Teresa che vorrebbe sottoporsi ad embolizzazione ma non sa decidere dove


Un po’ in ritardo pubblico la mail di Teresa, che cerca informazioni riguardo l’embolizzazione. Teresa vive all’estero e vorrebbe tornare in Italia per sottoporsi ad embolizzazione.

Visto che dovrà venire apposta io le ho consigliato il dr Rampoldi a Milano o il dr Morucci a Roma, che sono i medici di cui ho raccolto il maggior numero di testimonianze positive. Teresa aspetta consiglia e ben vengano altri nominativi di radiologi attenti e capaci!

 

Sono Teresa ed ho 40 anni. Mai avuto figli e, dopo un anno di incertezze dovute sia all’età che al mio primo intervento in resettoscopia, ho deciso di non volerne. In realtà, non ne ho mai voluti solo che questo “dramma” dei fibromi, mi ci ha fatto pensare per un bel po’.

Nel maggio 2017 sono stata operata per un fibroma intramurale di circa 3cm dal prof. Ardovino (Avellino) dopo un anno di cure (tranex, pillola anticoncezionale, ferro etc.), emorragie, svenimenti.. un incubo! Non tollero bene i medicinali, soprattutto gli ormoni. Sono una sportiva, vivo all’estero da 11 anni e la mia vita è sempre stata attiva e concentrata sul benessere fisico e mentale. Se avessi potuto evitare l’intervento, l’avrei fatto a tutti i costi. Credo nell’omeopatia, nelle energie positive, nel corpo in grado di prendersi cura di se stesso se ben “nutrito”. Ma i fibromi sembra mi stiano dando torto.. Sono scettica riguardo alla medicina tradizionale e tutti i fattori economici, i numeri, i primati che ci sono dietro. Vi leggo sin dall’inizio e avrei bisogno di un vostro consiglio.

A poco più di un anno di distanza dal primo intervento, il fibroma è tornato, fastidioso e più grande di prima! 5 cm, mi dicono.. va tolto in laparoscopia (secondo lo stesso medico che mi ha operato la prima volta). Volevo aspettare qualche altro mese, ma i dolori e le emorragie sono già riprese così come le cure di ferro, vitamine, giramenti di testa, etc. Prima che la situazione degeneri, vorrei agire.. con l’embolizzazione. Il rischio di recidive con la laparoscopia è alto, i miei ormoni sono ancora “giovani e forti”, ho deciso di non volere figli, e, soprattutto, non voglio essere operata ogni anno! L’embolizzazione mi sembra l’opzione migliore nel mio caso, a “lunga durata”, diciamo.

Dove mi consigliate di andare? In quale centro? Quale medico? Non vivendo più in Italia, non saprei a chi rivolgermi.. Ci sono tanti nomi sul sito ma ricordo anche di aver letto di una discussione poco professionale che l’editrice e fondatrice del gruppo ha avuto con uno dei medici – magari, eviterei lui! Non ho problemi a spostarmi, vorrei solo trovare qualcuno capace e di cui potermi fidare.

Grazie per tutto e saluti!

Teresa


12 risposte a "Teresa che vorrebbe sottoporsi ad embolizzazione ma non sa decidere dove"

  1. Salve Teresa, mi chiamo Michela ho la tua stessa età e da poco mi sono sottoposta ad embolizzazione presso il San Camillo di Roma con il Dott. Morucci. Io non posso far altro che consigliartelo, è una persona gentilissima, molto presente con suoi pazienti, estremamente professionale. Non posso se non tesserne le lodi. Così come è gentile e molto professionale il personale dell’ospedale San Camillo.
    Questo è il mio consiglio.
    In bocca al lupo per tutto.
    Michela

  2. Io andrei solo da Lupattelli
    Ma la mia testimonianza verra’ sicuramente non pubblicata perché questo sito fa di tutto per diffamare il più esperto e serio.
    E la signora essendo poco onesta non pubblica le testimonianze di tutti ma solo quelle che le fanno comodo!

  3. È ora di farla finita con questi attacchi al dottor Lupattelli che è riconosciuto essere una persona gentile e carina con tutti. Come si permette lei, su una base di un’opinione personale e non verificabile,di diffamare un medico cosi importante che ha diffuso l’embolizzazione. Fa solo il male dei pazienti, perché preclude a tanta gente che ha problemi,di poter essere trattata e di fidarsi del medico che ha più esperienza. Se aprire un blog significa fare confusione allora era meglio che questo blog non lo avesse mai aperto. Si faccia un esame di coscienza.

    1. Che attacchi Alessandra? In questo articolo nessuno cita il dr Lupattelli .. che diffamazione (la parola preferita dal dottore)? E infine cara, chi l’ha detto che è lui quello con più esperienza? Comunque sia se credi che il mio blog crei confusione leggi e scrivi altrove, nessuno necessita della tua presenza qui.
      E con questo invito chiunque, una volta per tutte, a piantarla con queste questioni. O commenti seri e utili o niente. Grazie.

      1. Eleonora, scusami, ma è inutile che ti lamenti, non fai altro che attaccare il dottor Lupattelli ed è molto chiaro a tutti, poi dopo ogni volta che te lo fanno notare fai quella che non c’entra niente.
        La verità, purtroppo, è che prima ci hai scritto un libro insieme e adesso lo attacchi sulla base di un dissidio personale, sempre che sia vero. Sono d’accordo con Alessandra, hai creato molta confusione e hai fatto del terrorismo su me per prima che ci ho pensato bene leggendo i tuoi post, poi ho riflettuto e ho capito che dovevo invece andarci.
        Ci sono andata e mi sono trovata benissimo, sono stata operata e lo ringrazieró per tutta la vita. Ti dico anche che sono amareggiata verso di te perché se avessi seguito le tue parole non lo avrei mai conosciuto.

      2. “non fai altro che attaccare il dottor Lupattelli ed è molto chiaro a tutti”: dove lo attaco? E poi “tutti” chi?? In questo articolo il dottore non è assolutamente citato perciò non ho capito perchè avete iniziato a scrivere di lui .. cosa centra?
        Chiarisco anche che non ci ho “scritto insieme un libro” ma gli ho chiesto se voleva scrivere qualche pezzettino da aggiungere al mio libro, il che è molto diverso. Ma fa niente.E chiarisco che non ho avuto nessuno “dissidio personale” con il dottore (non so da dove venga fuori quest’altra storia, inventata come mille altre).
        Sono contenta che tu ti sia trovata bene con il dottore e che abbia risolto il tuo problema, però ci tengo a comunicare una volta per tutte che non sono più disposta a tollerare commenti con polemiche o falsità, come ho già spiegato. Eventuali prossimi commenti di tono simile non verranno pubblicati.
        Se volete scrivere che siete andate dal dr Lupattelli e vi siete trovate bene non c’è prbolema, ma altre considerazioni, soprattutto infondate (tipo “non fai altro che attaccare il dottore” .. Ma quando mai? Sarà passato un anno dall’ultimo articolo in cui è stato nominato..!) non saranno accettate.
        Tra l’altro utilizzate tutti gli stessi termini: confusione, terrorismo piscologico, diffamazione .. il che purtroppo mi porta a pensare che non sia tutta farina del sacco di chi scrive. E non mi piace pensare così.
        Ripeto infine che il web è pieno di posti in cui leggere e scrivere e sulle pagine del dottore potete elogiarlo quanto volete, qui il discorso è chiuso.

  4. Cara Martina, quello che non pubblico sono polemiche e accuse infondate. Il mio obiettivo è sempre il benessere di chi scrive in cerca di consigli. Sei libera di consigliare chi vuoi, come chi non apprezza il lavoro di questo medico è libero di dirlo .. non credi? O la regola vale solo al contrario? Solo le testimonianze positive?

  5. Ciao, io sono stata embolizza dal dott. Luppattelli. Non mi sento di sconsigliarlo, l intervento in sé è andato bene ma in alcune cose forse ci sono lacune. Dopo l intervento sono davvero rinata;ti auguro di trovare un buon medico per poter stare finalmente bene.. In bocca al lupo

  6. Manfrini non fa altro che attaccarlo e prima, per farsi pubblicita’ lo elogiava in tutto e per tutto scrivendo lei stessa che era il più esperto. E visto che prima di operarmi mi sono ben informata so bene che e’ stato allievo del francese inventore dell’operazione e ha fatto più di 2000 interventi. E sempre informandomi i numeri degli altri chirurghi vanno da 5 a 300 casi al massimo! Ma io non sono qui per difendere Lupattelli che e’ bello ricco e famoso e non mi fa certo tenerezza ( pero’ non ho problemi a dire che mi sono affezionata perché si fa veramente voler bene come persona). Sono qui perché non concepisco che un blog si permetta di dare informazioni distorte e tendenziose in base agli UMORI personali. Le pagine del dottor Lupattelli su Facebook sono piene di testimonianze di donne che gli sono riconoscenti e ne parlano tutte benissimo come uomo. In questo blog ci sono invece sempre le solo le solite tre o quattro a mo di clack che lo attaccano con argomentazioni spesso contraddittorie ( saranno poi profili veri???) mentre sono mesi che su Lupattelli non escono testimonianze ( compresa la mia che lei si e’ guardata bene dal pubblicare). Ma poi tutto questo odio feroce sul piano umano così all’improvviso dopo che addirittura ci ha scritto un libro insieme…mah…a pensar male si fa peccato ma si ha quasi sempre ragione diceva un politico famoso.
    Consigli i migliori, e non gli amici o quelli che le stanno più simpatici che se va a vedere bene su internet alcune pazienti riportano esperienze negative anche con quelli che lei ora consiglia. Si faccia un giro. Nessuno e’ perfetto.

    1. Martina esattamente dove attacco il dottore? E quando mai lo avrei elogiato per farmi pubblicità? Se conoscessi minimamente il mio blog sapresti che i consigli miei, e quelli delle altre ragazze, arrivano da esperienze dirette. Di quali “amici” parli?? Quali sono le informazioni distorte? E quale odio?? E poi scusa se sul mio blog ci sono sempre le “solite tre o quattro” di cosa sei così preoccupata?
      Guarda io non voglio far guerra a nessuno però sinceramente sono stufa di accuse folli e prive di fondamento (che per fortuna arrivano solo da te o dal dottore, a ciclo ogni tot tempo .. non ho nemmeno capito perchè..).
      Ti prego di non scrivere più sul mio blog perchè questo non è un luogo di raccolta di accuse, attacchi e polemice. E’ un posto in cui essere accolte e stare bene. Hai tutto il resto del web per scrivere quello che ti pare.

  7. Non per far incavolare la signora Martina ma al Gemelli di Roma si pratica l’embolizzazione dal 1999, praticamente da quasi vent’anni. Esistono altri ospedali, altri medici altrettanto bravi!

  8. Non per far incavolare la signora Martina ma al Gemelli di Roma si pratica l’embolizzazione dal 1999, praticamente da quasi vent’anni. Esistono altri ospedali, altri medici altrettanto bravi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.