Il mio incontro con il Dr. Lupattelli


Ieri ho incontrato il dr. Lupattelli a Roma, presso il suo studio di Smart Surgery.

Il mio incontro è stato incastrato all’ultimo tra tutti gli appuntamenti della giornata e devo dire che sia il dr. Lupattelli che la sua segretaria Emanuela si sono rivelati gentili e disponibili.

Ma l’embolizzazione fa male o no?

Visto che avevo appena pubblicato la sua intervista sull’embolizzazione del fibroma uterino, gli ho chiesto subito di approfondire il discorso relativo al dolore provocato dall’embolizzazione, sia quello che si può sentire durante l’intervento che il dolore post-operatorio. Nell’intervista aveva infatti dichiarato che “Il post operatorio può essere doloroso ma riusciamo generalmente a mantenere il dolore a livelli discreti con un’attenta terapia antalgica di supporto. In alcuni casi l’ischemia del fibroma puo’ essere discretamente dolorosa nelle prime 4-8 ore.”

Siccome il Numero 2 aveva in tutta leggerezza dichiarato che la mia miomectomia sarebbe consistita in un minuscolo taglietto e il tutto si sarebbe risolto in un attimo, senza nessun tipo di conseguenza, e si è rivelata invece un intervento complicato, doloroso e di lento e difficile recupero, ho voluto approfondire con il dr. Lupattelli proprio il discorso relativo al dolore fisico.

A quanto pare l’entità del dolore varia in proporzione alle dimensioni e alla posizione del fibroma. Nei casi però che presentano presupposti per cui si può immaginare che l’intervento comporti dolore, viene praticata l’anestesia epidurale. Penso inoltre (ma questa è solo una mia supposizione) che il dr. Lupattelli sia disponibile a supportare e rassicurare le pazienti che eventualmente ne facciano richiesta garantendo appunto questo tipo di anestesia.

Eliminare il mio fibroma in isteroscopia

Al dr. Lupattelli ho mostrato anche il referto della mia risonanza magnetica e ho scoperto questioni che avevo completamente ignorato. Fino ad oggi, infatti, i ginecologi che mi hanno visitata mi avevano sempre parlato di un grosso fibroma, di dimensioni variabili tra i 4 ed i 7 cm.

Il Dr. Lupattelli invece, leggendo il referto, ha spostato la mia attenzione su “alcune formazioni ovalari nella compagine, del diametro massimo di 35 mm (…) Suddetta formazione, indissociabile dalla parete uterina, è imputabile verosimilmente a fibroleiomioma sottomucosa, dotato di peduncolo (…)“. Praticamente quindi ho un secondo fibroma, peduncolato tra l’altro (come i fibromi di Maddy??), che secondo il dr. Lupattelli è il vero responsabile del ciclo abbondante, delle emoraggie e soprattutto dei miei dolori.

Io in realtà non avevo mai capito di avere un secondo fibroma! Nessuno me l’aveva mai detto e di certo non era facile capirlo leggendo il referto della risonanza magnetica. Comunque tale fastidiosa formazione potrebbe “facilmente” essere eliminata con un’isteroscopia. Il consiglio del dr. Lupattelli è quindi quelli di rimuovere questo piccolo fibroma con questo intervento per far cessare i miei dolori. Per affrontare una nuova eventuale gravidanza, invece, sarebbe necessario eliminare anche il fibroma grosso. Per rispondere a questa necessità, quindi, lui consiglierebbe di intervenire con l’embolizzazione.

Il mio parere sul dr. Lupattelli

Al di là di queste questioni, relative al mio fibroma e alla mia personale situazione, visto che in molte me l’avete chiesto confermo che il dr. Lupattelli è una persona gentile, disponibile e affabile nei modi. Nel suo studio mi sono sentita subito a mio agio ed anche se l’incontro è stato organizzato all’ultimo e incastrato tra un appuntamento e l’altro ho potuto fare tutte le domande che volevo e ricevere risposte esaustive. Non mi ha messo fretta e non ha utilizzato termini medici troppo complicati che io non potessi comprendere.

A me è sembrato veramente una brava persona. Un medico disposto a capire a fondo ciascuna della sue pazienti allo scopo di trovare la miglior soluzione. Un professionista in grado di offrire a molte una nuova speranza.

Insomma, a me ha ispirato fiducia!

Io comunque continuo a sperare che Esmya abbia sortito il risultato desiderato. Qualora però scoprissi che questo non è avvenuto, penso proprio che il dr. Lupattelli sarebbe il primo medico cui mi rivolgerei.


One thought on “Il mio incontro con il Dr. Lupattelli

  1. sono felicissima che lo hai conosciuto e hai avuto questa buona impressione, io mi ero trovata bene, mi aveva tranquillizzato e rassicurato. l’intervento è andato benissimo, i risultati per come ero messa sono stati buoni, non ottimi ma buoni (i 2 fibromi erano grossi).
    anche a me hanno fatto l’anestesia epidurale e i dolori post non li ho sentiti perché avevo una flebo di morfina per le 24 successive all’intervento. poi mi hanno fatto delle iniezioni di toradol per il dolore e per l’uscita mi hanno prescritto delle pasticche sempre di toradol, per cui ero al sicuro.
    pensa che per ritornare a casa ho fatto il viaggio in aereo…
    un bacio al dott. Lupattelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...