Marie costretta a prendere del progesterone dopo la terapia con Esmya


Marie ha 44 e circa un anno fa ha subito un intervento chirurgico per rimuovere tre grandi fibromi.

Prima dell’intervento Marie ha seguito la terapia con Esmya per tre mesi. Ha accettato di prenderla perché aveva frequenti emorragie e uno dei suoi fibromi premeva sulla vescica rendendole la vita piuttosto difficile.

L’intervento è andato bene, anche se è rimasto un piccolo fibroma che Marie spera fortemente non cresca più di tanto.

Il problema è però che a a distanza di un anno è costretta a prendere del progesterone perché il suo corpo non ne produce a sufficienza. Marie si stà chiedendo se questa situazione possa essere stata causata dell’assunzione di Esmya. La sua ginecologa non è stata molto chiara a riguardo e Marie non sa cosa pensare.

Nell’infinita lista di effetti collaterali di Esmya questo aspetto non emerge e quindi Marie brancola nel buio. Mi ha scritto per sapere se qualcuna delle ragazze del blog ha avuto un’esperienza simile con Esmya.

Grazie, il vostro blog mi ha aiutato molto quando ho saputo di avere dei fibromi e che forse non avrei potuto avere figli.

Qualcuna di voi può dare qualche informazione a Marie? A qualcuna è capitata la stessa cosa?

 


8 risposte a "Marie costretta a prendere del progesterone dopo la terapia con Esmya"

  1. Volevo fare una domanda a Marie. La carenza di progesterone cosa le causa? Perché io dopo due cicli esmya più un terzo sospeso alla prima scatola, adesso ho perdite più o meno intense fino a metà ciclo. Prima questo non mi succedeva nonostante il fibroma fosse più grande. Questo mi ha demoralizzato molto. Adesso l’intervento lo vedo più vicino.
    Grazie
    Daniela

  2. Ciao Daniela,
    io prima dell’intervento ho preso Esmya per tre mesi e le perdite abbondanti e il ciclo si sono fermati del tutto. Dopo l’intervento in laparotomia e l’asportazione di tre grandi fibromi il ciclo è tornato regolare per i primi due mesi con perdite diciamo nella norma. Pensavo di aver risolto…e invece dopo questi due mesi il ciclo mi si è bloccato del tutto. Pensavo fosse dovuto a un periodo di stress e non mi sono preoccupata (meglio niente che avere emorragie!). Poi all’improvviso a giugno scorso il ciclo mi è tornato con perdite emorragiche…ho preso il tranex (su consiglio della mia ginecologa), ma le perdite sono diminuite senza fermarsi…e sono durate 20 giorni..un incubo. Ho dovuto prendere il progesterone e da quel momento se non lo prendo non ho il ciclo. Non ho più fibromi (se non uno piccolo) e sto cercando di capire cosa succede. Prendendo progesterone il ciclo è normale e non abbondante e questo è già consolante…ma vorrei non dipendere più dal progesterone. Se continui ad avere perdite forse l’intervento sarà necessario e ti assicuro che nella stragrande maggioranza dei casi è liberatorio. Penso che l’assunzione di Esmya scombussola il delicato sistema ormonale, ma penso che con il tempo tutto riprenderà il corso normale. Io ho 44 anni e forse nel mio caso è solo più problematico vista l’età. Vedrai che riuscirai a risolvere. Un caro saluto

    1. Grazie Marie per la risposta. Io ho 47 anni e penso che le mie irregolarità dipendano anche da questo. Però è innegabile che Esmya abbia cambiato le cose. Questo mi ha molto demoralizzato, forse mi ero illusa e pensavo di poter evitare l’intervento. Comunque a breve vedrò il mio ginecologo per decidere se fare l’intervento e di che tipo. So solo che sono stanca e voglio tornare alla normalità.

      1. Cara Daniela capisco benissimo quanto possa essere demoralizzante…La mia ginecologa mi consigliò l’intervento in laparotomia con rischio di isterectomia del 50%…l’intervento per fortuna è andato bene anche se adesso combatto con questa mancanza di progesterone.., ma se potessi tornare indietro (o se dovessi di nuovo essere costretta a subire un intervento) penso opterei per l’embolizzazione. Quindi penso che potresti risolvere il tuo problema senza essere costretta a subire un intervento diciamo “classico” con meno rischi per l’utero e una guarigione più rapida e meno dolorosa. In bocca al lupo! Un abbraccio

  3. Ciao Marie, credo che Esmya abbia delle conseguenze sul nostro corpo magari non ancora note o classificabili come effetti indesiderati. Io ad esempio ho iniziato ad avere pesantissimi problemi col ciclo proprio dopo aver assunto esmya. Prima era tutto abbastanza gestibile. Con il progesterone stai meglio? Un abbraccio e in bocca al lupo per tutto 🙂

  4. Cara Irene grazie del tuo messaggio! assumere progesterone mi procura non pochi fastidi..come: umore sotto i piedi, irritabilità, aumento di peso, etc. Ma quello che mi dà più fastidio è dover dipendere da un altro farmaco. L’unico vantaggio è il ciclo abbastanza regolare. Spero solo che tutto un giorno si rimetterà a posto. In bocca al lupo anche a te e coraggio per la tua ricerca di una soluzione diversa da quella che avevi prospettato! Un abbraccio

    1. Grazie mille! Sai ora che ci penso: conosco una ragazza che ha avuto il tuo stesso problema ovvero dopo esmya non produceva più progesterone. Poi ha iniziato a prenderlo e qualche tempo fa mi diceva che addirittura non aveva quasi più emorragie però non saprei dirti se ha avuto i fastidi di cui tu parli. Se vuoi glielo chiedo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...