Gravidanza dopo miomectomia: Cinzia cerca testimonianze


Cinzia ha da poco scoperto di avere tre grossi fibromi ed è molto preoccupata perchè non ha ancora figli ma vorrebbe averne.
Mi ha scritto per dirmi di aver spulciato il blog in lungo e in largo, senza trovare testimonianze di donne che parlano di gravidanza portata a termine dopo un intervento chirurgico o dopo l’embolizzazione.
Io le ho spiegato che in generale le mie “fibroma fighters” seguono il blog finchè vivono in prima persona la lotta contro i fibromi. Poi una volta risolta la cosa, com’è giusto che sia, sono pronte a iniziare a loro nuova vita lasciandosi tutto alle spalle, perciò la maggior parte delle volte io poi non ho più notizie riguardo a gravidanze o nascite.
Le ho raccontato però che io ho avuto la mia Giorgia subito dopo il primo intervento di miomectomia, che in molte siete state operate e poi avete avuto dei figli (e dopo ancora magari vi è tornato il fibroma) e che Linda ci ha raccontato della nascita del suo Manuel dopo un intevento in laparotomia.
So per certo dunque, che dopo laparotomia, laparoscopia e isteroscopia è naturalmente possibile affrontare una gravidanza. Anzi spesso l’utero “ripulito” (come amano dire i medici) è nella migliore condizione possibile per la gravidanza.
Per quel che riguarda invece embolizzazione e gravidanza, avevo già chiesto in passato un parere al dr. Lupattelli e avrò a breve una sopresina in merito, perchè il dr. Lupatelli ci spiegherà in prima persona, e nel dettaglio, se e come l’embolizzazione può compromettere la gravidanza.
Cinzia mi ha chiesto però di porrela sua domanda sulla gravidanza post miomectomia a voi. Vorrebbe sapere quante sono riuscite a diventare mamma dopo un intervento chirurgico o dopo l’embolizzazione.
Il  ginecologo che le ha diagnosticato i i fibromi e le ha consigliati di rimuoverli non le ha garantito l’integrità del suo utero, per questo lei cerca testimonianze da chi ce l’ha fatta.
Ragazze, chi ci racconta il suo bel lieto fine?

10 thoughts on “Gravidanza dopo miomectomia: Cinzia cerca testimonianze

  1. Anche io ho il suo stesso dubbio. Ho appena fatto lo stesso intervento e vorrei iniziare a cercare un bimbo. Ho interpellato vari medici che purtroppo danno pareri contrastanti. Non so nemmeno io come fare….

  2. Ciao! Io sono Francesca ho 33 anni , mi sono operata per togliere voluminosi fibromi nel 2013 ( isteroscopia operativa) e nel 2015 ( laparoscopia convertita in laparotomia perché uno dei fibromi era diventato di 25 cm!) . Tutt’ora ero già in lista per altra isteroscopia operativa ..Quindi a interventi sono messa bene!! Ho scritto ero e non sono perché..Nel frattempo sono rimasta incinta. Naturalmente. Sto in gravidanza a rischio e la terapia è divano-letto- niente sforzi- niente faccende domestiche ovviamente, ma la bimba cresce, è molto ben attaccata nonostante la presenza di fibromi intramurali il cui maggiore è 5 cm e un sottomucoso di 4 cm cervicale. Il ginecologo che mi segue qui riteneva impossibile che io potessi superare il terzo mese senza avere aborto spontaneo, perché il mio utero è ingrossato e deformato dai fibromi. Ma la vita trova sempre il modo e ora sono al quarto mese, sto bene, e sto zittendo tutti. P.s. gli interventi ai fibromi li ho fatti tutti al Niguarda di Milano. Lì mi dissero che una gravidanza era possibilissima e infatti!
    Diciamo che il bimbo lo puoi avere, devi solo mettere in conto che sarà una gravidanza molto ” da star calma e ferma” 🙂

  3. Se andrà tutto bene fino alla fine, sto valutando di fare il cesareo programmato al Niguarda, dove mi han già detto che preservano l’utero invece di toglierlo assieme al bimbo. La motivazione di chi lo toglie è l’elevato rischio di emorragia al momento dell’incisione, ma loro mi han detto che piuttosto predisporrnno sacche di sangue in più! Ma l’utero me lo lasciano che è un mio diritto.
    Successivamente al parto prenderò contatti per eliminare i fibromi in culdotomia. E prenderò un parere anche per la embolizzazione.

  4. So di una testimonianza di una donna che post-embolizzazione ha avuto un bambino che è stata aiutata da Lupattelli, ho visto la testimonianza su youtube, ma a parte lei non so di nessun altra, la ginecologa che ho incontrato al Gemelli mi ha detto che dopo l’embolizzazione è possibile avere una gravidanza

  5. X Francesca
    Voglio esprimerti la mia vicinanza in questo momento cosi’ bello, delicato ed importante x te.
    Coraggio! Raccogli tutte le tue energie, il tuo coraggio, ” la tua forza di mamma”……Ed aggiornarci!
    Qui ci aiutiamo, ci confrontiamo……E quando qualcuna di noi ” volta pagina”e’ una gran festa x tutte!
    Io non ho bisogno di vedere le Madonne che piangono per credere, x me la nascita di un bambino e’ un miracolo, un’ emozione incomparabile,e’ la forma di amore piu’ grande ed assoluta.
    Io non sono madre e mi permetto di scrivere questo xche’ ho avuto una Mamma con la M maiuscola, mi ha amato tanto, me lo porto dentro quell’ amore.
    Essere mamma e’ un istinto, non tutte sono capace di esserlo.
    La mia di Mamma non aveva ricevuto da bambina tante cure ed affetto, eppure e’ stata capace di darmele grazie ad una forza enorme: il suo ISTINTO DI MAMMA.
    Francesca, ti auguro di cuore di diventare anche tu una Mamma con la M maiuscola come lo era la mia.
    Tifiamo tutte x te! 😘😘😘😘😘😘😘😘😘😘😘😘😘
    Ti mando un forte abbraccio ed un grande ” in bocca al lupo”.

  6. Grazie mille Laura per le tue parole! Io pure sono incredibilmente molto serena in questo percorso nuovo che sto affrontando, e sono circondata da persona che mi vogliono bene e pensano che io e la piccola c’è la faremo..Alla faccia di quello che dicono i dottori che di fibromi ne vedono pochi e li trattano come orribili mostri 😎 grazie ancora. In bacio

  7. Per Cinzia
    di fibromi in laparotomia me ne hanno tolti 4, di cui il maggiore misurava 15 cm. Un altro so che era di 8 e gli altri due tra i tre e i 5 cm.
    P.s. non so se si può dire il nome del medico ma il mio che mi ha seguita e operata ha fatto un ottimo lavoro 🙂 ospedale Niguarda, dottor bignardi. A mio avviso molto professionale e preparato. E io non vivo in Lombardia per cui ci andavo apposta. Nella ricostruzione dell’utero è stato talmente accurato e attento che non ho avuto neanche una aderenza.

  8. Io ho avuto una gravidanza felicemente conclusasi dopo tre isteroscopie operative che alla fine non mi avevano comunque liberato dal maggiore dei miei miomi, non tanto grande (circa 3 cm) ma posto in pessima posizione e che in parte occupava ed occupa la cavità uterina. In gravidanza (arrivata dopo due aborti, svariati tentativi ed un ciclo di Esmya che secondo me mi ha molto giovato) il maledetto è arrivato a misurare 9 cm e ce n’erano anche un altro paio più piccoli. Moltissime precauzioni, riposo nei primi mesi e riposo assoluto negli ultimi ma alla fine è andato tutto bene con bimbo nato a quasi 37 settimane con la testa un po’ammaccata dal fibroma che gli faceva da cuscino. Il fibroma ce l’ho ancora perché durante il cesareo il ginecologo non ha ritenuto di poterlo rimuovere per timore di emorragia. In bocca al lupo a Cinzia e alle altre future mamme!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...