Il mio programma antidolore

Ieri, puntuale come un orologio svizzero, è tornato il mio Maledetto ciclo mestruale.

Il primo giorno, come di consueto, ho avuto perdite liquide e mucose e dolori contenuti. Oggi mi aspettavo un flusso abbondante e temevo (profondamente) di dover soffrire gli stessi dolori del mese scorso. Per il momento invece il mio piano controffensivo stà funzionando e FORSE riuscirò a tener testa al Maledetto fibroma.

Sapere che le contrazioni che di solito mi fanno veder le stelle, piangere e anche imprecare durante il mio ciclo mestruale sono le stesse che si provano durante il parto non mi ha infatti consolata, anzi ha alimentato la mia preoccupazione per l’arrivo del ciclo.

Su suggerimento della dott.ssa Jacomuzzi ho allora deciso di partire al contrattacco e di prendere un antidolorifico (ho iniziato con il Sinflex) ogni 8 ore, indipendentemente dal presentarsi o meno dal dolore. Da ieri sera ho anche già iniziato con una compressa di Tranex tre volte al giorno (invece che due pillole tre volte al dì).

Stanotte ho sognato di tutto, anche di essere incinta e di essere in ospedale in attesa di partorire con taglio cesareo, mi sono svegliata in un bagno di sudore ma, almeno, non ho avuto dolori. A dire il vero mi ha risvegliata il bighi, portandomi la colazione a letto in modo che io mangiassi quasi ancora prima di aprire gli occhi e potessi subito prendere un’altra compressa di Sinflex (e che colazione tra l’altro! Biscotti caldi appena sfornati dal mio premuroso maritino!).

Prego che questa nuova strategia funzioni e spero che questo ciclo passi senza debilitarmi troppo, anche perchè giovedì dovrò sottopormi ai vari esami pre-intervento (ed incontrerò anche il dr. Camanni) e martedì prossimo ci sarà l’isteroscopia, perciò ho bisogno di forze, sia fisiche che mentali.

E, amiche che leggete, ho più che mai bisogno di tutte voi!

 

 

5 commenti su “Il mio programma antidolore”

  1. Sono proprio contenta che il tuo programma anti dolorifico stia funzionando alla grande e che possa godere di un’assistenza così premurosa.
    Mi auguro che già giovedì possano rassicurarti, rispondendo a tutte le tue domande e che, dalla prossima settimana dopo l’intervento, possa finalmente iniziare a lasciarti alle spalle questo periodo così difficile.
    Stiamo tenendo tutte le dita incrociate per te.

  2. Pingback: Scrivere per superare la paura | Maledetto Fibroma

  3. Pingback: Valentina tra Tranex e Primolut | Maledetto Fibroma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.