Ultrasuoni focalizzati all’Ospedale San Salvatore all’Aquila: chi ha info in merito?


Michela ci aveva già scritto tempo fa raccontandoci del suo desiderio di diventare mamma e dei suoi piccoli fibromi. Quando abbiamo pubblicato la storia di Michela lei aveva appena iniziato la terapia con Esmya ed era in procinto di sottoporsi a polipectomia.

Oggi Michela scrive:

.. a fine agosto ho fatto l’intervento di polipectomia nella pausa tra il 1° e il 2° ciclo di trattamento con esmya (pausa piuttosto lunga, oltre 3 mesi…).
A inizio settembre ho ricominciato il trattamento con esmya e ho notato molti meno fastidi rispetto al 1° trattamento. Oggi ho fatto la visita di controllo dalla ginecologa e il fibroma, che con il 1° ciclo di cura era passato da 5 a 3.5cm, ora misura circa 3.3 cm e per ora la dottoressa mi sembrava propensa a farmi fare un 3° ciclo l’anno prossimo 😦
Le analisi istologiche hanno rilevato una tendenza polipoide quindi, sempre l’anno prossimo, bisogna valutare se è il caso di fare una cura di progesterone per tenere i polipi “a bada” (cosa che, da quanto ho capito, non è possibile fare in contemporanea con esmya).
Il pensiero di andare ancora avanti con queste cure non mi entusiasma, quindi poco fa ho provato a cercare info sul trattamento ad ultrasuoni che credevo fosse disponibile solo a Milano/Roma (per me difficili da raggiungere) e invece ho visto che da alcuni anni è disponibile anche a L’Aquila… molto più comodo per me!!! C’è tra i vostri contatti qualcuna che ha fatto il trattamento proprio al San Salvatore? Mi sembra però di aver capito che per il mio fibroma (intramurale) non sarebbe una terapia adatta…”.

Michela cerca quindi informazioni riguardo il trattamento con ultrasuoni focalizzati all’Ospedale di San Salvatore all’Aquila . C’è qualcuno che conosce questo centro e che può dare informazioni in merito a Michela?

 


6 risposte a "Ultrasuoni focalizzati all’Ospedale San Salvatore all’Aquila: chi ha info in merito?"

  1. Ciao Ele, ti avevo scritto in merito al mio intervento con gli ultrasuoni fatto all’Aquila a febbraio scorso. Nel mio caso si trattava di un fibroma intramurale sottomucoso di 4 cm. Ci sono una serie di casi in cui l’Hifu non è praticabile, ma se non ricordo male si tratta di fibromi peduncolati o maggiori di 10 cm. Per accedere a questo tipo di trattamenti deve chiamare il reparto di ginecologia dell’Aquila, lì sapranno darle maggiori informazioni. Resto a disposizione per ulteriori domande.

    1. E’ vero grazie! Non mi ricordavo più! Cercando nelle mail ne ho trovata una tua di maggio in cui mi racconti il felice esito (e non ti avevo nemmeno risposto!! Scusami!!) però mi manca il racconto dell’iter e dell’intervento. Hai voglia di scrivermi? Così lo pubblico per bene in modo che sia utile a tutte. Un abbraccio!

  2. Ho cercato un po’ le mail che ti avevo mandato, pensavo di averti scritto qualche informazione in più francamente.
    In breve: dopo averti scritto i primi di ottobre dello scorso anno, tramite la mia ginecologa presi contatto con l’ospedale dell’Aquila. In seguito feci un’eco di controllo per vedere se c’erano i presupposti per l’intervento (posizione, dimensione e tipo di fibroma). A distanza di poco fui sottoposta ad una risonanza magnetica con e senza contrasto e una volta pronto l’esito mi chiamarono per dirmi che ero compatibile. Passati 3 mesi circa fui chiamata per l’operazione.
    Durante l’intervento ero sedata, ma cosciente perché quando si viene “colpiti” dagli ultrasuoni si deve sentire un dolore simile ad un crampo mestruale, più o meno forte a seconda del caso, ma non in prossimità di altre zone, per questo è necessario essere vigili per poter dare sempre un feedback ai medici.
    Mi sono alzata subito dopo l’intervento e visto che stavo bene sono stata dimessa qualche ora dopo. Nei giorni successivi ho avuto un po’ di crampi e delle perdite solide (in contemporanea avevo il ciclo, ma sono riuscita a distinguere la differenza tra le due cose), quindi consiglio un po’ di riposo (cioè lo consigliano i medici e io confermo che mi è stato necessario). Dopo le prime risonanze di controllo mi è stato confermato che il fibroma era in necrosi e con l’ultima che ho fatto a 3 mesi mi hanno detto che il riassorbimento era un po’ lento, evidentemente il fibroma era piuttosto duro, ma comunque l’utero era indenne e potevo finalmente cercare una gravidanza ed è quello che sto facendo al momento attuale, inoltre la metromenorragia di cui soffrivo si è notevolmente ridotta. È rimasto un secondo fibroma di 1cm perché era coperto da un’ansa intestinale e non poteva essere colpito a dovere, ma al momento attuale non costituisce un problema.
    In conclusione: è stata una passeggiata? No. Lo rifarei tornando indietro, assolutamente sì, non ne potevo più di fare miomectomie ad anni alterni.
    N.B. L’intervento si svolge in risonanza quindi è sconsigliato a chi soffre di claustrofobia poiché dura diverse ore, a seconda delle dimensioni del fibroma, 3 ore nel mio caso.
    Vorrei infine sottolineare una cosa, non ho avuto a che fare con un solo medico, ma con un team. Il sostegno che ho avuto quel giorno è stato grandissimo, avevo sempre intorno una dottoressa e altre due ragazze, non so se specializzande, comunque preparate e gentili, inoltre c’erano altre dottoresse in “sala comandi”, tutte carine e gentili, e alla fine giuro che le avrei abbracciate tutte!
    Spero di essere stata esaustiva.

  3. Bene Michela!
    Forse sopra ho scritto un’imprecisione, durante la risonanza si è da soli nella stanza, l’assistenza a cui facevo riferimento riguardava il prima e il dopo, nonché i momenti in cui entravano a controllare che tutto stesse andando per il meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...