Paola che si chiede quale sia il momento giusto per una gravidanza


Paola ha 28 anni, abita in provincia di Padova e mi ha scritto la prima volta ad agosto quando, dopo una colica renale, le hanno diagnosticato mediante la risonanza magnetica un fibroma sottosieroso peduncolato di 50x52x35 mm.

I medici le hanno subito detto che era necessaria una laparoscopia per toglierlo e Paola si chiedeva se dopo l’intervento potrà pensare di avere dei figli e anche se la pillola che prende, lestronette, può aver influito sull’insorgenze dei fibromi.

Si chiedeva se ascoltare i consigli del ginecologo e sottoporsi a laparoscopia o se cercare un’alternativa. Si chiedeva se fidarsi dei medici dell’ospedale di Schiavonia, in provincia di Padova, o se cercare soluzioni altrove.

Purtoppo lei non può sottoporsi ad embolizzazione perchè ha familiarità di trombosi. Ha inoltre familiarità da parte di madre di fibromi e anche tumore ovarico.

Insomma Paola mi ha scritto in uno stato di forte confusione.

Quando mi ha riscritto, pochi giorni fa, mi ha detto di aver deciso per l’intervento in laparoscopia, anche perchè ha effettuato una seconda visita durante la quale hanno riscontrato un secondo fibroma a sinistra. A visitarla è stato il Dott. A Fif all’Ospedale Merai di Schiavonia, il quale l’ha già messa in lista d’attesa per l’intervento.

Il medico le ha anche detto che trascorsi 6 mesi dall’intervento se desidera un figlio potrà provare a rimanere incinta. Questo anche pensando alla familiarità di tumore a seno, utero e ovaie presente nella famiglia di Paola.

Paola desidera fortemente avere una bammbino ma non vorrebbe doversi dare una scadenza. Non ha un lavoro stabile e il suo fidanzato guadagna a suo avviso troppo poco per poter avere un figlio. E quindi lei si chiede, e ci chiede, come fare per capire se decidere di compiere questo importante passo dopo l’operazione o piuttosto aspettare ancora.

Le ho risposto che in realtà non sono io a poterle suggerire quando sarà il momento giusto per lei (ammesso che ce ne sia uno!!). Certo è che non dovrebbe cercare una gravidanza solo perchè l’ha detto il ginecologo o perchè c’è chi le mette fretta.
Quello che posso consigliarle però è di affrontare una cosa alla volta. Ora Paola deve pensare all’intervento, e il resto si vedrà dopo. Da qui a 6 mesi secondo me potrebbe anche avere le idee chiarissime in un senso o nell’altro. Tra un mese o due, anche, potrebbe vedere le cose in modo diverso, o “sentire” ciò di cui ha bisogno, in un verso o nell’altro.

Ho riflettuto molto sulle tue parole, e convengo che un figlio va fatto perchè lo si vuole, lo si desidera e non tanto per fare. I miei dubbi nascono proprio da questo, e forse il tempo come dici può aiutare. Ho 28 anni e di certo ho ancora un pò di tempo per fare questo passo. Passo che fino ad ora non ho fatto per problemi economici. Ho già sentito molte volte volte la frase “tanto se aspetti di sistemarti non lo fai mai”, ecco mi risparmio i commenti a riguardo, ma senza soldi un filgio difficile crescerlo. Preciso inoltre che se non riesco a sostenermi da sola un figlio meglio anche di no.

In ogni caso dei pareri mi farebbe piacere sentirli.

In ogni caso ora sono presa con il lavoro che non sto nemmeno pensando all’operazione, non ho il tempo materiale per pensare e per me è un bene perchè mi sento stanca, ma indaffarata che mi distolgo da questa cosa, e sono serena.

L’unica cosa che mi preoccupa un pò sono gli sforzi nell’alzare pesi, o prendere bambini in braccio visto il mio lavoro.

Poi una cosa riguardo l’operazione, ho letto di calze elastiche per l’operazione, ce bisogno anche di pancere? Di solito che si porta? Oltre a pigiama e cose per l’igene scontate.

Ringrazio per la risposta ci sentiamo presto impegni di entrambe permettendo.

Penso che a Paola potrebbe far davvero bene anche sentire i consigli o il vissuto di altre donne, perciò amiche scatenatevi con i vostri meravigliosi e sempre utili consigli!


2 risposte a "Paola che si chiede quale sia il momento giusto per una gravidanza"

  1. Cara Paola, io mi sento di suggerirti di affrontare un problema alla volta. Piano, piano affronterai tutto….Un passo alla volta.Troverai dentro di te una forza inaspettata x superare tutto e realizzare alla fine il tuo grande desiderio.
    Te lo auguro con tutto il 💓, ci spero e ci voglio credere ed anche tu devi farlo.
    Sei molto giovane e non puoi arrenderti, devi combattere e raccogliere tutto il tuo coraggio.
    Io non ho portato la pancera dopo l’intervento, il mio ginecologo me l’aveva sconsigliata. Però mi sono riposata e non ho fatto le faccende di casa, né sollevato pesi. Hai bisogno di avere accanto qualcuno che si prendi cura di te ( x pulire casa, fare la spesa e sbrigare le incombenze più faticose).
    Al posto del pigiama io avevo acquistato le camicie da notte x le partorienti, quelle aperte davanti e con i bottoncini. Ma alla fine è indifferente, puoi anche mettere solo il sopra del pigiama ed evitare di spendere soldi.
    Io avevo pure lo shampoo secco xche’ ho i capelli lunghi e non sopporto averli sporchi….Se anche tu li hai lunghi, portati almeno dei fermagli x legarli ed essere “+ presentabile ed in ordine”. Ti fanno alzare presto dal letto senza forzare i muscoli addominali, devi far “leva” con le braccia….Non ti preoccupare, ti insegnano le infermiere come fare. La prima volta mi hanno fatto alzare dal letto con calma x farmi poi mettere seduta sulla sedia. Il giorno dopo ho camminato e non mi sembrava vero. Il movimento rimetterà “in moto” il tuo intestino.
    Ti confesso di aver avuto tanta paura ed è normale averla, Adesso mi sento meglio e riesco ad apprezzare tante cose che le altre persone giudicano scontate……La salute è importante, quando la hai non ci pensi….Il processo di guarigione ti insegna che la vita è preziosa ed è sempre UN MIRACOLO arrivare alla fine della giornata. X questo è importante perdonare, non giudicare, non fare mai del male a nessuno e provare a realizzare quanto di più bello abbiamo nel cuore.
    Lo dobbiamo fare x noi stessi e x la nostra mamma che ci ha messo al mondo ed ha creduto x Prima in quella che all’inizio era solo una “promessa di vita” diventata poi vera e concreta.
    Il coraggio viene, Paola, e scopri una nuova te…..Te lo scrive una fifona terrorizzata anche da un semplice prelievo del sangue!
    Ti mando un abbraccio forte forte e…….Tienici aggiornate! 🤗😘

    1. Grazie x il consiglio, aggiungo che ho sposato l’operazione verso aprile maggio, dovrò richiamare x fissare tutto l’Inter operatorio. Questo l’ho fatto xké faccio la bidella a sostituzione, e mi hanno prolungato di un mese e l operazione nn potevo permettere di farla. Spero k in questi 6 mesi nn sorgano complicanze. Grazie ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...