no (come la sottoscritta!).
      Gli effetti collaterali purtroppo sono stati una realtà concreta per molte, quindi questo direi che è normale.
      Se ti va scrivimi in privato così mi racconti meglio la tua storia e vediamo se posso esserti utile in qualche modo. E comunque, un grosso in bocca al lupo!

      1. ciao scusa il ritardo e scusa ma non ho idea di come contattare in privato, però posso dirle la mia esperienza qui 🙂 mi hanno operato martedì 28. esmya l’ho dovuto sospendere perchè non ce la facevo più e sapevo che non stava funzionando, quindi ho deciso di farmi operare quanto prima. anestesia totale, laparotomia. l’intervento è stato relativamente breve e semplice perchè per fortuna il mostro era sottosieroso, perciò l’hanno tolto facilmente e non ho perso molto sangue. 12×10 cm. punti interni, mi hanno lasciato svegliare autonomamente quindi dopo 3 ore in totale ero in camera. per 48 ore mi hanno somministrato in tutto 20 mg di morfina, perciò il giorno dell’intervento è stato praticamente di estasi, il giorno seguente mi hanno tolto il catetere e fatto alzare. sono riuscita già alla sera a fare qualche passo in corridoio e a lavarmi autonomamente. i dolori sono stati sopportabili, il massimo disagio me l’ha dato l’aria che non riuscivo a espellere e ovviamente la ferita che tirava e bruciava parecchio ma comunque nulla di ingestibile.. tra una cosa e l’altra mi hanno dimesso in terza giornata e ora sono a casa felicemente, cammino ancora un po’ gobba perchè la ferita “tira”, però sono davvero sollevata e serena 🙂 ho avuto fortuna. a grandi linee è andata così 🙂

  2. Ciao ragazze,
    ho bisogno di parlarne con qualcuno perché non mi sento minimamente capita… Ho 24 anni e a febbraio mi è stato trovato questo fibroma di 5 cm, ho iniziato Esmya a fine febbraio con l’arrivo del primo ciclo; il punto è che questo mese il ciclo mi è arrivato comunque, con 5 giorni di ritardo, inizialmente avevo poche perdite e a dire la verità è andato in aumentare, oggi è il settimo giorno e ho avuto ancora perdite. Più che demoralizzata sono davvero spaventata, nessuno è chiaro, ho prenotato oggi la visita ginecologica e vediamo quando mi danno l’appuntamento. Non ho avuto effetti collaterali fino ad ora, però la mia ansia è che stia crescendo ancora …. a 24 anni vivere con queste angosce è davvero un incubo.

    1. Cara Enrica,
      nel bugiardino di Esmya c’è scritto che è molto probabile che il ciclo salti durante la terapia, però questa non è una certezza, perciò potrebbe anche essere “normale” che a te sia venuto.
      Se ti va scrivimi in privato così mi racconti bene la tua storia e vedo se posso esserti utile in qualche modo. In bocca al lupo!

  3. Buongiorno a tutte, vorrei sapere se qualcuna di voi dopo aver concluso la cura con esmya ha avuto problemi di ciclo “emorragico”. Sono un po’ spaventata. Ho effettuato ben due cicli di esmya ed il fibroma è passato da 5 cm a 2,1 quindi teoricamente ha fatto effetto ma io la cura l’avevo iniziata proprio perchè i cicli abbondanti avevano fatto precipitare il ferro sotto i piedi (ferritina a 1,19). Per sette mesi il ciclo non l’ho avuto ma adesso ho recuperato appieno in soli due giorni. Uso la coppetta mestruale che contiene ben 30 ml di liquido ed ogni 15 minuti per più di 5 ore e per tre giorni consecutivi dovevo correre in bagno completamente allagata. Qualcuna di voi ha avuto questi tipi di problemi??

    1. Ciao Florence, non so risponderti perché io finisco il primo ciclo questo mese. Però so per certo che le misure del fibroma non sono collegate al sanguinamento, ovvero anche con un fibroma piccolo si può perdere molto sangue e viceversa. Tanto che io ho perdite notevoli da 3 anni, ma la pancia gonfia da fibroma da un anno solo. Anche se hai perso molto sangue questa volta, non è detto che tu sia tornata subito anemica… hai rifatto le analisi? Certo avevi livelli bassissimi… prima quanto sangue perdevi, se posso chiedertelo? Io ho un fibroma di 10 cm e da tre anni nei due giorni centrali del mestruo uso assorbenti interni che tengono 15 gr e che mi durano 1 ora… soprattutto però il mio sangue nel tempo è diventato molto liquido, per cui mi scappa fuori da tutte le parti e macchio qualunque cosa. Facci sapere cosa dice il medico che ti segue, magari! Una ragazza qui una volta ha scritto che le hanno detto che sono normali cicli abbondanti nelle pause, per via dell’endometrio che si sfalda, a quel che ho capito. Credo sia una reazione… A me interessa anche sapere cosa farai ora che hai finito la cura, ovvero se farai l’intervento o ti hanno parlato di altri cicli o di attendere sviluppi.
      Scusami per le tante domande e le poche risposte. Ho il mio primo controllo tra qualche giorno, la pancia si è sgonfiata, ma sono agitatissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...