Presentazione del libro Maledetto Fibroma – Torino, 23 giugno


Maledetto Fibroma è il libro dedicato a tutte le donne che combattono contro il maledetto fibroma uterino.

L’ho scritto con voi, e per voi, ed è stato per me lo strumento per superare tutto quello che mi è successo che, anche se mentre accadeva non me ne accorgevo, direi che mi ha segnata un bel po’!

Per chi non lo sapesse, il libro racconta la mia storia la mia esperienza con diversi tipi di terapia, e molte delle vostre storie. Raccoglie inoltre approfondimenti sulle varie tecniche di intervento ed interviste a specialisti del settore.

Vorrei invitarvi alla presentazione del libro perchè sarà una bella occasione di conoscersi di persona e chiacchierare un pio’ delle nostre disavventure. Amiche di Torino e delle immediate vicinanze, venite? Dai che vi aspetto!

Quando

Venerdì 23 giugno alle ore 18.30

Dove

Centro Libenter
Via santa Chiara 52, Torino

 


19 thoughts on “Presentazione del libro Maledetto Fibroma – Torino, 23 giugno

  1. Eleonora, che bello!
    E complimenti, sei molto fotogenica.
    Io domani ho la visita dal ginecologo, devo controllare ” il maledetto” che mi e’ rimasto attaccato addosso.
    La pillola mi ha gonfiato tantissimo dalla vita in giù.Io sono sempre stata magra senza sforzo ( mai fatto diete,non mi piace la palestra). I dolci ( cioccolato e gelato in prima posizione) sono la mia passione e non avevo necessita’ di rinunciarvi.
    Ora ho provato a ridurre drasticame tutto ( zuccheri, sale) a bere molto e muovermi di piu’, ma non serve a niente.
    Da tempo prediligo i cibi integrali, associo bene gli alimenti,consumo tanta frutta e verdura e mangio raramente latticini.
    Non ho voglia di vestiti, mi sento troppo diversa è cambiata.Non riesco neanche a comprarmi qualcosa di nuovo ( xche’ non mi piace come mi cade addosso).Sono trasformata, non sono piu’ io.
    Vorrei smettere x sempre con le pillole……Mi rendono pure depressa

  2. Ho preso anche Zixelle un integratore specifico per risolvere gli effetti collaterali della pillola……Ma non funziona con me…..Non funziona niente con me: gli interventi, le pillole, Esmya ( non mi ha ridotto il fibroma )…….E cmq tutti questi farmaci presi agiscono sull’ umore, sul nostro cervello.
    Ho paura di dover arrendermi….Ho 46 anni, un utero fibromatoso, un’ anemia forte ( ho fatto anche le trasfusioni) che senso ha continuare cosi’?

  3. Ciao Laura,
    non conosco la tua storia, mi chiedevo se hai preso in considerazione l’embolizzazione che è una tecnica adatta anche per chi ha un utero fibromatoso. Avendo anch’io un utero fibramatoso, ho hatto l’embolizzazione con il dottor Lupattelli e sto meglio…

  4. Sono stanca di provare sempre nuovi tentativi che falliscono sempre. E poi anche sei riuscissi con l’ embolizzazione a fermare i sanguinamenti del mio fibroma non ho la certezza di risolvere il problema.
    I fibromi si riformano, io ne sono soggetta……Ma ho anche terrore a togliere l’ utero.Ho lottato e sopportato tutto pur di tenerlo.Mi spaventa anche l’ operazione ( + complessa e rischiosa degli interventi fino adesso fatti).Non ho capito bene le conseguenze a cui posso andare incontro, i ginecologi ” sorvolano”, non si soffermano.
    Ho conosciuto una signora che dopo l’ isteroctomia ha avuto un prolasso…..Ti immagini il disagio a 46 anni di diventare incontinente?
    Se tieni le ovaie non vai in menopausa, ma rischi la formazione di cisti.
    Mi preoccupa anche l’ aspetto psicologico, come puoi reagire all’ asportazione dell’ utero?
    La natura ti prepara alla menopausa a poco a poco….Non ti cessa tutto di un colpo.
    Quando ho preso Esmya era ” strano” l’ effetto di non avere il ciclo. Quel ciclo che ha sempre scandito è regolato i ritmi della mia vita.
    Allo stesso tempo ho il desiderio di andare presto in menopausa x evitare quel grosso e terrificante intervento e ” risolvere” il problema naturalmente.
    In genere l’ eta’ della menopausa e’ 50 anni.Qualcuna arriva a 55 ( come faccio ad affrontare tutti questi anni, come faccio ad aspettare……Studiassero qualcosa di nuovo…..Esmya non funziona!)
    Ho paura, la pillola Sibilla e’ eccezionale x i dolori, ha limitato la durata del ciclo ma non l’ intensità.
    Ho quei sanguinamenti ” a schizzo”, come li chiamo io, come il getto forte di una doccia.Uno sfinimento che si ripete tutti i mesi.
    La pillola mi ha fatto diventare la pancia dura e gonfia, ” mi tira”sembra scoppiare. Questo disagio fisico e’ fastidioso, sembro un palloncino 🎈. Pure le gambe mi danno fastidio, sono stanche.Io non ho mai sofferto di ritenzione idrica, mai avuto la sindrome premestruale solo fortissimi dolori , diventati piu’ intensi con la comparsa dei fibromi.
    E poi l’ umore……Alzarmi dal letto è un’ impresa, non ho voglia di fare niente. Sono spenta, in letargo.
    Cambiare pillola non serve, e’ la 3 °che provo e tutte hanno avuto questi effetti collaterali.
    Non li sopporto piu’ tutti questi ormoni ( considera che ho fatto anche l’ enantone!), mi sento bombardata da sostanze che condizionano il mio corpo fisicamente ed emotivamente.
    Questa e’ la mia storia, la mia esperienza.
    Alle altre suggerisco di non arrendersi, auguro a tutte di essere piu’ fortunate di me.
    Ho incontrato un ginecologo bravissimo, sensibile che ha fatto di tutto per aiutarmi piu’ di quello che poteva essere fatto. Un possibilista, uno che non si arrende.
    Il mio utero poverino e’ malandato, non ho avuto fortuna.

  5. Fatta la visita.
    Sono arrivata ” al limite”,purtroppo non c’è e’ un oltre.
    Devo arrendermi, lo devo togliere.
    Non c’è gonfiore, non e’ ritenzione…..Sono i fibromi! Hanno ” spostato l’ utero fin sopra all’ ombelico e deformato il mio pancino. Il ginecologo mi ha detto che sembro una donna al 4° mese di gravidanza.
    Ho l’ utero pieno di fibromi, il più grande ( intramurale) e’ di 6 cm ( quando la testa di un bambino e’ di 9).
    Ecco xche’ non mi riconoscevo piu’……….Hanno vinto loro, mi hanno invaso e a 46 anni dopo 3 interventi, 3 pillole,l’ enantone, esmya, le trasfusioni, gli integratori e l’ alimentazione controllata…..Posso dire di aver fatto di tutto di +.
    Ho paura e piango come una bambina.
    Ci pensavo, ma non si e’ mai preparati a questo.
    Ho paura x l’ operazione ( + seria e complicata di quelle affrontate ) , x i possibili effetti collaterali, mi sento a terra.
    Un guerriero sconfitto senza piu’ armi, stanco e stremato dopo una lotta durata anni ( ne avevo 35 ora, tra poco, arrivero’ a 46).Ho sopportato di tutto: dolori tipo parto, sanguinamenti estenuanti, sono anche stanca.

    Ma tu Eleonora promettimi di continuare a credere che sia possibile non far arrivare altre donne a questo.
    Fallo anche per me, che ci ho creduto e sofferto tanto😑

  6. Ciao Laura,
    scusami, forse potrei essere insistente, ma non sta a te a dire se l’embolizzazione possa risolvere il problema. Devi rivolgerti ad un radiologo interventistica specializzato in embolizzazione. Io avevo tre fibromi grandi e con tanti piccoli fibromi (Utero fibromatoso) flusso abbondante, l’embolizzazione non solo ha ridotto i fibromi ma ha anche reso il ciclo più leggero.
    Puoi chiedere consulto al dottor Lupattelli oppure al dottor Morucci.
    Questa potrebbe essere l’ultima possibilità verso la risoluzione del problema.
    Magari ci pensi un po prima di prendere una decisione tanto drastica.
    Puoi scrivermi in privato se vuoi….chiedi email a Eleonora.

    Maddy

  7. Avevo pensato all’ embolizzazione prima di fare il 3° intervento, poi ho optato x la via chirurgica.
    Sinceramente ora ( anche se spaventata) penso di non avere altre soluzioni.
    Il fibroma piu’ grande e’ proprio sopra l’ ovaia destra che non si riesce a vedere, l’ utero e’ fortemente deformato.
    I fibromi dopo i precedenti interventi , mi si sono riformati.
    Che faccio: mi opero ogni anno?
    Ti ringrazio x l’ interessamento mostrato nei miei confronti x il consiglio formulato con tatto e delicatezza.Si vede che conosci il problema ed hai sofferto

    1. Laura, stai sbagliando. Ti assicuro che la soluzione c’è. Se poi ti vuoi togliere l’utero perchè così preferisci, tu, per motivi tuoi personali, allora io non ti giudico, va bene così, ma non è vero che la tua unica soluzione è togliere l’utero. Lo pensi tu, ora, ma non è così. Se non l’ho tolto io non lo deve togliere nessuno. Io sono l’esempio vivente.

  8. https://maledettofibroma.com/2016/11/28/antonella-che-non-si-arrende-allisterectomia-e-vince-con-lembolizzazione/ e ci sono tante altre donne che si sono embolizzate al san camillo in condizioni disperate e ora stanno bene. Tutte pronte a testimoniare, molto l hanno già fatto raccontando le loro storie sul blog. Se poi si preferisce l’isterectomia allora ok, nessuno può giudicare, per carità, se è vista come soluzione ok, però l’alternativa c’è e si chiama embolizzazione. chiamami o mandami un messaggio whatsapp 347/2448197

  9. Il numero di Morucci è 335-5292775 ti valuta il caso gratis e tutto è gratis, anche se gli mostri la risonanza magnetica o qualsiasi esame tu abbia te lo valuta, perchè non provare, perchè gettare la spugna ? Ci sono decine di donne, ti posso dare il numero, donne che stavano malissimo, a tutte era stato detto di togliere l utero, molte erano già state tagliate più e più volte ma poi stavano sempre peggio, con l embolizzazione hanno risolto. Il San Camillo è a Roma, è sanità pubblica al 100%. Se tutte stiamo bene o siamo tutte pazze visionarie o è la verità! Chiamami 347/2448197 o scrivimi una email and_ant@libero.it ti giro un po’ di materiale, delle mie foto da embolizzata ecc.

  10. Antonella, sei tanto cara a preoccuparmi per me.
    Il punto e’ che io sono veramente un caso disperato……A me i fibromi ritornano e quelli piccolini crescono.
    Che faccio intervento ogni anno?
    Il mio utero e’ martoriato ha anche le aderenze delle precedenti operazioni.
    Il ginecologo ieri mi ha detto ti dico di toglierlo come lo consiglierei a mia sorella.
    Poi ho 46 anni…..
    Non lo faro’ subito, ma ci penso……Dio, se ci penso!
    Stanotte non ci ho dormito.
    Non posso vivere cosi’ con dolori da parto, sanguinamenti estenuanti, anemia,sono sempre stanca ogni cosa mi costa fatica.L’ utero ingrossato ( quella pancetta dura che credevo essere ritenzione da pillola) e’fastidioso, mi Ca’ pesantezza .
    Mi scappa sempre la pipi’ e quando sono fuori casa e’ un dramma, sono sempre alla ricerca di un bagno.
    Porto con me pacchi di assorbenti e il ricambio ( ho il terrore di sporcarmi).
    Lavo le mutande macchiate prima in acqua fredda poi passo al secondo lavaggio con acqua calda , perche’ solo cosi’ la traccia di sangue non rimane ( sapessi quante ne ho buttate prima di saperlo!).
    Io sono stanca di dover rivedere ospedali, assumere farmaci, vedere dottori martoriare un utero fortemente compromesso.
    Anche se l’ embolizzazione dovesse funzionare tra 2 anni sarei punto a capo!

    1. Io ti sto dicendo che NON è così, non parlo di ipotesi, parlo di realtà. Tu non sei un caso disperato, te lo hanno detto i ginecologi, ma i ginecologi lo dicono a tutte. Conosco decine di donne che erano nelle tue condizioni e ora stanno bene. Ho i loro numeri di telefono, quello che tu credi essere un caso disperato è un caso normale di donna con utero fibromatoso. Sono i ginecologi che te lo spacciano per caso disperato e, guarda un po’, non ti hanno mai detto di andare da un radiologo interventista. Non te lo hanno detto perché loro non ti vogliono perdere come “cliente”. Se non mi credi, okay, se per te va bene togliere l’utero nessuno ti può giudicare, vuol dire che per te è la soluzione giusta vivere senza un organo. Io , però, non ti sto dicendo PROVA , ti sto dicendo CREDIMI E RISOLVI IL TUO PROBLEMA. Chi si è fidato ora sta bene. Donne nelle tue stesse condizioni e pure peggio, ci sono state donne talmente malmesse che hanno dovuto fare un mese di infusioni, donne che sono finite al pronto soccorso a causa dei loro fibromi, donne che andavano avanti a Tranex, da un anno circa. Tutte e dico tutte hanno risolto con l’embolizzazione. Non sono ipotesi, ma sono realtà e ti posso far parlare con queste donne. I tuoi fibromi non cresceranno, non se ne formeranno altri e tu starai bene. Non è una ipotesi, è una realtà. Io ero un caso più grave del tuo, non ero meno grave, io ero più grave di te eppure sto benissimo, come la mettiamo? Se poi preferisci continuare a credere a quei ginecologi a cui ti sei rivolta allora va bene, inutile stare a scrivere qui, se per te l’isterectomia è la miglior soluzione possibile io non ti giudico, noi tutte non ti giudichiamo, è tuo diritto rinunciare a un organo. MA noi tutte abbiamo detto no, abbiamo detto no a quei ginecologi che ci volevano mutilare, abbiamo detto no e siamo andate da un radiologo interventista e non ce n’è una che non ha risolto. Quindi o siamo tutte pazze o abbiamo risolto davvero. Ripeto, il numero del mio dottore te l’ho dato, chiamarlo non costa niente. Noi tutte stiamo bene, io avevo un fibroma di 16 cm, uno di 12 cm, uno di 8 cm e una marea di 3 cm, ero o non ero più grave di te? I fatti parlano chiaro. Fidati di me e non te ne pentirai, non dovrai sostenere alcun costo e non avrai più il problema dei fibromi. Non è una ipotesi, è una realtà , ti sto dando la soluzione al tuo problema. Chi si è fidato di me sta bene (e come ti ho detto ti ci posso far parlare, non me lo sto inventando, tu non sei più grave delle altre, c’è di peggio e pure quel peggio sta bene, quindi se ti fidi, starai bene anche tu, altrimenti mutilazione sia, il corpo è tuo e lo gestisci come meglio preferisci). Io ci sono, sto aspettando di salvare anche il tuo utero? Tu?

  11. Ciao Laura,
    anch’io ho fatto un intervento chirurgico anni prima dell’embolizzazione; non mi sentivo di rifare un altro intervento perché di nuovo si doveva togliere più di un fibroma con probabilità, avendo un utero fibromatoso, che si riformassero; per questo ho scelto di fare l’embolizzazione perché è una tecnica che permette di agire su più fibromi contemporaneamente senza toccare il tessuto dell’utero. Inoltre toglie nutrimento ai fibromi senza che poi si riformino. Considera che l’embolizzzzione se eseguita da mani esperte porta a risultati duraturi, puoi arrivare oltre i 50 anni senza più pensare di dover fare ancora interventi. Non solo, finalmente abbandoneresti quei farmaci che tanto ti gonfiano. Ti consiglierei di non prendere per ora nessuna decisione e di prenotare una visita per un consulto…che dici?
    Un Caro Saluto.
    Maddy

  12. Laura, senti, a me addirittura i ginecologi avevano prospettato qualcosa di brutto, avevano fatto un sacco di terrorismo. Io invece mi sono informata e mi sono fidata dei consigli di chi ha vissuto già in passato questa esperienza, come Antonella. Io andrò in lista per l’embolizzazione a settembre, anche io ho l’utero fibromatoso. Ma con l’embolizzazione i rischi di recidive sono davvero pochissimi. Segui il consiglio di Antonella, prima di prendere una decisione radicale. Senti Morucci, non ti costa nulla. Poi se la tua decisione finale, una volta avute tutte le informazioni, sarà comunque quella di togliere l’utero, sarà una decisione tua, da rispettare e presa avendo un quadro totale e completo della situazione.
    Un abbraccio. Fede

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...