Eleonora non sa se proseguire la terapia ormonale o sottoporsi a embolizzazione

Eleonora non sa se proseguire la terapia ormonale o sottoporsi a embolizzazione

Ciao,
vi ho descritto la mia “storia” qualche tempo fa e la riassumo in “brevissimo”.

Ho 46 anni, non ho avuto figli. Primo fibroma nel 2017, il secondo nel 2019.
Mia madre ha tolto l’utero per i fibromi a 50 anni (30 anni fa), ma nessuno mi ha mai paventato l’ipotesi che tale situazione potesse verificarsi anche nel mio caso…”oggi la situazione si controlla” mi dicevano…
Nel giugno 2020, situazione ancora invariata (2 fibromi, uno di circa 2,5 cm e 1 molto piccolo di 1 cm.)
Nel maggio del 2021 inizio a sanguinare senza sosta…unico modo per smettere, il primolut nor, e quando finalmente riesco a fare un’ecografia si evidenzia che in un anno i fibromi sono diventati 4 (4,5 cm, 2,5 cm, 1, 5 cm e 1,8 cm) e sono tutti fastidiosi, impossibile intervenire.

La prima sentenza all’esito di un’isteroscopia diagnostica: unico intervento possibile, l’isterectomia totale ( e meno male che non dovevo preoccuparmi, mi dicevano nel 2019!)

La porto al mio ginecologo, che preciso, è un chirurgo bravissimo! e mi suggerisce di provare prima con la terapia farmacologica e mi da la pillola per 3 mesi (la yaz) per poi sostituirla con uno iud ormonale (mirena).

Tentativo iud miseramente fallito: dopo 6 mesi sanguino 10 giorni sì e 10 no…e ovviamente questa soluzione non va bene, farmacologicamente in primis e poi è invalidante fisicamente ed emotivamente.
Dunque il medico mi dice che fra 3 mesi mi darà la terapia ormonale per andare in menopausa farmacologica, unica alternativa a questo…sarà l’isterectomia.

Dato che avevo questi “mesi” di attesa (che peraltro ridurrei volentieri visto che la terapia iud non funziona) ho preso un appuntamento per sentire il parere di un radiologo interventista del San Camillo di Roma (ho letto il suo nome sul Vostro forum) che si occupa di embolizzazione dei fibromi….ma non so se sto facendo bene, visto che continuare a sanguinare non è quello che voglio e non quello che deve essere!

Parliamo di “maledetto fibroma” e io vi dico sinceramente…sono “maledettamente indecisa”.
Sono stufa dei sanguinamentii, stufa di non sentirmi in forma, di avere questo “problema”; e poi…la terapia ormonale, non sarà solo un prolungare l’agonia di qualche mese? (perchè ho letto che non si può fare per tanto tempo e ho letto anche che ha effetti indesiderati molto forti ed evidenti…
sarà vero che, come due medici mi hanno detto, nel mio caso, con un utero fibromatoso così…tutte le terapie alternative che non siano di rimozione dell’utero non funzionerebbero?
faccio bene a sentire altri pareri? o mi dovrei sbrigare a “darci un taglio”?

Preciso che…a 46 anni e con un utero così, un figlio, che comunque non ho in progetto, ormai, sarebbe un’ipotesi impossibile da percorrere, a detta di tutti i medici con cui ho parlato, ma non è tanto per il figlio, l’utero non è solo “un figlio”, è proprio l’idea di quel tipo di intervento che non so perchè, mi sembra pesante emotivamente, anche se, la situazione in cui sono è pesante lo stesso…perchè non faccio più una vita normale.

Condivido questi pensieri un pò confusi forse, sperando di avere un consiglio…
Grazie a tutte.

2 commenti

  • Stefania

    Buonasera Eleonora, io a marzo 2021 mi sono sottoposta a embolizzazione a 53 anni e sono rinata…anch’io terapia ormonale, emorragie, trombosi etc. etc. Avevo due fibromi da 15 e 7 cm. Consiglio l’embolizzazione affidandosi a medici competenti. Ti auguro di risolvere🙏

Lascia un commento

Cliccando Accetto dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy del sito web