L’incontro di Claudia con il dr. Lupattelli


Riporto con piacere le evoluzioni della vicenda di Claudia, che ho raccontato nel post Claudia e la terapia con Esmya.

Claudia si è messa in contatto con Fulvia al secondo ciclo di terapia con Esmya, che ha fatto come lei due cicli di terapia con Esmya, e che si è rivelata una persona dolcissima e gentilissima, allo scopo di confrontarsi e, perchè no, sostenersi un pochino.

Poi ha deciso di prendere appuntamento a Milano con il dr. Lupattelli. Fin da subito è rimasta stupita dalla facilità che ha riscontrato nel contattare Nuccia, la segretaria del dr. Lupattelli, prima tramite e mail e poi per telefono. E poi anche la visita è stata piacevole e confortante.

Riporto direttamente quello che mi ha scritto Claudia, perchè non saprei come meglio esprimere le sue emozioni.

.. ieri sono andata a Milano per la visita. Giornata massacrante iniziata alle 6.30 e finita alle 22.00 tra metrò, tram, treno, folla e caldo torrido. Devo dire però che ne è valsa la pena, il Dott è esattamente tutto quello che ho letto su di lui e MOOOOOLTO di più. Abbiamo parlato tantissimo, lui è gentile, umile, risponde a tutto, ti spiega ogni cosa in maniera chiara ed esaustiva. Ci ha chiesto da dove venivamo e poi qual era il mio problema….appena ha sentito di cosa si trattava mi ha detto: signora potrei raccontarle io la sua storia. Ed è veramente così, dice le cose che ti aspetti di sentire, tutto quello che hai vissuto, paure ed illusioni, stanchezza fisica e mentale, TUTTO. Mi ha parlato di suo padre, uno dei primi ad attuare la tecnica del palloncino al posto del bypass cardiaco. Lui gli diceva che era pazzo a voler portare avanti l’idea dell’embolizzazione per i fibromi. Mi ha chiesto se ero stata consigliata dal mio ginecologo, io gli ho detto che sono arrivata a lui tramite internet e tramite voi. Gli ho raccontato del blog di Eleonora e del fatto che sono in contatto con una ragazza operata verso aprile. “Chi, Fulvia?” mi fa lui “è una ragazza che ho preso molto a cuore”. Beh, con questa frase mi ha letteralmente conquistata, ho visto la sensibilià e l’umanità oltre l’indubbia competenza. Abbiamo parlato anche di L’embolizzazione dei fibromi uterini di Katia, hanno un progetto per il quale lui scriverà un articolo appena può, per divulgare la tecnica. Mi ha detto dell’ostracismo dei ginecologi…poi ha visionato la mia rmn e ha detto che io sono un caso classico, non ci sarebbero problemi con l’operazione. Molto onestamente mi ha detto che non vuole assolutamente spingere all’intervento, che se la terapia medica funziona ed esmya non mi da noia, visto che non c’è nessuna urgenza, lui continuerebbe rifacendo una risonanza al termine dei tre mesi per vedere l’effettiva riduzione (se c’è stata). Guardando le mie eco. infatti. ha detto che secondo lui la riduzione riscontrata dal mio ginecologo è esagerata (cosa che cominciavo a sospettare anche io). Se ci saranno problemi od emorragie interverremo subito e lui RISOLVERA’ IL MIO  PROBLEMA…..si è raccomandato di non arrivare all’ultimo, perchè lui ha visto casi anche di donne con 3 di emoglobina perchè avevano tirato troppo la corda. Gli ho chiesto del dolore post operatorio e lui mi ha detto che non consiglia la peridurale (anche se può aiutare nel controllo del dolore) perchè può dare problemi anche a lungo termine (tipo cefalea per tre mesi!) e quindi opterebbe per l’anestesia locale e terapia antalgica, anche con morfina, se necessario. Mi ha chiesto se soffrivo di dolori mestruali, mai avuti, ed ha aggiunto che questo è molto positivo, che forse sentirei meno dolore, anche se ha sottolineato che è molto soggettivo. Mio marito gli ha chiesto se ci possono essere casi di rivascolarizzazione e lui ha detto che, oltre ad essere molto rari, si verificano dopo 10, 15 anni dall’embolizzazione e nel mio caso sarei già in menopausa da un bel pò! Per quanto riguarda esmya ha detto che non occorre essere fuori dalla terapia, si può intervenire in qualsiasi momento (alè). Io ho intenzione di intervenire sicuramente (a meno che non avvenga un miracolo o….la menopausa!) e a fine agosto farò una nuova risonanza, mi solleva il fatto di non dover comunque aspettare molto. Scusa se mi sono dilungata un pò troppo, ma l’argomento lo richiedeva! Grazie ancora di tutto e bacioni”.

Grazie Claudia per la tua preziosissima testimonianza, e grazie dr. Lupattelli per la sensibilità e l’umanità che ha dimostrato a Claudia e a molte altre ragazze del blog.


2 thoughts on “L’incontro di Claudia con il dr. Lupattelli

  1. Cara Claudia,
    sono felice per te che l’incontro con il dott. Lupattelli sia stato molto positivo.
    Ti auguro al più presto che tutto si risolva per il meglio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...