Laparotomia o laparoscopia? Simona chiede la relazione tra tipo di intervento e recidiva


Simona ha 31 anni e si trova a combattere un utero pieno di fibromi.

Ciao a tutte!

Mi chiamo Simona e sono anche io alle prese con i maledetti fibromi. Il mese prossimo farò la preospedalizzazione in vista dell’intervento che spero sarà dopo Dicembre. Sono ancora nella fase iniziale, quella delle visite, dei “ma se ci fosse un medico più bravo”?

Ma se potessi fare un intervento meno invasivo? Attualmente so che ho una serie di fibromi, alcuni raggruppati, inferiori ai 10 cm e tutti sottosierosi. Il ginecologo dell’ospedale mi ha prospettato una laparatomia per riuscire ad avere una visuale migliore e togliere anche i più piccoli. Ho 31 anni e non ho figli ma ne vorrei. Ciò che mi spaventa ora è l’intervento, il dolore la cicatrice e le conseguenze sull’utero, spero che tutto ciò servirà a qualcosa.

Mi chiedo se un altro medico mi consiglierebbe la miomectomia laparoscopica, magari dei fibromi maggiori, dato che non penso tenterò una gravidanza appena trascorsi i tempi necessari dall’intervento ma ci vorranno fra due anni circa. L’intervista al dottor Camanni mi ha fatto sorgere questo dubbio. come potrei fare una visita con lui? C’è qualcun altro a cui pensate potrei rivolgermi? Finora ho consultato solo medici a Pisa e stavo valutando il dottor Scambia a Roma ma alcune recensioni mi lasciano perplessa. Indiscutibile la sua bravura ma non trapela sempre un comportamento umano allo stesso livello.
Grazie intanto per l’attenzione e le esperienze condivise, sono molto d’aiuto.

Simona mi chiede inoltre se c’è una relazione tra tipo di intervento e recidive. Nell’articolo sulla morcellazione dei fibromi avevo un po’ cercato di indagare questa tematica però temo non ci sia una risposta sempre vera, o comunque completamente attendibile. Pare che la morcellazione, che avviene in caso di laparoscopia, possa lasciare nell’addome piccole parti del tessuto del fibroma. E’ anche vero che io mi sono sottoposta a laparotomia proprio perchè secondo il mio ginecologo del tempo era l’unico modo per “ripulire bene l’utero”, ma poi nemmeno un anno dopo avevo di nuovo un fibroma. E anche chi si sottopone ad embolizzazione è soggetta a ricadute o complicazioni.

Insomma proverò ad approfondire ma mi pare che la questione sia piuttosto complessa.

Simona chiede inoltre notizie sul dr Scambia. Qualcuna ha informazioni e sperienze dirette in merito?


7 risposte a "Laparotomia o laparoscopia? Simona chiede la relazione tra tipo di intervento e recidiva"

  1. Ciao Simona, io da circa un anno mi faccio visitare da un gruppo di medici che lavora al Gemelli di Roma, è un ambulatorio specifico dove trattano solo fibromi uterini, non so se ci lavora direttamente il dottor Scambia ma sicuramente ci lavorano a stretto contatto visto che lui è il primario del reparto. Se vuoi posso darti il loro numero, io ad ottobre vado a farmi visitare, i miei fibromi sono tutti inferiori ai 10 cm e sono purtroppo intramurali, considerano di farmi fare un embolizzazione ma prima volevano che facessi una dieta e cambiassi il dosaggio del farmaco che prendo per la mia tiroide. Devo ammettere che mi sento seguita anche se per i risultati devo aspettare ancora un po’, purtroppo l’isteroscopia operativa per il fibroma sottomucoso non ha eliminato i miei problemi.

  2. Ciao Simona, sono Teresa ed ho fatto una isteroscopia operativa nel maggio 2017 per 2 fibromi (2 e 3.5 cm – ho 38 anni). Ora sono punto e accapo! Mi propongono la laparoscopia per un fibroma di cm 4-5. Sto vagliando anche l’embolizzazione perche’ meno invasiva. Sono una ricercatrice universitaria e ho accesso a migliaia di ricerche e statistiche mediche che, in sintesi, dicono: le recidive possono verificarsi per tutti i tipi di operazioni, dipende da quanto tu sia predisposta. In particolare, per l’embolizzazione e la miomectomia laparoscopica, le statistiche sono pressocche’ uguali in termini di recidiva. La morcellazione (non applicata in America, per esempio) potrebbe causare “danni” maggiori in caso di cellule maligne.. il che e’ altamente improbabile.
    Io optero’ per l’embolizzazione (non esente da rischi o problematiche) o per la mio laparoscopica. Non voglio figli ma, vista la “ricorrenza” dei miei fibromi, non voglio una laparotomia (molto piu’ invasiva!) a meno che non sia strettamente necessaria.
    Se vedi il dott. Scambia e il suo team, fammi sapere come va! grazie e in bocca al lupo!

    Teresa

    1. Ciao Teresa, grazie per il tuo contributo. E’ molto interessante quello che scrivi a proposito delel recidive! Ti è possibile inbviarmi le statistiche specifiche che hai consultato in modo che io possa pubblicarle sul blgo? Grazie mille.

      1. Si magari sarà un po’ più complesso estrapolare i dati ma meglio di niente! I dati saltano subito all’occhio o si deducono leggendo il tutto? Grazie mille!

  3. Cara Teresa, innanzitutto ti ringrazio !!!! A me vanno benissimo in inglese , anzi meglio. L’importante è che non siano in latino o greco perché non mi ricordo più nulla. Rimosso, e questa volta con successo e senza recidive, tutto !!!! Un salutone. paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...