Telsinia che non sa se sottoporsi a laparoscopia per 4 piccoli miomi


Telsinia ha 32 anni., è un’insegnante e vive a km di distanza da casa. Ci ha scritto appena tornata dalla sua seconda visita dalla ginecologa, dopo aver scoperto dell’esistenza del blog.

Ecco quello che racconta.

Bene, iniziamo!
A dicembre del 2016 faccio una visita ginecologica di routine, per la verità era da un bel po’ di anni che non andavo. Soffrivo già di ciclo abbondante. La gine mi fa pap-test (esito negativo) ed eco interna: diversi miomi, 1 di 30 mm, 1 di 20 mm e altri più piccoli. Poiché ho un compagno da 12 anni con cui convivo da 2, sono giovane e bla bla bla, mi propose già alla prima visita un intervento in laparoscopia per “bonificare” il mio utero e prepararlo a una gravidanza. Fu un pugno in faccia. Io e il mio lui siamo precari e non abbiamo ancora pensato a un piccolo nostro. Ritornai a casa. L’indomani mi misi un po’ a piangere e poi via, prenotato controllo a 6 mesi di distanza per controllare la crescita di questi mostriciattoli indesiderati. In questo lasso di tempo ho cercato di tutto su internet, la cosa che mi spaventava di più era una eventuale degenerazione degli stessi, ma ho letto che è piuttosto raro. Passa il tempo e a parte il secondo giorno di ciclo abbondantissimo, cerchi di pensare ad altro. Arriva il giorno del controllo. La sera prima non dormo, la passo a “ripassare” su internet, e la cosa positiva è che mi avete tenuto compagnia. Visita oggi, 10 luglio. Miomi cresciuti di 1 cm circa l’uno. Perciò ne ho 1 di 4 cm, 1 di 3 cm, 1 di 2cm e uno piccolo di quasi 1 cm. La dottoressa, mi ha assolutamente consigliato l’intervento. Io sinceramente sono in ansia, tanta ansia, sono già di mio ansiosa, figuriamoci! Pertanto, ho accettato la proposta della gine. Mi chiamerà lei perché la lista d’attesa è parecchio lunga a Vicenza, provincia in cui vivo, e se si prolunga di tanto mi farà un piano terapeutico per prendere una nuova pillola di nome Esmya, che vedi caso avevo già letto ieri proprio qui.

Cosa ne pensate della laparoscopia? In ogni caso la dott. mi ha prospettato questo futuro: ti operi e prima di farlo passa quasi un anno, vista l’attesa dell’ospedale, poi devi stare con utero a riposo (si intende niente piccoli) per un altro anno circa e a 34/35 anni provi a concepire. E’ probabile, anzi quasi certo che ricompariranno, pertanto vale la pensa pensarci bene.
Ho paura dell’intervento, della crescita dei miomi, di non vivere con serenità! Ho paura!!!
Grazie

Io ho consigliato a Telsinia di valutare anche embolizzazione ed isteroscopia e in questi giorni lei si stà informando in merito. Intanto, qualcuna può consigliarle un bravo ginecologo a Vicenza?

Telsinia, siamo con te e aspettiamo aggiornamenti!


4 risposte a "Telsinia che non sa se sottoporsi a laparoscopia per 4 piccoli miomi"

  1. Ciao!io mi sono embolizzata in una struttura pubblica. Non ho sostenuto alcun costo e ho ottenuto ottimi risultati. Se ti può essere utile sentiamoci!347/2448197

  2. Per quanto riguarda l’ isteroscopia ti consiglio vivamente il dottor.Ruggero Pulcinella opera in varie strutture ospedaliere ( ad esempio a Ravenna dove c’è la Domus Nova che è una clinica convenzionata). Pulcinella è uno dei più bravi in Italia ad eseguire isteroscopia ( guarda su internet e YouTube, clicca il suo nome).
    L’ isteroscopia è, al momento, la soluzione meno invasiva x l’ utero ed anche quella che causa meno dolore ( vieni opportunamente serata, non hai tagli, non hai cicatrici.Non sentirai male). L’ isteroscopia ti permette anche una rapida ripresa e se vuoi diventare mamma é l’ ideale……Valuta bene quale e’ la soluzione che reputi più opportuna ed idonea al tuo caso…..E se ti devi spostare ( come ho fatto io andando a Ravenna) tieni presente che dovrai stare fuori casa solo 2-3 giorni per fare l’ isteroscopia! Io ho spiegato che ero ” fuori sede” , quindi ho preferito fare tutti gli esami il giorno prima dell’ intervento ( la sera ho dormito in un b&b) poi il giorno dopo ho fatto l’ isteroscopia, dimessa dopo poche ore sono ritornata al b&b .Ho scelto di rimanere a Ravenna anche il giorno seguente è la sera sono partita x tornare a casa.Non hai dolori ( come per gli altri tipi d’ intervento), cammini e ti alzi in piedi subito.Hai solo un po’ di perdite di sangue nei giorni seguenti e dovrai indossare gli assorbenti.
    Sul fatto che i fibromi possono ripresentarsi, è vero ( anche se non accade a tutte) in genere succede dopo 5-6 anni dall’ intervento……
    Io mi sento di consigliarti l’ isteroscopia, la soluzione meno invasiva, non dolorosa, senza tagli, punti, cicatrici…..Ti rimetti in piedi subito……Anche Eleonora( l’ autrice del blog ha eseguito un’ isteroscopia)…..Gli altri interventi sono da valutare proprio se non esistono altre soluzioni!
    * Nb io ho telefonato a Pulcinella ed ho aspettato solo un mese x fare l’ intervento……E , credimi, prima ti togli questo pensiero, è meglio è!

  3. Se può nteressarti il n° del dottor.Ruggero Pulcinella è 3356286344.
    Per cercare informazioni e visionare il suo curriculum digita:
    ” Isteroscopia di Pulcinella Ruggiero. http://www.isteroscopia.it
    Il b&b dove ho soggiornato a Ravenna è:
    A casa di Gisa ( 3339580900. 054436999), è vicino alla clinica ( pensa che subito dopo l’ isteroscopia ci sono arrivata a piedi! Ho camminato ……),gestito da due ragazze veramente sensibili, gentili, disponibili: Federica e Barbara. Hai un’ ottima ed abbondante colazione, la cucina a disposizione con tutto quello che occorre ( latte, frutta fresca, yogurt, cereali, biscotti, marmellate, tè…..). Io penso che x la salute valga la pena fare ” un viaggetto” , se poi sei sicura di finire in buone mani ed affronti tutto con tranquillità. Io mi sono messa d’accordo accordo con la dottoressa Barbara Sangiorgi della clinica Domus Nova di Ravenna.Ho preferito fare tutti gli esami ( visita ginecologica, elettrocardiogramma, analisi del sangue,misurazione della pressione….) il giorno prima dell’ intervento, in mattinata.Il pomeriggio ho visitato Ravenna ( cosi’ mi sono ” distratta un po’”)ho pranzato fuori, la sera niente cena!
    La mattina dopo sono stata operata e potevo anche ritornare a casa, ma ho preferito rimanere un altro giorno ed ho dormito nel b& b A casa di Gisa.
    Tieni presente che ho fatto sia il viaggio di andata che quello di ritorno in treno ( e che mi ci sono volute 3 ore per andare e 3 ore per ritornare).
    Qualunque sia la tua scelta, non farti spaventare dalle distanze, dal viaggio…..La salute è importante, ha priorita’ assoluta sul resto!
    E ti ripeto, l’ isteroscopia è , al momento, la soluzione meno invasiva e non dolorosa ( le altre lo sono, anche se vieni sedata).Certo, come dice il dottore.Camanni ( il dottore di Eleonora) , non esiste una strada unica e definitiva, valida per tutte.La scelta varia in base a tanti fattori: l’ età della paziente, il suo desiderio di diventare mamma, il numero, la posizione è la grandezza dei fibromi…….E cmq tieni presente che la cura x eliminarli x sempre NON ESISTE…..Esmya non è ” miracolosa” xo’ puo’ ridurre un pochino i fibromi e facilitare la loro rimozione.
    Poi devi SEMPRE RIPETERE I CONTROLLI…..Ricordatelo! E se vuoi un bambino ” non puoi permetterti il lusso” di aspettare tanto……Chi ha avuto fibromi….. Può riaverli…..Non è anche questa una regola valida per tutte, ma è un’ eventualità che devi cmq tener presente.Quindi, se vuoi un bambino NON ASPETTARE !
    Nessun tipo di scelta ( isteroscopia, laparoscopia, embolizzazione, ultrasuoni……) può darti la garanzia di aver sconfitto i mostri per sempre!
    Certo, se dovessero ripresentarsi puoi ripetere l’ intervento ed è x questo che mi sento vivamente di consigliarti l’ isteroscopia, se puoi farla……..E’ quella meno invasiva, quella che può risultare meno aggressiva x il tuo utero.Essendo un intervento di microchirurgia consente ” di ripulire” bene tutto l’ utero, toglie anche i fibromi più piccoli, i mostriciattoli più microscopici……..
    Ti auguro un mondo di bene, fatti forte-forte ……Affronta il problema con coraggio e determinazione, trova un bravo ginecologo che sappia ascoltarti ed aiutarti a scegliere l’ intervento migliore.E’ fondamentale avere accanto un medico non solo scrupoloso, professionale e qualificato…..Ci vuole un medico ” umano”che sappia valutare anche quelle che sono le nostre incertezze e le nostre emozioni. Siamo, giustamente,delle donne impaurite colpite nella parte più vulnerabile della nostra femminilità….Avere un dottore competente, che con sensibilita’ ci può spiegare quello a cui andremo incontro ci aiuta ad avere meno paura.
    Spero tanto tu possa incontrare un dottore di questo tipo per affidarti a lui e stare un pochino più serena.
    Coraggio!
    Saluti e bacini🤗😘

  4. Ciao…siamo coetanee e abbiamo una storia molto simile! Io ho fatto una miomectomia laparoscopica qualche mese fa per asportare dei fibromi abbastanza grandi! Anche io avevo tanta paura ( era il mio primo intervento) e un sacco di dubbi (non ho ancora figli), ho passato notti insonni e giornate intere a documentarmi su internet ma alla fine ho deciso di fare l intervento e menomale perché ne avevo più di quanti ne se vedessero con l ecografia! Il mio consiglio è quello di affidarti a un bravo chirurgo che sappia consigliarti l intervento adatto al tuo caso e di stare serena perché non è poi così traumatico come può sembrare … dopo una settimana stavo già abbastanza bene…dopo due non avevo più niente a parte i punti 😉 Coraggio…e in bocca al lupo 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...