Eliminare i fibromi con una dieta vegana


Grazie all’impegno di Monica posso condividere con voi alcune interessantissime informazioni sulle cure naturali per i fibromi.

Monica ha scovato un video che racconta la storia di una donna che ha eliminato i suoi fibromi con una dieta alimentare. Il video è tutto in inglese ma Monica (grandissima!!) ha riassunto il contenuto per noi. Ecco a voi il video e un sacco di utili consigli da Monica!

 

La signora Farhana (tenete presente famiglia di origine Indiana che vive in America, quindi una dieta piena di grassi e di cibi cucinati e stra cucinati) ha sempre offerto di fibroidi. Nel 2013 (anno prima del video) è stata ricoverata in ospedale per anemia (o bassa emoglobina) e ha dovuto ricevere trasfusioni di sangue (questo si crede a causa dei fibromi).

I dottori consigliano la donna di farsi operare per rimuovere i fibromi, e la signora acconsente. Si voleva sottoporre a isterectomia, per evitare che i fibromi si riformassero.

I figli della signora, un po’ spaventati e contrari all’operazione (loro erano giàvegetariani) cercano video, e s’informano sui benefici della dieta vegana crudista. Riescono a convincere la madre a non farsi operare, e lei acconsente di rimandare l’operazione e di provare, per 6 mesi, una dieta vegana crudista.

Iniziano piano piano ad eliminare latticini dalla dieta,  poi cose intossicanti come te e caffè, e piano piano eliminano cibo pre-confezionato, carne, pesce, e zuccheri.

Ad un anno di distanza, ancora stanno seguendo una dieta crudista e i fibromi della madre sono spariti…..In realta’ non dice quanti ne avevano, e se erano grandi o no, pero’ sono spariti….

Ovviamente è un cambio molto drastico, ma loro hanno trovato il giusto approccio….Inizialmente si sono concentrati su spinaci e kale (cavolo)  per aiutare il ferro a tornare a dei livelli normali (principalmente frullati tutto il giorno per mantenere lo stomaco pieno, e non cadere in tentazioni).

Questi sono i cibi che vengono consigliati nella maggior parte dei video/articoli che si occupano del trattamento naturale dei fibromi: frutta, germogli, cavolo, peperoni, broccoli, riso integrale, noci (di ogni tipo), aglio, moltissima acqua.

Vorrei aggiungere una nota personale: l’anno scorso a Maggio mi hanno trovato un piccolo fibroma (1.7 cm)….Prendo sempre le mie pastiglie di olio di primula (evening primrose oil) per bilanciare gli ormoni.

Mi sto orientando sempre di più verso una dieta vegana crudista perchù sono fermamente convinta che cibo pronto o comunque elaborato sia pieno di schifezze che ci fanno male…..Una cosa che ho eliminato dalla mia dieta quasi completamente, subito dopo la mia myectomy, è la soya…..Basta latte di soya, basta tofu…..

La mia visita ginecologica di 2 settimane fa ha confermato che il fibroma è rimasto di 1.7 cm  (a distanza di 1 anno e mezzo)….Non ho prove per dire che il fibroma non è cresciuto poichè non uso piu’ soya, ma ho dei  grossi sospetti.

 

 


4 risposte a "Eliminare i fibromi con una dieta vegana"

  1. Niente latticini, tè, caffè, zucchero, pesce, carni… io sono scettica, ma contenti loro e chiunque voglia provare. Io cerco di non esagerare in nulla ma vivere da vegano per me è inconcepibile.

  2. Carne e latticini contengono estrogeni……Quindi è bene limitarne almeno le quantità.
    Anche un eccesso di zuccheri è un fattore negativo.
    X il resto anche io non credo che la dieta vegano crudista possa risolvere il problema ” fibromi”.
    Se ne è parlato tanto anche x i tumori: una dieta prevalentemente vegetale può aiutare a supportare le cure ( chemio e radioterapia) ma da sola non basta ad annientare il male….. Purtroppo…..
    Alimentarsi bene è un dovere, cosi’ come cercare dei momenti tutti x noi x allontanare lo stress….. Xche’ anche lo stress ha il suo peso.Esistono tanti fattori concomitanti ( genetica, alimentazione, stress) e più che seguire un’unica strada io penso sia opportuno seguire una strategia ovvero un insieme di singole azioni che sommate insieme contribuiscono al nostro benessere.
    Io ho sempre mangiato bene, ero vegetariana eppure i fibromi mi sono venuti lo stesso ( ed anche più volte….Si sono formati, sono stati eliminati e sono rivenuti di nuovo!!!!!!!!!!).
    Adesso mangio un po’ di carne xche’ sono fortemente anemica e tra breve ( attendo la telefonata) devo subire un’ isterectomia.Voglio prepararmi bene all’ intervento curando anche l’ alimentazione. Il ferro della carne si assimila meglio di quello vegetale e avendo avuto l’ emoglobina a 4 x ora non posso farne a meno ( senza esagerare).
    Mangio anche legumi, frutta secca e frutta fresca ( per la vitamina C).
    L’ alimentazione è importante, ma non credo nei miracoli! Magari fosse vero…..Non si ammalare bene più nessuno ed il cancro sarebbe definitivamente sconfitto.
    Una cosa mi fa pensare, Veronesi è morto di tumore e non si è sottoposto alle cure tradizionali…….Lui era vegetariano e la causa della sua morte è stata tenuta x molto tempo all’ oscuro, non è stata divulgata. E’ vero che era molto anziano, ma xche’ non si è curato?
    Anche i fibromi sono tumori x lo più ( fortunatamente) benigni e sui fibromi incidono pesantemente fattori ormonali ( tanto è vero che in menopausa regrediscono). Se si riuscisse a studiare meglio questi benedetti ormoni si arriverebbe a risolvere un’ infinità di cose : fibromi, obesità ( c’è gente che nonostante la dieta e il movimento ingrassa lo stesso)
    caduta dei capelli, infertilità, crescita dei peli, disturbi dell’ umore, depressione ecc

  3. Attenzione anche alla soia, la parola chiave è sempre la moderazione…..Assumerla durante il giorno + volte ( es latte di soia a colazione, hamburger vegetale a pranzo e yogurt, sempre di soia, a colazione) non è una scelta molto salutare e noi che siamo soggette alla formazione dei fibromi.
    Ho letto tanti pareri discordanti sulla soia e x questo ho cercato di limitarla.
    Il latte di soia, tra quelli vegetali, è il più buono e l’ unico con cui viene ” la cremina” del cappuccino😋 xo’ non lo compro sempre e lo alterno con quello di riso ( tanto acquoso!) ,di mandorle (di alto valore nutrizionale) e raramente di mucca ( biologico, nel banco frigo della Granarolo).
    I prodotti caseari devono essere aboliti quando soffriamo di malattie del raffreddamento xche’ stimolano la produzione del muco ( provate x credere!Quando abbiamo il raffreddore niente latte a colazione ( molto meglio tè verde con succo di limone e zenzero) né formaggi, burro e simili.Questa ” regoletta” vale specialmente te per i bambini che si ammalano ripetutamente d’ inverno( ricordatevi di farli uscire sempre all’ aria aperta anche quando è freddo evitando le giornate con troppa nebbia ed umidità e fategli mangiare tanto tanto frutta secca : un integratore naturale ricco di vitamine e minerali!).
    Io non sono x gli allarmismi, ma x la moderazione.
    * Il mio latte alla soia preferito è quello della Alpro è il + buono, leggerissimo……
    * Gli unici integratori da banco che assumo sono il Cebion ( pasticche di vitamina C effervescenti) ed i fermenti lattici x aiutare l’ intestino ( consumo anche pere e mele cotte con cannella e chiodi di garofano) e le difese immunitarie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...